Gli indifferenti (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gli indifferenti
PaeseItalia, Gran Bretagna
Anno1988
Formatominiserie TV
Generedrammatico
Puntate2
Durata107 minuti
Lingua originaleitaliano, inglese
Crediti
RegiaMauro Bolognini
SoggettoAlberto Moravia
SceneggiaturaMauro Bolognini, Enrico Medioli
Interpreti e personaggi
FotografiaEnnio Guarnieri
MusicheEnnio Morricone
ScenografiaFrancesco Frigeri e Maurizio Pacchi
CostumiPiero Tosi e Aldo Buti
ProduttoreCiro Ippolito
Casa di produzioneLux Produzioni
Prima visione
Dal21 ottobre 1988
Al22 ottobre 1988
Rete televisivaCanale 5
Opere audiovisive correlate
Originariadal romanzo Gli indifferenti di Alberto Moravia
PrecedentiGli indifferenti (1964, regia di Citto Maselli)

Gli indifferenti è una miniserie televisiva del 1988 prodotta da Ciro Ippolito per il mercato televisivo italiano e britannico (con il titolo A Time of Indifference) e distribuita in Italia da Fininvest.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Girata a colori, con sonoro doppiato in lingua italiana ed in lingua inglese, la miniserie è stata diretta da Mauro Bolognini e tratta dal romanzo omonimo di Alberto Moravia che già aveva ispirato nel 1964 un film dal medesimo titolo - Gli indifferenti, appunto - diretto da Citto Maselli. Lo stesso Bolognini è stato, insieme a Enrico Medioli, l'autore della sceneggiatura, fedele alla lettera del soggetto originale.

Le musiche che accompagnano la fiction televisiva sono state firmate da Ennio Morricone mentre la fotografia è dovuta a Ennio Guarnieri ed il montaggio ad Alessandro Lucidi.

Soggetto[modifica | modifica wikitesto]

Il soggetto della fiction è trattato in maniera aderente al testo originale di Moravia, disincantato spaccato di una certa società decadente. Nella fattispecie, viene focalizzata l'entità familiare degli Ardengo, un tempo parte della borghesia, ma poi travolti da una crisi finanziaria. È Leo Merumeci, personaggio cinico e privo di scrupoli, a minacciare più da vicino il patrimonio familiare: per raggiungere il suo scopo egli non esita a interrompere la sua relazione con la vedova Ardengo per prendere come amante la figlia Carla, nonostante l'opposizione dell'altro figlio, Michele.

Il cast[modifica | modifica wikitesto]

La miniserie è stata interpretata, oltre ai protagonisti, anche da (in ordine alfabetico):

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]