Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Capitan Tsubasa World Youth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capitan Tsubasa World Youth
キャプテン翼 ワールドユース編
(Kyaputen Tsubasa Wōrudo Yūsu hen)
Ctwyh 1.jpg
La copertina del primo numero del World Youth uscito in Italia
Genere spokon
Manga
Autore Yoichi Takahashi
Editore Shūeisha
Target shōnen
1ª edizione 1994 – 1997
Tankōbon 18 (completa)
Editore it. Star Comics
Collana 1ª ed. it. Techno
1ª edizione it. marzo 2003 – agosto 2004
Periodicità it. mensile
Volumi it. 18 (completa)
Preceduto da Capitan Tsubasa (manga)
Seguito da Captain Tsubasa Road to 2002

Capitan Tsubasa World Youth (キャプテン翼 ワールドユース編 Kyaputen Tsubasa Wōrudo Yūsu hen?) è un manga della serie di Capitan Tsubasa (Captain Tsubasa). Esiste anche la versione animata, Captain Tsubasa J, conosciuta in Italia con il titolo di Che campioni Holly e Benji!!!.

Nel 1994 Tsubasa torna sulle pagine di Shōnen Jump con la serie World Youth, che si concluderà nel 1997, dopo qualche problema nei rapporti tra l'editore (la Shūeisha) e l'autore, che influirà sull'andamento della storia (si pensi alla semifinale con i Paesi Bassi ridotta a due sole pagine). Gli episodi di questa serie usciti su Shōnen Jump sono stati in seguito raccolti in 18 tankoubon. Successivamente in Giappone è uscita una ristampa di 10 volumi.

In Italia il manga è stato pubblicato dalla Star Comics sulla testata Techno dal marzo 2003 all'agosto 2004. Per evitare problemi con la FIFA la Star Comics ha dovuto storpiare i nomi di squadre e giocatori reali (per esempio l'Inter è diventata Interland, la Juventus Juvenile, la Sampdoria Sampdoriana, il Colonia Kern, Baggio Gaggio, Maradona Saradona ecc.). La traduzione italiana non è esente da errori di traduzione come le traslitterazioni errate (Hyuga continua a essere chiamato erroneamente Hiyuga e il giocatore dell'Arabia Saudita Vulkan diventa improvvisamente Balkan).

La trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia inizia con Rob Denton che entra nella squadra primavera dell'Inter e con Tsubasa che, entrato nel San Paolo, vince il campionato brasiliano battendo in finale il Flamengo di Carlos Santana per 4-3. La serie prosegue con la nazionale Giapponese che senza Kojiro Hyuga, Nitta, i Tachibana, Jito, Makoto Soda e Taro Misaki (Tom Becker), mandati ad affinare il loro talento lontano dal ritiro nipponico, supera con difficoltà il girone di qualificazione composto da Taiwan, Guam e dalla forte Thailandia.

Poi, con il reintegro in squadra di questi sette, la compagine giapponese sconfigge Uzbekistan (8-1), Emirati Arabi Uniti (6-0), Arabia Saudita (4-1), Cina (6-3), Iraq (3-0) e Corea (2-0) vincendo l'Asian Youth e qualificandosi ai Mondiali Under 20 che si terranno in Giappone, il World Youth appunto. Misaki si infortuna in un incidente stradale e quindi il Giappone deve a fare a meno di lui.

Il Giappone senza Misaki gioca la sua prima partita del World Youth contro il Messico del fortissimo portiere Espadas. Tsubasa per via di un infortunio non è in buona forma e non gioca come al solito. Con Tsubasa in pessime condizioni fisiche è il Messico a fare la partita ma non riesce a segnare grazie alle parate del portiere nipponico Wakashimazu (Ed Warner nella versione italiana dell'anime) e alla difesa dei gemelli Tachibana. Il gigantesco centrocampista messicano Garcia infortuna apposta i fratelli Tachibana in modo da indebolire la difesa giapponese e viene espulso. Senza i Tachibana il Messico riesce a passare in vantaggio grazie a una rete dello stesso portiere Espadas, famoso per le uscite dalla sua area di rigore per lanciarsi in attacco. Espadas si rivela quindi non solo un fortissimo portiere, ma anche un fortissimo attaccante e un geniale regista. Dopo il gol dello svantaggio il Giappone tenta di reagire e prova a pareggiare ma tutti i suoi tiri vengono parati da Espadas. Al 90° però Tsubasa reagisce e usa la sua nuova tecnica (Sky dive shot) per provare a segnare il gol del pareggio. Il tiro di Tsubasa viene deviato da Espadas, ma sul pallone respinto si avventa Aoi che segna il gol del pareggio. Il Giappone continua ad attaccare e Hyuga su assist di Tsubasa segna il gol del 2-1 all'ultimo minuto di recupero con il Raiju Shot, piegando la mano di Espadas. Nell'altra partita del girone l'Italia perde per 3-2 contro l'Uruguay. A segnare i tre gol dell'Uruguay è il nippouruguyano Ryoma Hino (Nico nella versione italiana dell'anime), rivale di Kojiro Hyuga.

