Maurizio Leo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maurizio Leo
Maurizio Leo XV.jpg

Viceministro dell'economia e delle finanze
In carica
Inizio mandato2 novembre 2022
Vice diGiancarlo Giorgetti
Capo del governoGiorgia Meloni
PredecessoreLaura Castelli

Deputato della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato13 ottobre 2022

Durata mandato30 maggio 2001 –
14 marzo 2013
LegislaturaXIV, XV, XVI, XIX
Gruppo
parlamentare
XIV-XV: Alleanza Nazionale
XVI: Il Popolo della Libertà
XIX: Fratelli d'Italia
CoalizioneXIV-XV: Casa delle Libertà
XVI: PdL-LN
XIX: Centro-destra
CircoscrizioneXIV: Piemonte 2
XV-XVI: Piemonte 1
XIX: Sicilia 2
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente della VI Commissione (Finanze) dal 21 giugno 2001 al 27 aprile 2006
  • Presidente della Commissione Parlamentare di Vigilanza sull'Anagrafe Tributaria dal 19 giugno 2008
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politicoFratelli d'Italia (dal 2013)
In precedenza:
AN (2001-2009)
PdL (2009-2013)
Titolo di studioLaurea in giurisprudenza
UniversitàUniversità degli Studi di Roma "La Sapienza"
ProfessioneInsegnante

Maurizio Leo (Roma, 25 luglio 1955) è un politico e insegnante italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza nel 1977 con 110/110 presso l'Università degli studi di Roma "La Sapienza", specializzato in Studi Europei presso l'Istituto post-universitario "Alcide De Gasperi". Editorialista, ha ricoperto vari incarichi accademici e dirigenziali.

Carriera professionale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1986 è docente presso la Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza. Dal 1988 è docente presso la Scuola Superiore dell'Economia e delle Finanze. Dal 1993 sino al 1999 è stato Direttore Centrale per gli Affari Giuridici e per il Contenzioso Tributario nel Dipartimento delle Entrate del Ministero delle finanze. Dal 1993 è stato membro di diritto del Comitato di Coordinamento del Se.C.I.T.

Dal 1999 è stato Prorettore presso la Scuola Superiore dell'Economia e delle Finanze. Dal 2000 è editorialista del quotidiano Il Sole 24 Ore. Dal 2001 è docente presso l'Accademia della Guardia di Finanza e presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza, titolare al Corso Superiore di Polizia Tributaria per gli ufficiali del Corpo. Inoltre è stato docente presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Vice Presidente della Commissione Tributaria Provinciale di Roma, coordinatore e membro di vari gruppi ristretti del Comitato tecnico per l'attuazione della Riforma Tributaria, direttore del Master Tributario organizzato dalla Scuola Centrale tributaria.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 è stato eletto alla Camera dei deputati per Alleanza Nazionale nella circoscrizione Piemonte 2. Nel 2006 è stato rieletto alla Camera dei deputati nella circoscrizione Piemonte 1 ed è componente della Commissione Finanze e della Commissione bicamerale di vigilanza sulla Anagrafe Tributaria.

Alle elezioni politiche del 2008 è stato rieletto alla Camera dei deputati con Il Popolo della Libertà (PdL), sempre nella circoscrizione Piemonte 1 ed è componente della Commissione Finanze. Temporaneamente ha sostituito il Sottosegretario Alfredo Mantovano nella Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione. È Presidente della Commissione parlamentare di vigilanza sull'Anagrafe tributaria. Dal giugno 2009 al gennaio 2011 è stato anche Assessore al Bilancio ed allo sviluppo economico di Roma Capitale. Resta a Montecitorio fino al 2013. Aderisce quindi a Fratelli d'Italia.

Nel 2018 è eletto dalla Camera componente laico del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa e il 3 agosto è eletto vicepresidente fino al settembre 2019.[1]

Nel 2020 decide di candidarsi alle elezioni politiche suppletive del collegio uninominale Lazio 1 - 01 (Roma Centro), con il centro-destra (Lega, Forza Italia, Unione di Centro e Fratelli d'Italia), ma viene sconfitto dal Ministro dell'economia e delle finanze in carica Roberto Gualtieri.

Alle elezioni politiche anticipate del 25 settembre 2022 viene eletto alla Camera nel collegio plurinominale Sicilia 2 - 01.[2] Dal 31 ottobre seguente è Viceministro dell'economia e delle finanze nel Governo Meloni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1988 - Le imposte sui redditi nel testo unico, Giuffrè Editore

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]