Accademia della Guardia di Finanza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Accademia della Guardia di Finanza
Stemma Accademia GDF.jpg
Stemma araldico della scuola
Descrizione generale
Attiva 1896 - oggi
Nazione Italia Italia
Tipo Accademia militare
Compiti Formazione degli ufficiali
Sede Bergamo - Castelporziano
Motto Moniti meliora sequamur
(dal latino:Attraverso l'istruzione conseguiremo il meglio)
Sito internet su www.gdf.it
Parte di
Organizzazione: Guardia di Finanza
Comandanti
Comandante attuale Gen. B. Virgilio Pomponi

[senza fonte]

Voci su gendarmerie presenti su Wikipedia

L'Accademia della Guardia di Finanza è uno tra i più prestigiosi enti universitari militari in Italia.

Aperto ad entrambi i sessi, si occupa della formazione tecnica e della preparazione giuridico-economica degli ufficiali della Guardia di Finanza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Accademia è stata fondata nel 1896 con sede a Caserta, successivamente trasferita a Roma nel 1925 e poi a Bergamo (1984). Alcuni corsi speciali e di applicazione, dal 1995, vengono svolti a Castelporziano.

Percorso formativo e piano didattico[modifica | modifica wikitesto]

Due anni di accademia - "Nomina sottotenente";

Quarto anno (1° di applicazione) - "Nomina tenente";

Quinto anno (2° di applicazione) - "Laurea magistrale in giurisprudenza".

Tale percorso è dunque articolato su:

  • un triennio di Accademia, svolto alla sede di Bergamo e frequentato per due anni nella qualità di allievo ufficiale e per un anno con il grado di sottotenente;
  • un biennio di Applicazione, svolto alla sede di Roma-Castelporziano e frequentato per un anno nel grado di sottotenente e per un anno nel grado di tenente, che culmina con il conseguimento della laurea magistrale in giurisprudenza.

Il piano didattico si sviluppa nelle seguenti aree:

  • militare: con lo scopo di far acquisire agli allievi la conoscenza delle discipline attinenti alle organizzazioni ed alle tecniche militari, della struttura ordinativa del Corpo e dei regolamenti in esso vigenti, delle norme deontologiche e delle tecniche di comando;
  • giuridica: per consentire all'allievo di appropriarsi degli istituti fondamentali del diritto e di sviluppare la capacità di analisi delle norme ed il ragionamento giuridico, favorendo nel contempo l'assimilazione di conoscenze più specifiche nell'ambito tributario e penalistico, al fine di assicurare all'ufficiale la padronanza degli strumenti indispensabili per orientarsi nell'immediato contesto operativo;
  • aziendalistica: per dotare l'allievo delle conoscenze necessarie alla comprensione ed analisi dei fenomeni aziendali, con riferimento sia agli assetti organizzativi sia ai fatti di gestione ed alle relative tecniche di rilevazione contabile;
  • economica: per fornire le nozioni essenziali per cogliere i contesti, nazionale ed internazionale, nei quali originano e si svolgono i fenomeni economici e favorire l'analisi delle dinamiche dell'impresa e delle pubbliche amministrazioni;
  • tecnologica e linguistica: per l'acquisizione delle conoscenze per l'utilizzo in ambito professionale degli strumenti, della comunicazione e della mediazione linguistica con elaborazione, archiviazione e gestione di rapporti tecnici in lingua inglese nonché delle applicazioni e sistemi informatici e telematici necessari per lo svolgimento delle loro funzioni;
  • sociologica e comunicativa: per fornire al frequentatore gli strumenti di base per l'interpretazione dei fenomeni sociali e dei contesti nei quali essi si sviluppano e perché si appropri di un'efficace capacità comunicativa ed interrelazionale;
  • tecnico-professionale: nella quale sono forniti ai frequentatori l'insegnamento delle discipline più specificamente "professionalizzanti"; elementi di orientamento sulle conseguenze che derivano dall'acquisizione, con la nomina a sottotenente, delle qualifiche di "ufficiale di polizia giudiziaria" ed "ufficiale di polizia tributaria", sotto il particolare profilo dei connessi obblighi; approfondimenti delle tematiche relative alla tutela degli interessi economico-finanziari dell'Unione europea, all'attività anticontrabbando ed in materia di stupefacenti svolta dal Corpo, al servizio aeronavale, alla funzione ed attività di comando, sotto il profilo della gestione delle risorse umane e delle connesse attività riferite allo stato giuridico ed al servizio matricolare, all'avanzamento, alla disciplina ed all'impiego.
Allievi ufficiali con la vecchia uniforme
Precedente sede dell'Accademia a Roma, attualmente sede del Comando Generale e del museo storico della Guardia di Finanza.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

La revisione delle attività addestrative è stata operata nell'ottica di un loro generale riequilibrio, razionalizzazione e coordinamento sinergico con il percorso didattico. Sia attraverso le esercitazioni militari interne ed esterne, sia mediante tirocini, viaggi d'istruzione, visite professionali, soggiorni di studio all'estero viene così completata l'acquisizione di specifiche competenze tecnico-operative e valorizzato il processo di assimilazione delle qualità proprie dell'ufficiale e del comandante.

Il carico didattico sostenibile per tale progetto formativo è individuato in un impegno massimo annuale di 2400 periodi circa (ridotti a 2000 per il quinto anno in ragione della più breve durata del corso). In questo arco temporale, l'allievo dovrà svolgere:

  • le attività aventi dignità universitaria (curriculari), per 1500 periodi, pari a 60 CFU;
  • altre attività, non aventi dignità universitaria ma di estrema rilevanza nella formazione dell'ufficiale (extracurriculari), per i rimanenti 900 periodi ca. (500 ca. al quinto anno).

Infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

Le infrastrutture dell'Accademia comprendono più immobili:

  1. Caserma "Sottotenente G.M. Barbarisi", sita in via dello Statuto n.21 a Bergamo, comprende quattro edifici principali destinati a:
    1. comando accademia e uffici pertinenti, circolo ufficiali, aule didattiche, cappella;
    2. corsi di accademia, infermeria, sale ricreazione, mense e camerate allievi;
    3. impianti sportivi (piscina, palestre, ecc.);
    4. aula magna.
  2. Caserma "A. Dus", sede del centro addestrativo polifunzionale di Roma-Castelporziano, risulta allo stato parzialmente destinato alle esigenze del Comando corsi di applicazione e speciali.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]