Il Giappone gioca la sua seconda partita contro l'Uruguay di Ryoma Hino (che ha inventato un nuovo potentissimo tiro, il Tornado shot) e di Victorino. Il Giappone inizia bene la partita e in pochi minuti si porta sul 4-1 ma l'Uruguay non demorde e nel primo tempo segna altri due gol con Hino. Nella ripresa l'Uruguay prima pareggia con Victorino poi si porta in vantaggio grazie a un autogol del difensore nipponico Jito. Il Giappone comunque riesce a segnare due gol in zona Cesarini e a vincere 6-5. Nell'altra partita del girone l'Italia, priva del portiere Gino Hernandez e del difensore Salvatore Gentile, infortunatisi nel tentativo di fermare il Tornado shot di Hino, pareggia 0-0 con il Messico. Nella terza e ultima giornata della fase a gironi l'Uruguay sconfigge il Messico con Espadas infortunato per 2-0 mentre il Giappone sconfigge l'Italia per 4-0. Nonostante l'infortunio, Gentile e Hernandez scendono ugualmente in campo contro il Giappone a quindici minuti dalla fine, e vengono sconfitti entrambi da Aoi. Si qualificano quindi ai quarti di finale le seguenti squadre: Giappone, Uruguay, Germania, Svezia, Paesi Bassi, Argentina, Brasile e Francia.

Ai quarti il Giappone affronta la forte Svezia di Stephan Levin un attaccante dal tiro molto potente capace di infortunare il fortissimo portiere tedesco Muller (Bauer nella versione italiana dell'anime). La partita è molto combattuta, la Svezia attacca ma non riesce a segnare grazie alle parate di Benji e alla marcatura su Levin di Tomeya Akai. Alla fine il Giappone vince la partita per 1-0 grazie al golden gol segnato nel primo tempo supplementare da Holly. Mentre i giapponesi festeggiano la vittoria arrivano i risultati delle altre partite dei quarti: Germania-Argentina 3-2, Olanda-Francia 3-1 e Brasile-Uruguay 6-0.

In semifinale il Giappone batte i Paesi Bassi di Kraifort per 1-0 al golden goal grazie allo sky dive shot di Tsubasa. Nell'altra semifinale il Brasile sconfigge la Germania addirittura 5-0. Tsubasa e i suoi compagni sono stupiti della forza della selecao e sanno che stavolta sarà molto dura vincere. La finale inizia e il Brasile si dimostra molto superiore al Giappone. Tsubasa viene praticamente isolato in campo (tutti i passaggi per lui vengono intercettati) e quindi non può mostrare il suo gioco. Il Brasile attacca ma non riesce a segnare grazie alle parate di Wakabayashi. Alla fine anche Tsubasa arretra e dopo essersi impossessato della palla nella sua area di rigore effettua un passaggio lungo per Hyuga che tira il Raiju shot, tiro che viene però parato dal fortissimo portiere brasiliano Salinas.

Alla fine del primo tempo le squadre vanno negli spogliatoi sullo 0-0, ma il Brasile ha tirato una ventina di volte mentre il Giappone solo una. Nella ripresa il Brasile continua ad attaccare e al 60º minuto riesce a passare in vantaggio con Santana. Subito dopo il gol entra in campo Misaki, fatto che cambia la partita. Infatti prima il Giappone segna il gol del pareggio con Tsubasa poi si porta in vantaggio al 43° del secondo tempo grazie a un twin shot di Tsubasa e Misaki. Subito dopo il gol del vantaggio nipponico entra in campo il fortissimo calciatore Natureza che in zona Cesarini pareggia segnando un gol da fuori area a Genzo Wakabayashi. L'arbitro fischia la fine dei 90 minuti regolamentari e poiché il risultato è ancora in parità si giocano i supplementari. Nel primo tempo supplementare il Giappone attacca e riesce a passare in vantaggio con Tsubasa che dopo aver sconfitto in duello il rivale Natureza segna in rovesciata il golden goal che consegna ai giapponesi il World Youth.

