Lingua olandese antica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olandese antico
Parlato inPaesi Bassi, Belgio settentrionale e basso Reno
PeriodoIX secolo - XII secolo[1]
Locutori
Classificaestinta
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Lingue germaniche
  Lingue germaniche occidentali
Codici di classificazione
ISO 639-3odt (EN)
Glottologoldd1237 (EN)
OldDutcharea.png
Area di diffusione dell'antico olandese

L'olandese antico, anche basso francone occidentale antico, è il termine linguistico che distingue la varietà di francone occidentale parlato nell'area degli attuali Paesi Bassi, Belgio settentrionale e nella regione del basso Reno dal 900 circa, al 1200, dopodiché si inizia a parlare di medio olandese. L'antico olandese è considerato il primo stadio di sviluppo del moderno olandese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefan Sonderegger: Althochdeutsche Sprache und Literatur. Eine Einführung in das älteste Deutsch. Darstellung und Grammatik. Seconda edizione, Walter de Gruyter, Berlin & New York, 1987, p. 13, in particolare: „[...] das nur bruchstückhaft bezeugte Altniederfränkisch-Altniederländische (9.–12. Jh.) [...]“. Cfr. p. 16.
Controllo di autoritàGND (DE4120125-5