Gol Transportes Aéreos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gol Transportes Aéreos
Logo
PR-GYC (Gol Linhas Aéreas Inteligentes).png
StatoBrasile Brasile
Borse valori
Fondazione2000 a Rio de Janeiro
Sede principaleRio de Janeiro
ControllateMAP Linhas Aéreas
Persone chiavePaulo Kakinoff (CEO)
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Fatturato3 miliardi di $ (2018)
Utile netto-200,8 milioni di $ (2018)
Sito webwww.voegol.com.br
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATAG3
Codice ICAOGLO
Indicativo di chiamataGOL TRANSPORTE
Primo volo15 gennaio 2001
Hub
Frequent flyerSmiles
Flotta132 (nel 2021)
Destinazioni66 (nel 2021)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Gol Transportes Aéreos S.A. (abbreviata in GOL) è una compagnia aerea a basso costo brasiliana con sede a Rio de Janeiro mentre i suoi hub principali sono l'Aeroporto di Brasilia, l'Aeroporto di Rio de Janeiro-Galeão, l'Aeroporto di San Paolo-Guarulhos, l'Aeroporto di San Paolo-Congonhas e l'Aeroporto di Fortaleza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi: 2000-2007[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia aerea, ha iniziato le operazioni di volo nel 2001 con un volo da Brasilia a San Paolo[1] mentre il 24 giugno 2004, GOL si è quotata alle borse di New York e San Paolo. Nel 2007, l'azienda era di proprietà di AeroPar Participações (75,5%), Venture (17,6%), American International Group (5,4%) ed Air France-KLM (1,5%).

Acquisizione di Varig: 2007-2010[modifica | modifica wikitesto]

Logo della nuova Varig.
Un Boeing 737-700 della nuova Varig.

Il 28 marzo 2007, GOL ha acquistato parte degli asset di VARIG per 320 milioni di dollari da Volo Group e MatlinPatterson[2], tramite la società denominata "nuova Varig"; tralasciando i debiti nei confronti dei creditori, nella "vecchia Varig" che era sotto protezione fallimentare. Il vettore aereo, ha annunciato che il marchio Varig, avrebbe continuato ad operare come tale, attraverso la denominazione di VRG Linhas Aéreas. L'operazione, tramite la sua controllata GTI, ha richiesto un pagamento in contanti di 98 milioni di dollari, con il saldo attraverso l'assegnazione di azioni senza diritto di voto a VARIG Logística e Volo, che avevano acquisito VARIG nel giugno 2006 per 24 milioni di dollari. La transazione non ha coinvolto la compagnia aerea originale, formalmente conosciuta come "vecchia Varig", che ha continuato ad esistere fino al suo fallimento a metà del 2010 con il nome di Flex Linhas Aéreas. Nel 2009, GOL è stata fusa in VRG Linhas Aéreas consentendo ai marchi Varig e GOL di operare con i codici di volo di quest'ultima[3]. Inizialmente il marchio Varig, ha operato voli di medio raggio charter e di linea, con destinazioni internazionali verso il Sud America e nei Caraibi mediante l'utilizzo del Boeing 737-700 configurato in due classi. Successivamente, ha iniziato ad operare alcuni Boeing 767-300ER configurati, solo in modalità economica, verso destinazioni intercontinentali in Nord America, Europa e Africa. A causa degli obblighi contrattuali, tra il 2006 e il 2009 la "nuova Varig" (VRG Linhas Aéreas), è stata obbligata ad operare un minimo di 140 ore al mese di servizi dalla "vecchia Varig" (Flex Linhas Aéreas). Pertanto, a quel tempo, alcuni dei voli VRG Linhas Aéreas operavano con numeri di volo GOL ma in realtà erano volati con aerei noleggiati da Flex Linhas Aéreas[4]. L'accordo è cessato prima del fallimento di Flex il 20 agosto 2010[5].

Acquisizione di Webjet Airlines: 2011-2019[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 luglio 2011, la società, ha annunciato l'intenzione di acquistare il pieno controllo di WebJet Linhas Aéreas[6] mentre il 7 dicembre dello stesso anno, Delta Air Lines, ha deciso di acquisire il 3% di Gol Transportes Aéreos[7]. L'accordo, oltre ad includere la creazione di voli in code-share reciproci, ha permesso l'allineamento dei vantaggi per i frequent flyer e il trasferimento dei contratti di leasing dei Boeing 767 di GOL a Delta[8]. Il 1º ottobre 2012, Gol Transportes Aéreos, ha confermato un ordine di 60 Boeing 737 MAX, senza specificare il tipo di aeromobile[9]. Il 10 ottobre 2012, l'agenzia di regolamentazione brasiliana, ha approvato l'acquisizione di WebJet Linhas Aéreas con alcune restrizioni operative[10]. Il 23 novembre 2012, il vettore aereo a basso costo, ha interrotto le operazioni di volo e tutti i servizi sono stati incorporati in GOL[11]. A seguito di ciò, l'azienda ha deciso di restituire i Boeing 737-300 di Webjet ai locatori nel 2013[12]. Nel febbraio 2014, Air France–KLM, ha annunciato che avrebbe investito 100 milioni di dollari in GOL, prima della Coppa del Mondo FIFA 2014 e delle Olimpiadi del 2016.

Partnership con TwoFlex: 2019-presente[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda, il 12 aprile 2019, ha annunciato un accordo di federazione con TwoFlex per alimentare i propri hub, grazie ai voli provenienti dagli Stati di Amazonas, Pará e Mato, operati con velivoli Cessna 208 Caravan[13]. Attraverso questa parternship, i voli sono stati commercializzati da GOL nella sua piattaforma di prenotazione ma sono stati gestiti da TwoFlex. A seguito dell'acquisizione da parte di Delta del 20% del gruppo LATAM Airlines, la partecipazione azionaria in GOL, è stata ceduta a terzi. Il 14 gennaio 2020, Azul Brazilian Airlines, ha acquistato TwoFlex[14]; ponendo così fine alla partnership[15].

Acquisto di MAP Linhas Aéreas[modifica | modifica wikitesto]

L'8 giugno 2021 Gol Linhas Aéreas ha annunciato l'acquisto di MAP Linhas Aéreas da Voepass Linhas Aéreas. La transazione ha incluso 26 slot presso l'aeroporto di São Paulo–Congonhas appartenenti a MAP e Voepass[16].

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Al 2022, GOL offre voli internazionali verso Argentina, Repubblica Dominicana, Messico e Uruguay oltre a voli interni verso varie destinazioni in Brasile[17].

Accordi commerciali[modifica | modifica wikitesto]

Al 2022 GOL ha accordi di code-share con le seguenti compagnie[18]:

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Un Boeing 737-700 di GOL.
Un Boeing 737-800 di GOL.
Un Boeing 737 MAX 8 di GOL.

A dicembre 2021 la flotta di GOL è così composta[20]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
Y+ Y Totale
Boeing 737-700 22 42 104 144
Boeing 737-800 89 36 150 186
Boeing 737 MAX 8 21 107[21] 36 144 180 Usati su rotte internazionali
42 144 186 Usati su rotte domestiche
Totale 132 107

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Un Boeing 737-300 di GOL.

GOL operava in precedenza con i seguenti aeromobili[22]:

Aereo Totale Introduzione Ritiro Note
Boeing 737-300 15 2004 2011
Boeing 767-200ER 1 2007 2011
Boeing 767-300ER 4 2007 2011

Programma fedeltà[modifica | modifica wikitesto]

Smiles è il programma frequent flyer di GOL dal 20 luglio 2006. I punti possono essere utilizzati per i servizi di GOL come l'accumulo delle miglia con GOL e dei partner, upgrade delle classi, vacanze, soggiorni in hotel e noleggio auto[23].

Esistono accordi di compartecipazione con il programma Flying Blue di Air France.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ZUPPER - Voar é um Barato!, su Zupper. URL consultato il 22 luglio 2020.
  2. ^ (EN) Brazilian budget airline GOL takes over full control of Varig, su MercoPress. URL consultato il 22 luglio 2020.
  3. ^ Other News - 10/29/2007 | ATWOnline, su archive.vn, 17 gennaio 2013. URL consultato il 22 luglio 2020 (archiviato il 17 gennaio 2013).
  4. ^ Flex Linhas Aéreas (Brasil) - Portal Aviação Brasil, su web.archive.org, 4 aprile 2011. URL consultato il 22 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 4 aprile 2011).
  5. ^ Felipe Niemeyer, Falência da Flex, Rio Sul e Nordeste: Trip deve assumir, su Portal PANROTAS, 20 agosto 2010. URL consultato il 22 luglio 2020.
  6. ^ Fabíola Bemfeito, Gol compra Webjet por R$ 311 milhões, su Portal PANROTAS, 8 luglio 2011. URL consultato il 25 luglio 2020.
  7. ^ (PT) Delta terá participação de 3% na Gol, su Valor Econômico. URL consultato il 25 luglio 2020.
  8. ^ (PT) Gol e Delta firmam acordo comercial para compartilhar voos, su Valor Econômico. URL consultato il 25 luglio 2020.
  9. ^ Boeing, GOL Announce order for 60 737 MAX Airplanes, su MediaRoom. URL consultato il 25 luglio 2020.
  10. ^ (PT) EBC, su memoria.ebc.com.br. URL consultato il 25 luglio 2020.
  11. ^ (PT) Último voo da Webjet está programado para julho de 2013, su O Globo, 6 ottobre 2012. URL consultato il 25 luglio 2020.
  12. ^ (PT) Gol anuncia encerramento das atividades da Webjet e demite 850, su Época Negócios. URL consultato il 25 luglio 2020.
  13. ^ (PT) Passagens Aéreas na GOL, su GOL. Linhas Aéreas Inteligentes.. URL consultato il 25 luglio 2020.
  14. ^ Danilo Teixeira Alves, Azul faz acordo para compra da Two Flex por R$ 123 milhões, su Portal PANROTAS, 14 gennaio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  15. ^ Artur Luiz Andrade, Azul inicia venda de voos operados pela TwoFlex, su Portal PANROTAS, 13 aprile 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  16. ^ (PT) GOL terá todos os slots de MAP e Passaredo no Aeroporto de Congonhas, in AEROIN, 9 giugno 2021. URL consultato il 20 dicembre 2021.
  17. ^ Voos GOL | GOL Linhas Aéreas, su voegol.com.br. URL consultato il 20 dicembre 2021.
  18. ^ (PT) Passagens Aéreas na GOL, su GOL. Linhas Aéreas Inteligentes..
  19. ^ (EN) Alitalia / GOL to Start Codeshare Service from late-November 2013, su Routesonline. URL consultato il 21 agosto 2020.
  20. ^ GOL Transportes Aéreos Fleet Details and History, su planespotters.net.
  21. ^ Boeing: Commercial, su boeing.com. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  22. ^ GOL Transportes Aereos Fleet | Airfleets aviation, su airfleets.net.
  23. ^ Milhas para você voar ainda mais - Smiles, su smiles.com.br. URL consultato il 21 luglio 2020.
  24. ^ Harro Ranter, ASN Aircraft accident Boeing 737-8EH PR-GTD Peixoto Azevedo, MT, su aviation-safety.net. URL consultato il 21 luglio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN145110736 · WorldCat Identities (ENlccn-no2007118375