Lost in Paradise (Evanescence)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lost in Paradise
LIPvideo.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaEvanescence
Tipo albumSingolo
Pubblicazione25 maggio 2012
Durata4:42
Album di provenienzaEvanescence
GenerePower ballad
EtichettaWind-up Records
ProduttoreNick Raskulinecz
Registrazione2011
Evanescence - cronologia
Singolo precedente
(2012)
Singolo successivo
(2012)

Lost in Paradise è una canzone della rock band statunitense Evanescence, estratta come terzo singolo dal loro omonimo terzo album, Evanescence (2011). È stata scritta dalla frontwoman Amy Lee e prodotta da Nick Raskulinecz. Un'anteprima della canzone fu pubblicata su MTV News il 15 luglio 2011. Musicalmente, la canzone è una ballata rock che inizia con il piano, i violini e la voce della Lee prima che la band entri a metà canzone. Il testo è stato ispirato dalle lotte nella vita della Lee. La Lee ha anche dedicato questa canzone ai suoi fan, per scusarsi della lunga assenza, e ha anche spiegato che il testo parla delle difficoltà trovate nel ritrovare gli Evanescence.

La canzone ha ricevuto generalmente riscontri positivi dai critici musicali, che hanno lodato la voce e l'accompagnamento del piano della Lee, evidenziando il brano come uno dei migliori dell'album. Seguendo le vendite digitali di Evanescence, la canzone si è piazzata al 99º posto nella classifica americana Billboard Hot 100 e al 9º posto nella Official Rock & Metal Chart. Si è inoltre piazzata ai posti 39, 89 e 174 rispettivamente nella Schweizer Hitparade, Canadian Hot 100 e Official Singles Chart. La band ha anche aggiunto il brano nella scaletta del loro terzo tour mondiale.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Lost in Paradise è stata ispirata da Jóga (1997) di Björk (nella foto)[1]

Lost in Paradise è stata scritta da Amy Lee durante la produzione gestita da Nick Raskulinecz[2]. La canzone è stata registrata al Blackbird Studio di Nashville, Tennessee nel 2011[2]. Un'anteprima della canzone, prima dell'uscita dell'album, fu pubblicata su MTV News il 15 luglio 2011[3]. Durante un'intervista, la Lee disse:

« È la canzone che ci fa piangere... cioè, letteralmente, solo qui, durante la lavorazione, ci sono state lacrime. Adoro questa canzone. Quando la stavo scrivendo, non era nulla; era solo pura, solo per me. La stavo letteralmente scrivendo solo per me, per calmare i miei sentimenti esprimendoli. E ho pensato 'Piano, voce, posso registrarla da sola a casa mia, e sarà un brano... sarà una bonus track da qualche parte o qualcosa del genere. [...] Ma poi... mentre lavoravamo ad altre canzoni - concentrandoci di più sulle canzoni rock - ho continuato ad ascoltarla per divertimento, perché era mia, e l'ho inviata a Nick dicendogli 'Voglio che tu la senta... Più l'ascolto, più sento che significa qualcosa'. E lui, immediatamente, mi risponde 'Dobbiamo fare questa canzone'. E fu una sua idea introdurre la band e inizialmente dicevo 'Non capisco'. Ma una volta che l'abbiamo fatta, tutto fu chiaro, in un modo che non avevo mai pensato prima. È perfetta; era destinata a essere come è.[3] »

La Lee andò nei Toronto's Liberty Studios il 22 agosto per presentare cinque canzoni registrate di Evanescence davanti a un pubblico selezionato di 30 persone[4][5]. Lost in Paradise fu una delle cinque[4][5]. Durante un'intervista con Fuse TV nel maggio del 2012, la band ha rivelato che la canzone sarebbe stata il terzo singolo insieme alla realizzazione di un video musicale. Allo stesso tempo, due altre canzoni dell'album, "Made Of Stone" e "The Other Side" saranno trasmesse alle radio rock[6].

