American International Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
American International Group, Inc
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo Public company
Borse valori NYSE: AIG
ISIN US0268747849
Fondazione 1919 a Flag of the Republic of China (1912-1928).svg Shanghai
Sede principale Stati Uniti 70 Pine Street, New York, USA
Persone chiave Robert B. Willumstad, AD
Settore Assicurazioni Servizi finanziari
Prodotti
Fatturato Red Arrow Down.svg68,6 miliardi $ (2013)
Risultato operativo Green Arrow Up.svg9,08 miliardi $ (2013)
Utile netto Green Arrow Up.svg6,7 miliardi $ (2013)
Dipendenti 64.000 (2013)
Sito web www.aig.com

American International Group, Inc. (AIG) è una grande società di assicurazioni statunitense con sede a New York. Ha inoltre un quartier generale in Europa, a Croydon (Londra, Regno Unito) e in Asia, ad Hong Kong (Cina). AIG è la sesta più grande compagnia del mondo secondo l'elenco stilato nel 2007 dal Forbes Global 2000. La società ha fatto parte dell'indice Dow Jones Industrial Average dal 2004 al 2008.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La AIG nasce nel 1919, quando viene fondata da Cornelius Vander Starr a Shanghai. Dopo il successo asiatico Starr decide di espandere l'azienda nei mercati internazionali, come America Latina, Europa e Medio Oriente.

Nel 1962 Starr cedette l'azienda all'statunitense Maurice R. Greenberg. Nel 1969 la compagnia diventa una public company, e Greenberg ne diviene a tutti gli effetti il presidente, carica mantenuta fino al febbraio 2005, quando viene succeduto da Martin Sullivan.

Crisi subprime[modifica | modifica wikitesto]

AIG Tower in Hong Kong

Il 15 giugno 2008 Sullivan, dopo numerose pressioni createsi a causa dell'aggravarsi della situazione finanziaria della compagnia, rassegna le dimissioni. Il suo sostituto fu Robert B. Willumstad, già presente nella dirigenza dell'azienda dal 2006.

Nel 2008 il valore borsistico della AIG ha perso il 40% (con il picco toccato nella giornata di venerdì 12 settembre, nella quale ha perso il 31%), ed inoltre la compagnia ha registrato perdite per 13,2 miliardi di dollari nei primi sei mesi dell'anno[1].

Nel settembre 2008 l'azienda mette in piedi un piano che dovrebbe permettere introiti per 50 miliardi, attraverso la cessione dei beni preziosi della compagnia. Oltre a ciò la compagnia avrebbe richiesto alla Federal Reserve un prestito di 40 miliardi di dollari[1]. A fine settembre 2008 la Federal Riserve concede un prestito da 85 miliardi e contestualmente il Dipartimento del Tesoro Statunitense prende il controllo della maggioranza delle azioni della società.[2] In seguito il governo statunitense tramite il piano TARP incrementato il prestito portandolo a un massimo di 182 miliardi e al possesso del 92% delle azioni.[3] A fine 2012 con la crisi del debito passata e la società oramai tornata in attivo il governo americano vende le sue quote societarie ottenendo una plusvalenza di 22 miliardi di dollari.[4]

Sponsorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nello sport, la compagnia assicurativa è principalmente nota per essere stata, dalla stagione 2006-2007 a quella 2009-2010, lo sponsor ufficiale della squadra di calcio inglese del Manchester United. I quattro anni di sponsorizzazioni alla squadra britannica costarono ad AIG 100 milioni di dollari .

Dal 2012 è lo sponsor degli All Blacks.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Aig vende per evitare il collasso
  2. ^ http://www.corriere.it/economia/08_settembre_17/crisi_usa_aig_fed_4b7ea4e8-8477-11dd-be21-00144f02aabc.shtml
  3. ^ http://formiche.net/2013/09/17/lloyds-aig-hsbc-bailout-mps/ Lloyds, Aig, Hsbc. Quando i salvataggi salvano lo Stato
  4. ^ Treasury Sells Final Shares of AIG Common Stock, Positive Return on Overall AIG Commitment Reaches $22.7 Billion

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN136938646