Inulina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Inulina
formula di struttura
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C6nH10n+2O5n+1
Massa molecolare (u) ≈5000
Aspetto polvere bianca
Numero CAS

9005-80-5

Numero EINECS 232-684-3
PubChem 24763
DrugBank DB00638
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua poco solubile
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P ---[1]

L'inulina è un polimero glucidico con peso molecolare minore dell'amido (circa 5000 Da), poco solubile in acqua e totalmente accumulato nei vacuoli. Trattasi del polimero del β-D-fruttosio, dove i monomeri sono uniti con legami β-1,2-glicosidici.

Per azione dell'enzima inulasi l'idrolisi risultante produce fruttosio.

L'inulina è presente soprattutto nei tuberi di topinambur, nella cicoria e nelle radici di scorzonera. Non è digeribile dall'uomo, dal punto di vista alimentare rappresenta una fibra solubile. In ambito medico l'escrezione urinaria di inulina precedentemente somministrata è uno dei metodi utilizzati per determinare la velocità di filtrazione glomerulare (VFG).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 26.01.2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]