La serie si conclude con Tsubasa che si sposa con Sanae Nakazawa (in Italia Patty), sua fan da sempre, e con i ragazzi della Generazione d'Oro del calcio Giapponese che si affacciano al mondo del calcio professionistico.

Elenco delle partite mostrate nella serie[modifica | modifica wikitesto]

Amichevole (flashback) Nankatsu 11 - 0 Nakahara
Kisugi
Taki
Izawa
Marcatori sconosciuti

Campionato Juniores Nord-Ovest Italia 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter (Interland) Juniores 2 - 1 Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).png Milan (Milano) Juniores
Aoi (2) Marcatore sconosciuto

Campionato Primavera 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter (Interland) Primavera 2 - 3 Nero e Bianco (Strisce).png Juventus (Juvenile) Primavera
Marcatore sconosciuto
Aoi
Marcatori sconosciuti (3)

Campionato Brasiliano CR Flamengo.svg Flamengo 3 - 4 600px Rosso Bianco e Nero con SPFC.png San Paolo
Santana (3) Tsubasa (4)

Bundesliga 600px Azzurro con Rombi bianco nero e bianco.png Amburgo non dichiarato 600px 1FCKOLN su sfondo rosso.png Colonia (Kern)
Marcatore sconosciuto (1) Levin (3)

Test Match (Calcio a 7) Giappone Giappone U-19
(primo gruppo)
2 - 3 Giappone Real Japan 7
Hyuga(2) Urabe
Hino
Yumikura

Qualificazioni campionato asiatico Under 19 Thailandia Thailandia U-19 12 - 0 Guam Guam U-19
F. Konsawat (3)
S. Konsawat (3)
C. Konsawat (3)
Marcatori sconosciuti (3)

Qualificazioni campionato asiatico Under 19 Giappone Giappone U-19 2 – 1
Taipei Cinese Taipei U-19
Matsuyama
Tsubasa
Shi

Qualificazioni campionato asiatico Under 19 Giappone Giappone U-19 5 – 4 Thailandia Thailandia U-19
Tsubasa
Aoi (2)
Aoi e Tsubasa
Misugi
C. Konsawat
S. Konsawat (2)
Bunnaku

Test Match (Calcio a 7) Giappone Giappone U-19
(gruppo degli esclusi dal ritiro)
10 - 2 Giappone Real Japan 7
Jito
Nitta
Hyuga (2)
Marcatori sconosciuti (6)
Hino (2)

Girone B campionato asiatico Under 19 Giappone Giappone U-19 8 – 1 Uzbekistan Uzbekistan U-19
Aoi
Hyuga (3)
Nitta
Marcatori sconosciuti (3)
Marcatore sconosciuto

Girone B campionato asiatico Under 19 Arabia Saudita Arabia Saudita U-19 3 – 0 Uzbekistan Uzbekistan U-19
Marcatori sconosciuti (3)

Girone B campionato asiatico Under 19 Giappone Giappone U-19 4 – 1 Arabia Saudita Arabia Saudita U-19
Misaki
Hyuga (3)
Owairan

Girone B campionato asiatico Under 19 Giappone Giappone U-19 6 – 3 Cina Cina U-19
Tsubasa (3)
Matsuyama
Hyuga (2)
Hisho
Sho (2)

Amichevole (flashback) Meiwa 3 - 4 Avversario sconosciuto
Hyuga (2)
Marcatore sconosciuto
Marcatori sconosciuti (4)

Semifinale campionato asiatico Under 19 Giappone Giappone U-19 3 – 0 Iraq Iraq U-19
Aoi
Hyuga
Tsubasa

Semifinale campionato asiatico Under 19 Arabia Saudita Arabia Saudita U-19 1 – 2 Corea del Sud Corea del Sud U-19
Vulkan Cha
Yi

Finale campionato asiatico Under 19 Giappone Giappone U-19 2 – 0 Corea del Sud Corea del Sud U-19
Tsubasa (2)

Campionato Primavera 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter (Interland) Primavera 1 - 0 600px Blu Bianco Rosso e Nero (Strisce Orizzontali) con scudo Bianco e Rosso.png Sampdoria (Sampdoriana) Primavera
Matteo