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Lost in Paradise è una ballata symphonic rock[7][8], piano[9] e power[10], ispirata dall'amore che la Lee prova per gli Evanescence e dalle riflessioni personali sulle lotte del suo passato[3][11]. Ha rivelato che, dopo aver deciso di prendere una pausa, ha passato molto tempo con suo marito a fare cose normali nella sua vita, ma si sentiva ancora come se non fosse "intera"[12]. Invece, si sentiva persa e le mancava il suo lavoro con la band e il processo di scrittura[12]. Dopo, ha deciso di scrivere la canzone per chiedere scusa ai suoi fan per essere stata lontana per così tanto tempo[13]. Dopo un inizio con il piano e la voce della Lee, la canzone si costruisce lentamente, "stratificandosi su appassionanti violini, timpani risonanti e, a metà canzone, su assordanti corde di chitarra" come affermato da James Montgomery di MTV News[3]. James Montgomery di MTV News affermò che la canzone aveva somiglianze con la canzone "Jóga" (1997) dell'artista islandese Björk, cosa confermata dalla Lee: "È una canzone che mi ispira molto. L'ascolto un sacco di volte da una vita. E per me, Björk, ciò che crea il suo stile sono i violini, gli elementi orchestrali, e quella passione che crea.... ti fa sciogliere il cuore. Questo mi ispira totalmente e quella canzone mi ha ispirata"[3]. Tom Goodwyn della NME ha trovato somiglianze tra Lost in Paradise e My Immortal, una canzone del primo studio album della band, Fallen, "prima che fosse registrata di nuovo con quello scoppio massiccio di chitarre"[9].

Il Singolo[modifica | modifica wikitesto]

Quello di Lost in Paradise è l'ultimo singolo commerciale estratto dall'omonimo album della band, nonché l'ultimo ad essere stato pubblicato sotto la Wind-up Records il 25 maggio 2012. Questo è quello che dichiarò Amy sulla pubblicazione del singolo qualche giorno dopo[14]:

« Q: Nel singolo è stata aggiunta una versione live della vecchia ballata "My Immortal"...
Amy: Non sono stata io! A questa cosa non ho mai detto di sì, di questo ne è responsabile la casa discografica.
Q: Così eri fortemente contraria ad essa?
Amy: Sì, io non pagherei nulla per un singolo, che contenga solo e soltanto il nuovo singolo. Mi sarei concentrata solo su nuova musica. Recentemente, non chiedetemi troppo se li ho pubblicati o no. Semplicemente pubblicano qualunque merda vogliono. »

  • Digital Single[6]
  1. Lost in Paradise - 4:43
  2. Lost in Paradise (Live) - 4:29
  3. My Immortal (Live) - 4:02

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video è stato prodotto mettendo insieme le varie registrazioni dei fan effettuate durante il tour mondiale della band.

Il video ufficiale di Lost In Paradise è stato pubblicato nel 2013 sul canale ufficiale di YouTube della band[15], il giorno di San Valentino. Il video, che si configura come un collage di numerose registrazioni live amatoriali e non, è stato diretto da Blake Judd, prodotto dagli Evanescence, JuddFilms e Milk Products e pubblicato da Todd Tue[15].

Il videoclip ha visto la luce quasi un anno dopo la pubblicazione effettiva del singolo. Già in un'intervista con Fuse TV (maggio 2012) la band aveva confermato che sarebbe stato sicuramente prodotto un video di questa canzone[16]. Durante la videointervista tenuta dai fan su Google +, Amy aveva dichiarato che avrebbero incominciato a registrare il video subito dopo aver concluso il Carnival Of Madness Tour[17]. Il 10 novembre del 2012, il giorno dopo l'ultimo concerto del tour, Amy postò un annuncio su Twitter, dove invitava tutti i fan a inviare le migliori registrazioni delle esibizioni live della canzone, fatte durante i numerosi concerti del tour mondiale della band[18][19].

