Marco Betta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Betta
Betta Marco.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica postmoderna
Colonna sonora
Periodo di attività musicale1982 – in attività

Marco Betta (Enna, 25 luglio 1964) è un compositore e organizzatore musicale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marco Betta, autore di opere, musica sinfonica e da camera, e di lavori per il teatro e il cinema, ha studiato composizione al conservatorio di Palermo sotto la guida di Eliodoro Sollima. In seguito si è perfezionato con Armando Gentilucci e Salvatore Sciarrino.[1]

Il suo debutto avviene nel 1982 al Festival Spaziomusica di Cagliari,[2] da allora le sue composizioni vengono eseguite regolarmente in molte istituzioni italiane ed europee. Il suo linguaggio musicale mette insieme le antiche culture musicali siciliane con le principali tecniche della musica d'avanguardia[3], con un particolare occhio di riguardo verso il minimalismo e il neotonalismo.

Dal 1994 al 2002 è stato direttore artistico del Teatro Massimo[4] impegnandosi attivamente nel progetto della sua riapertura che avvenne dopo 23 anni il 12 maggio 1997 con un concerto dell'Orchestra e del Coro del Teatro diretti da Franco Mannino e dei Berliner Philharmoniker diretti da Claudio Abbado. Insegna Composizione al Conservatorio di Palermo.[5][6] È accademico effettivo dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Teatro musicale[modifica | modifica wikitesto]

  • Sabaoth e Sammael (1994); Sonzogno
  • Averroè, tre scene melodrammatiche da Averroè, Le mille e una notte, Il Cantare del Cid (1999). Testo di Daniele Martino. Personaggi e organico: Averroè (basso), Isabella (soprano), Ibn Arabi (tenore), archi (6.6.3.2.1) tastiera elettrica. Durata 40'; Sonzogno
  • Il Fantasma nella cabina, opera da camera in due atti da "Le inchieste del Commissario Collura" di Andrea Camilleri da una sceneggiatura di Rocco Mortelliti (2002). Libretto di Rocco Mortelliti. Prima rappresentazione: Bergamo, Teatro Donizetti 13 dicembre 2002. Personaggi: Cecè Collura (tenore), Candida Meneghetti (soprano),Stefania Biroli (soprano), Il Comandante (baritono), Giorgia (voce non impostata o mezzosoprano), Scipio Premuda (tenore), Nunzio Esposito (tenore), Francesco de Looyk (basso), Rocco (attore-mimo). Coro (piccolo): uomini, donne. Organico: 1.1.1.1 / 1.1.0.0 / Perc. (1 esec.), tastiera, archi (minimo 4.4.2.2.1 o multipli); sul palcoscenico: pianoforte o tastiera. Durata: 110'; Sonzogno[8][9]
  • Il mistero del finto cantante, opera da camera in un atto (2002-03). Libretto di Rocco Mortelliti, da "Le inchieste del Commissario Collura" di Andrea Camilleri. Prima rappresentazione: Siena, Accademia Chigiana, 14 luglio 2003, direttore Federico Longo. Personaggi: Cecè Collura (tenore), Il Comandante (baritono), Scipio Premuda (tenore), Joe Bolton (voce), Giorgia (mezzosoprano), Agata Masseroni (soprano), Laura Spoto (soprano), Rocco (attore), Mister Mc Givern (attore). Comparse: crocieristi. Organico: 1.0.1.0 / 0.1.0.0 / trg, t-t, guiro, batteria jazz, vibr, voce Andrea Camilleri su cd / pianoforte - tastiera / archi (2.1.1.1.). Durata: 55'; Ricordi
  • Che fine ha fatto la piccola Irene?, opera da camera in un atto (2002-03). Libretto di Rocco Mortelliti, da "Le inchieste del Commissario Collura" di Andrea Camilleri. Prima rappresentazione: Siena, Accademia Chigiana, 14 luglio 2003, direttore Federico Longo. Personaggi: Cecè Collura (tenore), Il Comandante (baritono), Scipio Premuda (tenore), Giorgia (mezzosoprano), Laura Spoto (soprano), Inserviente (attore). Comparse: crocieristi. Organico: 1.0.1.0 / 0.1.0.0 / trg, tamb. siciliano, vibr, voce Andrea Camilleri su cd / pianoforte - tastiera / archi (2.1.1.1.). Durata: 50'; Ricordi
  • Sette storie per lasciare il mondo, 2006, opera per musica e film di Roberto Andò e Marco Betta 22 settembre 2006 Teatro Massimo Bellini di Catania,regia di Roberto Andò, musica di Marco Betta, direttore Antonino Manuli, soprano Gabriella Costa, baritono Carmelo Corrado Caruso, con la partecipazione di Donatella Finocchiaro voce recitante, Fratelli Mancuso, Coro Memento Domini delle confraternite del Venerdì Santo di Mussomeli Caltanissetta Giovanni Di Salvo voce di carrettiere; Ricordi
  • Natura viva, 2010, opera, libretto scritto da Ruggero Cappuccio, rappresentata a Firenze durante la stagione 73º Maggio Musicale Fiorentino, giugno 2010

Balletti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il viaggio del Commissario Collura, balletto in un tempo dai frammenti del diario di bordo del Commissario Collura (2004); Libretto di Rocco Mortelliti, da "Le inchieste del Commissario Collura" di Andrea Camilleri. Prima rappresentazione: Verona, Teatro Filarmonico, 8 dicembre 2004 direttore David Coleman — coreografa Maria Grazia Garofoli, Orchestra e Corpo di Ballo della Fondazione Arena di Verona. Personaggi: Cecè Collura – Laura Spoto – Attore – Corocieristi. Organico: 1.0.1.0 / 0.1.0.0 / trg, t-t, tom-toms, guiro, tamb. siciliano, batteria jazz, voce Andrea Camilleri su cd pianoforte/ archi. Durata: 30'; Ricordi

Composizioni per orchestra (anche con solisti vocali e/o strumentali e/o coro)[modifica | modifica wikitesto]

  • Città azzurra "dall'alba all'alba" per fagotto e orchestra (2005); Ricordi[10]
  • Corone di pietra per tenore, coro e orchestra (2003-2004), testo di Daniele Martino; Ricordi
  • Lacrime per orchestra (2004); In memoria di tutte le vittime della mafia e della violenza; 1. Andante sostenuto – osservazione del cielo; 2. Andante – I 58 giorni di Palermo, 23 maggio-19 luglio 1992, In memoria delle stragi Falcone e Borsellino; 3. Andante – Lacrime e Angeli; Ricordi
  • Lux æterna per soprano, tenore, coro e orchestra (1993 ), testo di Vincenzo Consolo dal Requiem per le vittime della mafia (opera collettiva, 1993); Sonzogno[11]
  • Magaria per voce recitante e orchestra (2001), testo di Andrea Camilleri; Sonzogno[12]
  • Resurrexi per coro e orchestra (2000), dalla Missa Solemnis Resurrectionis; Sonzogno
  • Senti l'eco, aria per orchestra (1989); Ricordi
  • Sorpresa, aria per soprano e orchestra (1993), testo di Dario Oliveri; Ricordi

Musica strumentale e da camera[modifica | modifica wikitesto]

  • Ballata per violino e pianoforte (1991); Ricordi
  • Cadentia Sidera fantasia per pianoforte e archi (1990); Ricordi
  • In ombra d'amore ballata per viola (1988); Ricordi
  • Maiores umbrae per cinque strumenti (1989); Ricordi
  • Soledad per undici archi (1992); Ricordi
  • Ultimo canto per viola (2001, in memoria di Francesco Pennisi); Ricordi
  • Ombre sul mare per pianoforte, clarinetto basso, viola, violoncello e contrabbasso (2003)

Musiche di scena[modifica | modifica wikitesto]

Musiche per film[13][modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

CD[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Enciclopedia della Musica, in De Agostini, Istituto Geografico De Agostini S.p.A., Novara, 1995, p. 126, ISBN 88-415-2055-8.
  2. ^ http://www.ricordi.it/compositori/b/marco-betta
  3. ^ Federazione CEMAT - Opere
  4. ^ http://www.sonzogno.it/compositori/template4.asp?id=194
  5. ^ Marco Betta nell'Enciclopedia Treccani
  6. ^ Betta, Marco, in DIZIONARIO DELLA MUSICA E DEI MUSICISTI UTET, APPENDICE 2005, Torino, UTET, 2004, pp. 56–57, ISBN 88-02-06216-1.
  7. ^ Andrea Merli, COSENZA: Bellini-Ultime luci, la nuova opera di Marco Betta, al Teatro Rendano, in l'opera, Anno XI, N.104, Milano, gen 1997, pp. 24–25.
  8. ^ Teatro - Il fantasma nella cabina
  9. ^ Mimma Forlani, Il fantasma nella cabina, Stagione Lirica 2002, Bergamo (Italy), Stamperia Stefanoni, 2002, pp. 267–324.
  10. ^ Riccardo Viagrande, Il Concerto dalle origini al novecento, Monza, casa musicale eco, 2011, pp. 147-153, ISBN 978-88-6053-435-4.
  11. ^ Vincenzo Consolo, Requiem per le vittime della mafia, Palermo, Ila Palma, 1993, p. 26, ISBN 88-7704-189-7.
  12. ^ Magarìa
  13. ^ Marco Betta - CinemaItaliano.info

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Scritti su Marco Betta:

  • Simone Piraino, "Ritratti dal vivo. La musica di Marco Betta, Giovanni D'Aquila e Riccardo Riccardi", ABEditore, Milano, 2012, ISBN 978-88-6551-134-3
  • Lina Maria Ugolini, "La musica nel tempo dei fiori di cappero", (Prefazione di Marco Betta). rueBallu edizioni, Palermo, 2011.

Video[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN268820886 · ISNI (EN0000 0003 8333 9909 · SBN IT\ICCU\LO1V\158058 · LCCN (ENn94119562 · BNF (FRcb14843282c (data)