Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Hoshin Engi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hoshin Engi
封神演義
(Hōshin engi)
Hoshin Engi manga.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Generefantasy
Manga
AutoreRyu Fujisaki
EditoreShūeisha
RivistaWeekly Shōnen Jump
Targetshōnen
1ª edizione1996 – 2000
Tankōbon23 (completa)
Editore it.Star Comics
1ª edizione it.marzo 2007
Volumi it.23 (completa)
Testi it.Rieko Fukuda, Andrea Pietroni
Serie TV anime
Senkai-den Hōshin engi
AutoreRyu Fujisaki
RegiaJunji Nishimura
Char. designTadashi Kojima
MusicheRyu Sakai
StudioStudio Deen, TV Tokyo
ReteTV Tokyo
1ª TV3 luglio – 25 dicembre 1999
Episodi26 (completa)
Durata25 min

Hoshin Engi (封神演義 Hōshin engi?), conosciuto anche come Soul Hunter, è un manga fantasy di Ryu Fujisaki, e pubblicato in Giappone dalla Shueisha nello Shonen Jump. Consta di 23 tankōbon, ed è giunta anche in America grazie alla Viz Media, con uscite bimestrali a partire dal 5 giugno 2007[1]. In Italia è stato pubblicato dalla Star Comics.

Hoshin Engi è liberamente ispirato da un antico poema cinese chiamato Fengshen Yanyi. La storia si svolge nella leggendaria storia della Cina, in particolare tra gli ultimi membri degli Yin in chiave rivista e modernizzata. La storia è stata adattata in un anime, trasmesso sulla TV giapponese TV Tokyo nel 1999 per un totale di 26 episodi, e venne distribuito nel Nord America in DVD col nome di Soul Hunter (cacciatore di anime) nel 2001. I personaggi della serie appaiono anche nel Jump Ultimate Stars.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia è ambientata in una Cina leggendaria. Un meraviglioso spirito femmina di volpe di nome Dakki So sta controllando l'imperatore Chuu-oh e l'amministrazione nella dinastia Yin, e sta usando il suo potere su di lui per fare del male nella nazione.

Un immortale in allenamento di nome Taikobo viene scelto dal grande saggio immortale per il progetto Hoshin, attraverso il quale si cercherà di fermare o distruggere i demoni maligni che infestano il mondo. Nel corso delle sue avventure, Taikobo incontra e si unisce ad altri potenti compagni e si prepara per scacciare via i demoni ed eventualmente distruggere la stessa Dakki.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Voce sull'Anime News Network in cui si parla della notizia, su animenewsnetwork.com. URL consultato il 20 maggio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga