Jurij Sëmin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jurij Sëmin
Yuri Semin 2017.jpg
Nazionalità Unione Sovietica Unione Sovietica
Russia Russia (dal 1991)
Altezza 181 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista e attaccante)
Termine carriera 1980 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1964Spartak Orël16 (6)
1965-1967Spartak Mosca43 (6)
1968-1971Dinamo Mosca95 (20)
1972-1973Qaýrat43 (5)
1974Čkalovec0 (0)
1975-1977Lokomotiv Mosca78 (9)
1978-1980Kuban'94 (14)
Carriera da allenatore
1982Kuban'Vice
1983SKA Pamir
1986-1990Lokomotiv Mosca
1990Nuova Zelanda Nuova Zelanda U-21
1992-2005Lokomotiv Mosca
2005Russia Russia
2005-2006Dinamo Mosca
2007-2009Dinamo Kiev
2009-2010Lokomotiv Mosca
2010-2012Dinamo Kiev
2013-2014Qəbələ
2014-2015Mordovija
2015Anži
2016-2020Lokomotiv Mosca
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 agosto 2016

Jurij Pavlovič Sëmin (in russo: Юрий Павлович Сёмин?, traslitterazione anglosassone: Yuri Semin o anche Syomin; Orenburg, 11 maggio 1947) è un allenatore di calcio ed ex calciatore sovietico e dal 1991 russo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricoperto la carica di generale di corpo d'armata dell'esercito sovietico.[1][2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha passato prevalentemente la carriera alla Lokomotiv Mosca come allenatore dove ha raggiunto degli ottimi risultati.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Mosca: 1970

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Lokomotiv Mosca: 1995-1996, 1996-1997, 1999-2000, 2000-2001, 2016-2017, 2018-2019
Lokomotiv Mosca: 2002, 2004, 2017-2018
Lokomotiv Mosca: 2003, 2005, 2019
Dinamo Kiev: 2008-2009
Dinamo Kiev: 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi è Miranchuk, il fantasista che piace all’Atalanta, su gazzetta.it. URL consultato il 18 agosto 2020.
  2. ^ a b Ecologisti, ex generali, promesse mancate e... un "raccomandato". Il Lokomotiv Mosca ai raggi X, su gazzetta.it. URL consultato il 18 agosto 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]