George di Galles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da George di Cambridge)
Jump to navigation Jump to search
George di Galles
Prince George of Cambridge in 2019 (cropped).jpg
Il principe George di Galles nel 2019
Principe del Regno Unito
Stemma
Stemma
In carica dal 22 luglio 2013
Nome completo George Alexander Louis[1]
Trattamento Altezza Reale
Nascita Londra, 22 luglio 2013 (9 anni)
Dinastia Windsor
Padre William, principe del Galles
Madre Catherine, principessa del Galles
Religione Anglicanesimo

George di Galles (nome completo: George Alexander Louis Mountbatten-Windsor[1]; Londra, 22 luglio 2013) è un principe britannico, membro della famiglia reale britannica e secondo in linea di successione al trono dei reami del Commonwealth[2].

È il primo figlio di William, principe di Galles, e di sua moglie, la principessa Catherine. È, inoltre, nipote del re Carlo III e fratello della principessa Charlotte e del principe Louis. La regina Elisabetta II era la sua bisnonna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nascita[modifica | modifica wikitesto]

Il principe George con sua madre il giorno dopo la sua nascita, il 23 luglio 2013

Il 3 dicembre 2012 la sala stampa del St James's Palace diede l'annuncio che la Duchessa di Cambridge era in attesa del suo primo figlio. A differenza della tradizione che vuole che l'annuncio sia dato dopo dodici settimane dal concepimento, questo venne dato in anticipo, dal momento che la Duchessa venne ricoverata per l'occasione in ospedale a causa di frequenti malesseri mattutini.[3]

Bacheca fuori da Buckingham Palace con l'annuncio: "Sua Altezza Reale la Duchessa di Cambridge ha felicemente dato alla luce un figlio alle 16:24 oggi. Sua Altezza Reale e suo figlio stanno entrambi bene."

Il compositore gallese Paul Mealor, che aveva già composto Ubi Caritas et Amor per il matrimonio dei Duchi di Cambridge, compose una ninna-nanna dal titolo "Sleep On", con testo del compositore irlandese Brendan Graham, per il nascituro. La prima registrazione si tenne con il soprano neozelandese Hayley Westenra e venne poi donata alla coppia reale come omaggio.[4] Per l'occasione vennero emesse monete commemorative dalla Royal Mint, dalla Royal Canadian Mint e dalla Royal Australian Mint;[5][6] fu la prima volta che una nascita reale venne rimarcata in tal modo.[5]

La Duchessa venne ricoverata al St Mary's Hospital di Londra la mattina del 22 luglio 2013.[7] Diede alla luce un bambino di 3,8 chilogrammi alle 16:24 dello stesso giorno.[8] Il Duca di Cambridge si trovava al fianco della moglie per essere presente alla nascita. Per questo motivo prese due settimane di permesso dalla RAF.[9]

Nello stesso ospedale dove è nato il principe George, a suo tempo erano già nati il principe William e il principe Harry, rispettivamente nel 1982 e nel 1984. Il ginecologo della Regina, Marcus Setchell, non assistette alle operazioni del parto, ma delegò a Guy Thorpe-Beeston, Sunit Godambe e al medico personale della regina John Cunningham la cura del tutto.[8][10]

Come da tradizione, la nascita reale venne annunciata da una bacheca al di fuori di Buckingham Palace, anche se in rottura con la tradizione la notizia era già stata data in una conferenza stampa a palazzo poco prima.[8] 21 colpi di cannone a salve ne segnalarono la nascita nelle Bermuda,[11] a Londra,[8] in Nuova Zelanda [8] e in Canada.[12] Le campane dell'abbazia di Westminster e di molte altre chiese suonarono contemporaneamente[8] e in tutto il Commonwealth la popolazione accese delle luci blu per segnalare la nascita di un maschio.[8]

Al momento della nascita del piccolo George, ben tre generazioni di eredi diretti al trono britannico erano contemporaneamente viventi, situazione già verificatasi dal 1894 al 1901 negli ultimi sette anni di vita della regina Vittoria, quando erano vivi lei, suo figlio il futuro re Edoardo VII, suo nipote il futuro re Giorgio V, e il suo bisnipote il futuro re Edoardo VIII.

La Duchessa e il Principino, accompagnati dal Duca, hanno lasciato l'ospedale il 23 luglio,[13] e il giorno seguente è stato annunciato che il piccolo avrebbe avuto il nome di George Alexander Louis.[14]

Primi anni di vita[modifica | modifica wikitesto]

George all'Admiralty House di Sydney, con i genitori e il governatore generale dell'Australia, Peter Cosgrove, nell'aprile 2014

Il principe George di Galles è stato battezzato nella Cappella Reale del St James's Palace il 23 ottobre 2013, in forma privata, per mano dell'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby. Alla cerimonia presero parte in qualità di padrini e madrine:

  • Zara Phillips, cugina di William e campionessa olimpica in discipline equestri;
  • Oliver Baker, compagno di università di Kate e William;
  • Emilia Jardine-Paterson, compagna di scuola di Kate;
  • William van Cutsem, amico d'infanzia di William;
  • Hugh Grosvenor, VII duca di Westminster;
  • Julia Samuel, amica della defunta principessa Diana, nonna di George;
  • Jamie Lowther-Pinkerton, ex segretario privato dei genitori di George.

La cerimonia ha previsto l'uso di un fonte battesimale già usato per il primogenito della regina Vittoria con acqua raccolta dal fiume Giordano.[15] La Royal Mint emise una serie di monete commemorative per celebrare il battesimo del Principe, il primo set in assoluto a celebrare un battesimo reale nel Regno Unito.[16]

Il principe George, con i suoi genitori, si imbarcò per il suo primo viaggio reale nell'aprile del 2014, periodo durante il quale i Duchi di Cambridge trascorsero tre settimane tra Nuova Zelanda e Australia. Il suo primo incarico pubblico nel viaggio si ebbe il 9 aprile alla Government House a Wellington. Il 20 aprile, Sabato Santo, visitò il Taronga Zoo di Sydney, sempre in Australia.[17]

La festa per il primo compleanno del principe George venne organizzata sui temi per l'infanzia a suo tempo promossi da Beatrix Potter, celebre nella letteratura per l'infanzia inglese, imparentata con la famiglia Lupton, antenati materni di George.[18]

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Il principe George ha il titolo e il trattamento di "Sua Altezza Reale il Principe George di Galles". Buckingham Palace ha annunciato il 22 luglio 2013 che il predicato del principe sarebbe stato "di Cambridge".[19] Questo secondo la consuetudine che vuole che il titolo di un principe appena nato contenga il predicato paterno, come ad esempio accadde per il padre William, precedentemente noto come William di Galles prima della concessione del titolo ducale "Duca di Cambridge" nel 2011.

Come principe della famiglia reale britannica, George non usa un cognome: in momenti formali o cerimonie, infatti, i principi reali, si fregiano del titolo di principe o principessa, seguito dal loro nome di battesimo e, finché non ne sarà concesso uno proprio, dal feudo su cui poggia il titolo paterno.

Per i nipoti in linea maschile di Elisabetta II, però, esiste qualche incertezza sulla corretta forma di cognome di famiglia da usare, o se vi è anche un cognome. La regina ha sancito che tutti i suoi discendenti in linea maschile che non dispongono della dignità di principi debbano utilizzare Mountbatten-Windsor come loro cognome familiare, anche se esistono lettere patenti che prevedono solo Windsor.

  • 22 luglio 2013 - 8 settembre 2022: Sua Altezza Reale, il principe George di Cambridge
  • 8 settembre 2022 - 9 settembre 2022: Sua Altezza Reale, il principe George di Cornovaglia e Cambridge
  • 9 settembre 2022 - attuale: Sua Altezza Reale, il principe George di Galles

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Filippo di Edimburgo Andrea di Grecia  
 
Alice di Battenberg  
Carlo III del Regno Unito  
Elisabetta II del Regno Unito Giorgio VI del Regno Unito  
 
Elizabeth Bowes-Lyon  
William, principe di Galles  
John Spencer, VIII conte Spencer Albert Spencer, VII conte Spencer  
 
Lady Cynthia Hamilton  
Lady Diana Spencer  
Hon. Frances Ruth Roche Maurice Roche, IV barone Fermoy  
 
Ruth Sylvia Gill  
George di Galles  
Peter Francis Middleton Richard Noel Middleton  
 
Olive Christiana Lupton  
Michael Francis Middleton  
Valerie Glassborow Frederick George Glassborow  
 
Constance Robison  
Catherine, principessa di Galles  
Ronald John James Goldsmith Stephen Charles Goldsmith  
 
Edith Eliza Chandler  
Carole Elizabeth Goldsmith  
Dorothy Harrison Thomas Harrison  
 
Elizabeth Mary Temple  
 

Ascendenza patrilineare[modifica | modifica wikitesto]

