Giovanni Gualdoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni Gualdoni (Busto Arsizio, 8 ottobre 1974) è uno scrittore e fumettista italiano.

Gualdoni è noto in particolare per la creazione di Wondercity, una serie a fumetti prodotta per la Francia e pubblicata in numerose altre nazioni, tra cui l'Italia a cura dell'editore Free Books. Nel corso della sua carriera ha prodotto molte altre serie a fumetti, sia per l'Italia, sia per l'estero, lavorando anche su personaggi ideati da altri. Gualdoni è anche ideatore di regolamenti per giochi di ruolo da tavolo e giochi di ruolo dal vivo, e ha pubblicato un libro di narrativa per ragazzi intitolato Rumbler, il segreto del Qwid.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gualdoni frequenta il Liceo Artistico di Busto Arsizio e la Scuola d'Arte del Castello Sforzesco di Milano. Nel 2000 è chiamato da Gabriele Clima, direttore artistico di Mediacomics, a prendere parte alla creazione di Armadel, il primo iperfumetto al mondo, ovvero un webcomics con collegamenti multimediali per testo e immagini. Oltre al gioco online legato a questo personaggio, Gualdoni scrive, in team con altri sceneggiatori, i primi 2 episodi intitolati Il respiro delle Stelle e Il re dei topi

Nel 2001 dà vita al Settemondi Studio, gruppo di fumettisti e non solo, finalizzato alla creazione e alla promozione di progetti originali di serie a fumetti.

Agli inizi del 2002 produce per la Francia per conto di Soleil Production la serie Akameshi, un fantasy che si svolge nel Giappone dell'era Edo, la cui realizzazione grafica è affidata a Stefano Turconi. Parallelamente, assieme a Matteo Piana e Davide Turotti, inizia il lavoro sulla saga L'Anello dei 7 Mondi (di cui sono usciti finora tre dei quattro volumi previsti), pubblicato da Les Humanoïdes Associés, e poco dopo Starlight, una serie di fantascienza comica ambientata in un futuro che si rifà nel designer allo stile pop anni settanta (con i disegni di Alberto Ponticelli e i colori di Davide Turotti). Tutte queste serie sono state ripubblicate anche in Italia dalle Edizioni BD.

Dopo Starlight, Gualdoni produce Fantaghenna e Teknogeo, due altre serie per l'editrice francese Paquet, co-sceneggiate con Giustina Porcelli e disegnate rispettivamente da Stefano Turconi e Gianfranco Enrietto. Queste serie sono state pubblicate a puntate anche in Italia sul magazine Brand New! edito da Free Books. Nel 2010 Fantaghenna è stato poi ristampato in albo cartonato dalla stessa Free Books.

Il progetto più importante di Gualdoni è Wondercity, Il Collegio delle Meraviglie, una serie realizzata da uno staff che riunisce alcuni tra i migliori autori della Walt Disney Italia e i coloristi dello Studio Tenderini. Il lavoro è stato pubblicato a livello internazionale, Italia compresa, dalle edizioni Free Books in uscite bimestrali.

Sempre da un'idea di Giovanni Gualdoni nel 2006 viene realizzata la serie Dr. Voodoo, con matite e pennelli di Luigi Cavenago, sempre per le edizioni Free Books. Lo stesso anno Gualdoni firma la sceneggiatura dell'episodio 47 della serie John Doe, intitolato Cosa sarebbe successo se....

Dalla fine del 2006 Gualdoni lavora come redattore per Sergio Bonelli Editore, per il quale ha realizzato diversi episodi di Dylan Dog tra cui alcuni per la nuova collana Dylan Dog Color Fest.

Nel 2007 una collaborazione tra Gualdoni e lo sceneggiatore Marco Belli ha portato alla realizzazione della saga in due volumi L'Ultima notte, su disegni di Werner Maresta e colori di Donatella Melchionno.

Nel 2008 Gualdoni e Chiara Caccivio hanno pubblicato il loro primo libro di letteratura per ragazzi, Rumbler, Il segreto del Qwid, edito da De Agostini.

Nel gennaio 2010 sostituisce Mauro Marcheselli come curatore di Dylan Dog, ruolo che manterrà fino al maggio 2013.

Nell'agosto del 2016 esordisce come sceneggiatore cinematografico per la Symbols Pictures Entertainment con il cortometraggio di fantascienza Selezione Artificiale.

Dal settembre del 2016 è curatore di Martin Mystère, Le nuove avventure a colori, di cui è anche sceneggiatore.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Les Humanoïdes Associés[modifica | modifica wikitesto]

Free Books[modifica | modifica wikitesto]

Sergio Bonelli editore[modifica | modifica wikitesto]

Dylan Dog[modifica | modifica wikitesto]

Nathan Never[modifica | modifica wikitesto]

Le storie[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Gualdoni (testi), Giorgio Pontrelli (disegni); Il moschettiere di ferro, in Le storie n. 13, Sergio Bonelli Editore, ottobre 2013.
  • Giovanni Gualdoni (testi), Sergio Gerasi (disegni); L'ultima trincea, in Le storie n. 21, Sergio Bonelli Editore, giugno 2014.
  • Giovanni Gualdoni (testi), Marco Bianchini (disegni); L'isola dei morti, in Le storie n. 27, Sergio Bonelli Editore, dicembre 2014.

Altri editori[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 - Premio Carlo Boscarato - Miglior sceneggiatore per L'Anello dei 7 Mondi
  • 2006 - Premio Fumo di China - Miglior episodio serie fumetto umoristico per Wondercity
  • 2017 - Premio Atlantide-Agharti - Miglior sceneggiatore per Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14999229 · ISNI (EN0000 0000 5941 4989 · SBN IT\ICCU\MODV\285445 · LCCN (ENnb2014028357 · BNF (FRcb14480317m (data) · WorldCat Identities (ENnb2014-028357