Luciano Marin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luciano Marin (Roma, 9 dicembre 1931Roma, 12 novembre 2019) è stato un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di friulani insediati a Roma per lavoro, divenne uno dei volti più importanti dei maggiori fotoromanzi italiani, pubblicati tra gli altri su Sogno e Grand Hotel.

In quest'ambito interpretò tra l'altro "La suora bianca" con Nadia Marlowa e Alfredo Zammi ("I romanzi di Sogno" n.145, 15 settembre 1962).

Venne poi scelto per il cinema da Pietro Germi per la parte di un giovane operaio fratello della protagonista de L'uomo di paglia. Benché i film successivi (3 straniere a Roma, I tartassati, Primo amore) lo confermassero come giovane attore "di sicure speranze", alla metà degli anni sessanta "esaurí ben presto le sue potenziali, indubbie capacità d'attore"[1] e chiuse la sua carriera dopo oltre 60 film. Nel 1957 sposò Nennella Carotenuto, figlia di Memmo.

È morto il 12 novembre 2019 ad 87 anni.[2]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luciano Marin, in Dizionario del cinema italiano
  2. ^ Post su Facebook del 12 novembre 2019 di suo figlio Daniele

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN300281926 · LCCN (ENno2013047209 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013047209