Girone A World Youth Giappone Giappone U-19 2 – 1 Messico Messico U-19
Aoi
Hyuga
Espadas

Girone A World Youth Uruguay Uruguay U-19 3 – 2 Italia Italia U-19
Hino
Marcatori sconosciuti (2)
Marcatori sconosciuti (2)

Girone A World Youth Giappone Giappone U-19 6 – 5 Uruguay Uruguay U-19
Hyuga (4)
Aoi
Tsubasa
Victorino (2)
Hino (2)
Jito (autorete)

Girone A World Youth Uruguay Uruguay U-19 2 – 0 Messico Messico U-19
Victorino
Hino

Girone A World Youth Giappone Giappone U-19 4 – 0 Italia Italia U-19
Nitta
Hyuga
Aoi (2)

Quarto di finale World Youth Giappone Giappone U-19 1 – 0
(Golden goal)
Svezia Svezia U-19
Tsubasa

Quarto di finale World Youth Germania Germania U-19 3 – 2
Argentina Argentina U-19
Marcatori sconosciuti(3) Marcatori sconosciuti(2)

Quarto di finale World Youth Paesi Bassi Olanda U-19 3 – 1
Francia Francia U-19
Marcatori sconosciuti(3) Marcatore sconosciuto

Quarto di finale World Youth Brasile Brasile U-19 6 – 0 Uruguay Uruguay U-19
Santana (3)
Marcatori sconosciuti (3)

Semifinale World Youth Giappone Giappone U-19 1 – 0
(Golden goal)
Paesi Bassi Olanda U-19
Tsubasa

Semifinale World Youth Brasile Brasile U-19 5 – 0
Germania Germania U-19
Santana(3)
Marcatori sconosciuti(2)

Finale World Youth Giappone Giappone U-19 3 – 2
(Golden goal)
Brasile Brasile U-19
Tsubasa (2)
Tsubasa e Misaki
Santana
Natureza

Le partite del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Qualificazioni campionato World Youth Asia Partite

  • Giappone-Taiwan 2-1
  • Thailandia-Guam 11-0
  • Thailandia-Taiwan 12-0
  • Giappone-Guam 4-0
  • Giappone-Thailandia 5-4
  • Giappone-Uzbekistan 8-1
  • Cina-Eau 6-0
  • Arabia Saudita-Uzbekistan 3-0
  • Giappone-Arabia Saudita 4-1
  • Cina-Uzbekistan 6-0
  • Giappone-Cina 6-3
  • Corea del Sud-Iraq 1-1
  • Arabia Saudita-Cina 1-0
  • Giappone-Iraq 3-0
  • Corea del Sud-Arabia Saudita 2-1
  • Giappone-Corea del Sud 2-0

Campionato World Youth Under 19 Classifiche, partite e finali

Gruppo A

  • Giappone 9
  • Uruguay 6
  • Messico 1
  • Italia 1
  • Giappone-Messico 2-1
  • Uruguay-Italia 3-2
  • Giappone-Uruguay 6-5
  • Messico-Italia 0-0
  • Giappone-Italia 4-0
  • Uruguay-Messico 2-0

Gruppo B

  • Germania 6
  • Svezia 5
  • Colombia 4
  • Usa 1

Svezia-Germania 5-3

Gruppo C

  • Olanda 9
  • Argentina 6
  • Sud Corea 3
  • Ghana 0

Gruppo D

  • Brasile 9
  • Francia 6
  • Camerun 1
  • Arabia Saudita 1

Quarti di finale

  • Giappone-Svezia 1-0
  • Brasile-Uruguay 6-0
  • Germania-Argentina 3-2
  • Olanda-Francia 3-1

Semifinali

  • Giappone-Olanda 1-0
  • Brasile-Germania 5-0

Finale

  • Giappone-Brasile 3-2

Premi

  • Miglior giocatore: Tsubasa Ozora (Giappone)
  • Miglior portiere: Genzo Wakabayashi (Giappone)
  • Capocannoniere: Carlos Santana (Brasile) 16 reti
  • Squadra che ha fatto più gol: Brasile 32

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (JA) Yoichi Takahashi, Captain Tsubasa World Youth Hen, Shueisha, 1994-1997. Trad. ita. in Capitan Tsubasa World Youth, Star Comics, marzo 2003 - agosto 2004.
  • (JA) Yoichi Takahashi, Captain Tsubasa 3109 Nichi Zenkiroku, Shueisha, maggio 2003.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga