Gol Transportes Aéreos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando informazioni sull'utilizzo del marchio VARIG, vedi VARIG.
Gol Transportes Aéreos
Logo
Gol B737-800 Curitiba.jpg
StatoBrasile Brasile
Borse valori
Fondazione2000
Sede principaleSan Paolo
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Sito web
Compagnia aerea
Codice IATAG3
Codice ICAOGLO
Indicativo di chiamataGOL TRANSPORTE
Primo volo2001
HubSan Paolo-Guarulhos
Frequent flyerSmiles
Flotta126 (nel 2017)
Destinazioni65[1] (nel 2009)
Banchi accettazione di GOL all'aeroporto di Brasilia

La Gol Transportes Aéreos S.A. (abbreviata in GOL) è una compagnia aerea brasiliana basata a San Paolo.

Gol Transportes Aéreos è il secondo operatore aereo del Brasile; è controllato, insieme a VRG Linhas Aéreas S.A. (ex nuova Varig), da GLAI (GOL Linhas Aéreas Inteligentes S.A.), una holding quotata presso la Borsa di New York e la Borsa di San Paolo.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

La flotta operativa (Settembre 2017)
Aeroplani Totale Ordini Note
Boeing 737-700 32 PR-VBU due classe C 12 e Y112.

PR-VBH e PR-VBO a 149 Posti a sedere.

PR-GEH e PR-GEI a 138 Posti.

Il Resto della Flotta versione -700 hanno 144 Posti a Sedere.

Boeing 737-800 94 Variazione posti da 180 a 189 posti a sedere.
Boeing 737 MAX 60[2]
Totale 126 60

Smiles[modifica | modifica wikitesto]

Smiles è il programma per viaggiatori frequenti di GOL. Il programma conta più di 5.700.000 partecipanti ed è il più grande dell'America Latina.

È suddiviso in 4 categorie: Diamante, Oro, Argento, Blue

Attualmente la Compagnia ha siglato accordi di con diversi vettori aerei, tra cui American Airlines, Air France-KLM ed Iberia L.A.E. sia per l'accumulo che per la riscossione delle miglia.

GOL nel 2013 ha firmato gli accordi di Codeshare con Alitalia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Voos para Destinos Nacionais e Internacionais na GOL Archiviato il 9 gennaio 2010 in Internet Archive..
  2. ^ Boeing: GOL 737 Max Customer Highlights, su www.boeing.com. URL consultato il 2 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146960521