Quattro mesi dopo l'annuncio, il video fu finalmente pubblicato il giorno di san Valentino (14 febbraio 2013), come omaggio della band per i fan. In un'intervista pubblicata il primo marzo 2013, Amy ha dichiarato quanto per lei fosse importante fare un video sulla canzone anche se con un finanziamento irrisorio:

« Fare questo video è stato fantastico perché ho pensato che, anche se non lo si fosse pubblicato, avrei voluto soltanto mettere insieme tutto quanto e documentarlo a me stessa perché avevo sempre voluto fare un video di Lost In Paradise. Non avevamo il budget per fare un grande, enorme video alla vecchia scuola Evanescence, ma sono veramente contenta di aver fatto ciò. È così commovente, personale e autentico.[20] »

Un lyric video con il testo della canzone è stato caricato nel canale ufficiale della band su YouTube l'11 maggio 2012. Il 17 gennaio 2013 il canale YouTube di Amp Rock TV ha caricato una performance live del brano con Amy Lee al pianoforte[21].

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ha ricevuto generalmente riscontri positivi dai critici contemporanei. James Montgomery di MTV News ha scritto che la canzone è "senza dubbio epica e categoricamente cruda, una canzone che riesce a sembrare sia onnicomprensiva che intima, spesso allo stesso tempo". Nella sua recensione di Evanescence, Rick Florino di Artistdirect concluse dicendo "Il centro dell'album è l'elegante ballata oscura 'Lost in Paradise'. È in Paradiso che il genio della Lee levita in prima linea e più di spicco. Ha dipinto un intenso quadro di desiderio per la redenzione dallo struggente canto 'We've been falling for all this time and now I'm lost in paradise' (Stiamo cadendo da tutto questo tempo e ora sono persa in paradiso)." In un'altra recensione, ha chiamato la canzone "la straordinaria ballata dell'album". Ciò fu più o meno riecheggiato da Steve Beebee di Kerrang! che chiamò la canzone una "maestosa ballata". Dane Prokofiev di PopMatters disse che la canzone era una delle due con "Erase This" che davvero ha attirato la sua attenzione. Edna Gundersen di USA Today ha messo la canzone nella sua lista di canzoni da considerare per il download. Mark Lepage di Montreal's The Gazette concluse che l'intenzione della Lee era scrivere una canzone per le ragazze.

Chad Grischow di IGN scrisse: "la voce celestiale della Lee si adatta all'ossessione dell'album con la frustrazione emozionante e la devastazione di una rottura, maturando con toni desiderosi di romanticismo come la meravigliosa ballata power Lost in Paradise, dove la sua ansimante voce si sveglia all'inizio come se chiedesse appassionatamente scusa per non aver sostenuto il ragazzo che credeva in lei". Lewis Corner di Digital Spy affermò che la canzone "continua la tendenza di ballata rock dagli occhi neri con una magistrale sessione di violini e testi disperati e sofferti." Una ulteriore recensione per la canzone fu scritta da Marc Hirsh di The Boston Globe, che affermò che il tempo lento della canzone fornito dal piano e dai violini la rende una lagna dove "la band stessa lascia davvero poco spazio per respirare". Christa Titus di Billboard scrisse che la voce della Lee era "potente e flessibile come non mai" nelle "profonde cantilene che introducono 'Lost in Paradise'".

Performance dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

La band ha aggiunto Lost in Paradise alla scaletta del loro terzo tour mondiale[22]. Mentre recensiva una performance della canzone, Rick Florino di Artistdirect affermò "Parlando di prodezza vocale, la Lee raggiunge un livello leggendario durante 'Lost In Paradise'. Seduta al piano al centro del palco, fa un ingresso con una melodia luccicante e struggente, un amo ipnotico. Spogliato di ogni magnificenza e circostanza, il talento della Lee ti pietrifica. Appena la canzone si è costruita, la band entra arricchendo l'eterna ballata con un peso distinto"[23]. Insieme a "Bring Me To Life", la canzone fu suonata nella performance della band con un'orchestra live al Premio Nobel per la Pace a Oslo, Norvegia, l'11 dicembre 2011[24][25].