  1. Elimar I di Oldenburg, conte di Oldenburgo, 1040-1112
  2. Elimar II di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1070-1142
  3. Cristiano I di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1123-1167
  4. Maurizio I di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1150-1209
  5. Cristiano II di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1175-1233
  6. Giovanni I di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1204-1270
  7. Cristiano III di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1231-1285
  8. Giovanni II di Oldenburg, conte di Oldenburg 1270-1316
  9. Corrado I di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1302-1347
  10. Cristiano V, conte di Oldenburg, 1342-1399
  11. Dietrich di Oldenburg, conte di Oldenburg, 1390-1440
  12. Cristiano I, re di Danimarca, Norvegia e Svezia, 1426-1481
  13. Federico I, re di Danimarca e Norvegia, 1471-1533
  14. Cristiano III, re di Danimarca e Norvegia, 1503-1559
  15. Giovanni, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg, 1545-1622
  16. Alessandro, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg, 1573-1627
  17. Augusto Filippo, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck, 1612-1675
  18. Federico Luigi, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck, 1653-1728
  19. Pietro Augusto, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck, 1697-1775
  20. Carlo Antonio Augusto, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck, 1727-1759
  21. Federico Carlo Ludovico, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck, 1757-1816
  22. Federico Guglielmo, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg, 1785-1831
  23. Cristiano IX, re di Danimarca, 1818-1906
  24. Giorgio I, re di Grecia, 1845-1913
  25. Andrea, principe di Grecia e Danimarca, 1882-1944
  26. Filippo, consorte della sovrana del Regno Unito e duca di Edimburgo, 1921-2021
  27. Carlo III del Regno Unito, 1948-viv.
  28. William, principe del Galles, 1982-viv.
  29. George di Galles, 2013-viv.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Come tutti membri della famiglia reale che godono del trattamento di altezza reale, George formalmente non ha un cognome; nel caso in cui ne serva uno, questo può essere "Galles", "Mountbatten-Windsor", oppure "Windsor".
  2. ^ (EN) Succession, su royal.gov.uk, The official website of the British Monarchy. URL consultato il 24 luglio 2013.
  3. ^ (EN) Royal pregnancy: Duchess leaves hospital, in BBC News, 6 dicembre 2012. URL consultato il 6 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Hannah Furness, Royal Wedding composer writes lullaby for Duke and Duchess of Cambridge's baby, in The Telegraph, 7 maggio 2013. URL consultato il 21 luglio 2013.
  5. ^ a b (EN) Valentine Low, Royal Mint strikes lucky with prince's name, su The Times, 26 luglio 2013. URL consultato il 26 luglio 2013.
  6. ^ (EN) Governor General unveils coins commemorating birth of Prince George, in CTV, 8 agosto 2013. URL consultato il 9 agosto 2013.
  7. ^ (EN) Saul Heather, Royal baby: Duchess of Cambridge goes into labour, in The Independent, 22 luglio 2013. URL consultato il 22 luglio 2013.
  8. ^ a b c d e f g Caroline Davies, Prince of Cambridge's parents present him to the world at first photocall, in The Guardian, 24 luglio 2013. URL consultato il 29 luglio 2013.
    «As is traditional, the birth announcement also appeared in the Court Circular, the published diary of royal engagements which was started by George III in 1803. It read: "Kensington Palace 22nd July, 2013. The Duchess of Cambridge was safely delivered of a son at 4.24 p.m. today. Her Royal Highness and her child are both well. Signed: Marcus Setchell, Guy Thorpe-Beeston, Sunnit Godambe, John Cunningham." The signatories are the medical team who attended the duchess during the birth.»
  9. ^ Royal baby: William and Kate name their son George, su BBC News, 24 luglio 2013. URL consultato il 26 luglio 2013.
  10. ^ Gordon Rayner, Duchess of Cambridge gives birth to baby boy, in The Telegraph, 22 luglio 2013. URL consultato il 30 luglio 2013.
    «The Queen's gynaecologist, Alan Farthing, was not present.»
  11. ^ (EN) Royal Baby Born, Regiment to Fire 21 Gun Salute, in Bernews, 22 luglio 2013. URL consultato il 22 luglio 2013.
  12. ^ (EN) Special Gun Salute Honours Birth of Royal Baby, su Market Wired, 23 luglio 2013. URL consultato il 23 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2013).
  13. ^ (EN) Nicholas Witchel, William and Kate head home with baby prince, in BBC News, 23 luglio 2013. URL consultato il 26 luglio 2013.
  14. ^ (EN) Royal baby Prince George Cambridge, in The Guardian, 24 luglio 2013.
    «Kensington Palace ha riportato: "Il Duca e la Duchessa di Cambridge sono onorati di annunciare che hanno deciso di chiamare il loro figlio con i nomi di George Alexander Louis. Il bambino sarà noto come Sua Altezza Reale il principe George di Cambridge.»
  15. ^ (EN) Daniela Relph, Low-key christening for Prince George, su bbc.co.uk, 23 ottobre 2013. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  16. ^ (EN) Royal christening £5 coin for Prince George, in Western Daily Press, 8 ottobre 2013. URL consultato il 22 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2013).
  17. ^ (EN) Maria Puente, Prince George meets his bilby namesake at Sydney zoo, in USA Today, 21 aprile 2014.
  18. ^ Tim Walker, The Duchess of Cambridge is related to Beatrix Potter, who once gave the Middleton family her own original hand-painted illustrations, su telegraph.co.uk, Daily Telegraph, 22 luglio 2014, p. 8. URL consultato il 26 luglio 2014.
  19. ^ (EN) The Duchess of Cambridge has been delivered of a son, su News and Diary, The Duke and Duchess of Cambridge, 22 luglio 2013. URL consultato il 24 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Linea di successione al trono britannico Successore Royal Coat of Arms of the United Kingdom.svg
William, principe di Galles 2ª posizione Charlotte di Cambridge
Predecessore Precedenza nella parìa del Regno Unito (Gentlemen) Successore Flag of the United Kingdom.svg
Il Duca di Sussex SAR il Principe George del Galles Il Principe Louis del Galles
Controllo di autoritàVIAF (EN305200522 · ISNI (EN0000 0004 4885 4187 · LCCN (ENnb2013017089 · GND (DE126772417X · WorldCat Identities (ENlccn-nb2013017089
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie