Lavagnone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lavagnone
PALAFITTA PREISTORICA 3.jpg
Modello di Palafitta preistorica al M.G.Rambotti
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneDesenzano del Garda
Amministrazione
PatrimonioSiti palafitticoli preistorici attorno alle Alpi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°26′11.09″N 10°32′14.68″E / 45.436415°N 10.537412°E45.436415; 10.537412

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Siti palafitticoli preistorici attorno alle Alpi
(EN) Prehistoric Pile dwellings around the Alps
TipoCulturali
Criterio(iii) (iv)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal2011
Scheda UNESCO(EN) Scheda
(FR) Scheda

Il lago del Lavagnone, che è ormai ridotto a torbiera, è stato sede di un sito archeologico palafitticolo in diverse fasi di vita.

Il Museo civico archeologico Giovanni Rambotti di Desenzano del Garda, raccoglie i reperti che sono stati scoperti nel corso di varie ricognizioni e campagne di scavo nel sito del Lavagnone. Tra di questi, spicca il famoso aratro che si ritiene essere il più antico mai rinvenuto a livello mondiale.

Il sito è attualmente (2015) facilmente raggiungibile dalla strada vicinale che porta da Desenzano alla frazione di San Pietro, grazie anche all'inequivocabile segnaletica installata. Insiste su di una proprietà privata e dista 200 metri dal corrispondente ed omonimo cascinale, tuttora stabilmente abitato. Pur ben recintato e potendo contare su un cartello che lo identifica come facente parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanità e che ne spiega brevemente la storia, il sito versa in uno stato di completo abbandono e non è turisticamente fruibile. È attualmente visibile uno scavo che raggiunge al massimo il metro di profondità, ricoperto da grandi teli plastici nei quali ristagna l'acqua piovana.

Le prime tracce di frequentazione risalgono al Neolitico e si riscontra una consistente frequentazione durante l'età del bronzo. Quest'ultima è forse la fase più conosciuta e documentata e con più reperti, dall'età del Bronzo Antico all'età del Bronzo Recente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]