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo la pubblicazione digitale dell'album Evanescence, Lost in Paradise si è piazzata al 39º posto nella Swiss Singles Chart il 23 ottobre 2011[26]. Nella Billboard Hot 100 negli Stati Uniti, la canzone ha debuttato al 99º posto nella settimana del 16 ottobre 2011[27]. La stessa settimana si è piazzata nella Hot Digital Songs e nella Canadian Hot 100 rispettivamente ai posti 53[28] e 89[29]. La canzone ha inoltre debuttato al 9º posto della Official Rock & Metal Chart nella settimana del 22 ottobre del 2011[30]. Dopo che venne pubblicata come singolo, al 71º posto della Austrian Singles Chart nella settimana dell'8 luglio 2012[31].

Classifica (2011/12) Posizione
massima
Austria[31] 71
Canada[29] 89
Italia[32] 31
Regno Unito[33] 174
Regno Unito (rock & metal)[30] 9
Stati Uniti[27] 99
Stati Uniti (digital)[28] 53
Stati Uniti (rock digital)[34] 7
Svizzera[26] 39

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Paese Data Formato Etichetta
Australia[6] 25 maggio 2012 Digital download Wind-up Records
Austria[35]
Belgio[36]
Canada[37]
Danimarca[38]
Finlandia[39]
Grecia[40]
Irlanda[41]
Israele[42]
Italia[43]
Lussemburgo[44]
Messico[45]
Norvegia[46]
Nuova Zelanda[47]
Paesi Bassi[48]
Portogallo[49]
Spagna[50]
Svezia[51]
Svizzera[52]
Regno Unito[53] 27 maggio 2012
Francia[54] 28 maggio 2012
Germania[55]
Giappone[56]
Italia[57] 8 giugno 2012 Radio

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Evanescence's 'Lost In Paradise': Hear A Preview Now!
  2. ^ a b Note di copertina di Evanescence (album), Evanescence, Wind-Up Records, Compact Disc, 2011.
  3. ^ a b c d e James Montgomery, Evanescence's 'Lost In Paradise': Hear A Preview Now!, in MTV News, 15 luglio 2011. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  4. ^ a b Karen Bliss, Amy Lee Previews New Evanescence Songs, in Rolling Stone, 23 agosto 2011. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  5. ^ a b Karen Bliss, Backbeat: Amy Lee Attends EMI Canada's Invitation-Only Playback Of New Evanescence Songs, in Billboard, 25 agosto 2011. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  6. ^ a b c Lost in Paradise - Single, su Apple.com, iTunes. URL consultato il 2 giugno 2012.
  7. ^ Dane Prokofiev, Evanescence: Evanescence, in PopMatters, 19 ottobre 2011. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  8. ^ Lewis Corner, Evanescence: 'Evanescence' - Album review, su Digital Spy. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  9. ^ a b Tom Goodwyn, First Listen – Evanescence, 'Evanescence', in NME, 29 settembre 2011. URL consultato il 17 ottobre 2011.
  10. ^ Chad Grischow, Evanescence: Evanescence Review, in IGN, 12 ottobre 2011. URL consultato il 19 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2011).
  11. ^ Steve Beebee, Evanescence - Evanescence review (Wind-up Records) (JPG), in Kerrang!. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  12. ^ a b Rick Florino, Evanescence Talks New Album, "Lost In Paradise", Writing Lyrics, "Inception", and More, in Artistdirect, 19 ottobre 2011. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  13. ^ Evanescence Track By Track (Part 2) video, su NME. URL consultato il 19 ottobre 2011.
  14. ^ ROZHOVOR S EVANESCENCE: AMY LEE JE PERFEKCIONISTKA, 31 maggio 2012. Vedi l'intero stralcio dell'intervista tradotta su The Evanescence Reference Archiviato il 17 giugno 2016 in Internet Archive..
  15. ^ a b Il video ufficiale di Lost In Paradise pubblicato sul canale ufficiale degli Evanescence su Youtube.
  16. ^ Evanescence talk no. 1 Debut, Next Album, Fuse TV, maggio 11 2012
  17. ^ Evanescence Carnival of Madness Hangout! - YouTube
  18. ^ Twitter / AmyLeeEV: All right, tour's over, dry
  19. ^ Twitter / AmyLeeEV: Everybody send your best live ...
  20. ^ Catching up with Amy Lee Of Evanescence At The Tenacious D Show At House Of Blues Atlantic City Archiviato il 17 maggio 2013 in Internet Archive., atlanticcityblog.caesars.com, 1º marzo 2013, jmarmo.
  21. ^ THE SESSION - Evanescence - Lost In Paradise - YouTube
  22. ^ Sophie Schillaci, Evanescence at the Palladium: Concert Review, in The Hollywood Reporter, 12 ottobre 2011. URL consultato il 17 settembre 2014.
  23. ^ Rick Florino, Live Review: Evanescence — The Palladium, Hollywood, in Artistdirect, 12 ottobre 2011. URL consultato il 17 settembre 2011.
  24. ^ Jason Le Miere, Video: Evanescence Perform at Nobel Peace Prize Concert, su Revolver, 12 dicembre 2011. URL consultato il 17 settembre 2014.
  25. ^ EVANESCENCE Rocks 18th Annual Nobel Peace Prize Concert In Oslo (Video), su Blabbermouth.net, 12 dicembre 2011. URL consultato il 17 settembre 2014.
  26. ^ a b Evanescence – Lost in Paradise, Swisscharts.com (Swiss Singles Chart). URL consultato il 14 marzo 2014.
  27. ^ a b Evanescence – Chart History, Billboard Hot 100 for Evanescence. URL consultato il 14 marzo 2014.
  28. ^ a b Evanescence – Chart History, Billboard Digital Songs for Evanescence. URL consultato il 14 marzo 2014.
  29. ^ a b Evanescence – Chart History, Billboard Canadian Hot 100 for Evanescence. URL consultato il 14 marzo 2014.
  30. ^ a b 2011 Top 40 Rock & Metal Singles Archive, UK Rock Chart (Official Charts Company), 22 ottobre 2011. URL consultato il 14 marzo 2014.
  31. ^ a b Evanescence – Lost in Paradise, Austriancharts.at (Ö3 Austria Top 40). URL consultato il 14 marzo 2014.
  32. ^ http://www.fimi.it/classifiche#/category:digital/id:997
  33. ^ Update 22.10.2011 (TXT), Zobbel.de (Official Charts Company), 22 ottobre 2011. URL consultato il 14 marzo 2014.
  34. ^ Evanescence – Chart History, Billboard Rock Digital Songs for Evanescence. URL consultato il 14 marzo 2014.
  35. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Austria) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  36. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Belgium) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  37. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Canada) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  38. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Denmark) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  39. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Finland) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  40. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Greece) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  41. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Ireland) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  42. ^ Lost in Paradise - Single, su Apple.com, iTunes, Israel. URL consultato il 2 giugno 2012.
  43. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Italy) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  44. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Luxembourg) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  45. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Mexico) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  46. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Norway) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  47. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (New Zealand) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  48. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Netherlands) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  49. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Portugal) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  50. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Spain) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  51. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Sweden) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  52. ^ Lost in Paradise - Single by Evanescence, iTunes Store. (Switzerland) Apple Inc. URL consultato il 2 giugno 2012.
  53. ^ Lost in Paradise: Evanescence, su Amazon.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2012.[collegamento interrotto]
  54. ^ Lost in Paradise: Evanescence [collegamento interrotto], su Amazon.fr. URL consultato il 10 giugno 2012.
  55. ^ Lost in Paradise: Evanescence [collegamento interrotto], su Amazon.de. URL consultato il 19 maggio 2012.
  56. ^ Lost in Paradise: Evanescence [collegamento interrotto], su Amazon.co.jp. URL consultato il 2 giugno 2012.
  57. ^ "Lost In Paradise" On Air In Italy!, su Evanescence.com, 8 giugno 2012. URL consultato il 9 giugno 2012 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2012).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal