Edward, duca di Kent

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Edoardo
HRH The Duke of Kent 2 Allan Warren.jpg
Il principe Edward fotografato da Allan Warren
Duca di Kent
Stemma
In carica dal 25 agosto 1942
Predecessore George, duca di Kent
Erede George Windsor, conte di St Andrews
Nome completo Edward George Nicholas Paul Patrick[1]
Trattamento Altezza reale
Altri titoli Principe del Regno Unito,
Conte di Saint Andrews,
Barone Downpatrick
Nascita Londra, 9 ottobre 1935 (85 anni)
Dinastia Windsor
Padre George, duca di Kent
Madre Marina di Grecia
Consorte Katharine Worsley
Figli George Windsor, conte di St Andrews ,
Lady Helen Taylor
Lord Nicholas Windsor

Edward, duca di Kent (Edward George Nicholas Paul Patrick; Londra, 9 ottobre 1935), è un membro della famiglia reale britannica con il trattamento di Altezza Reale ed è 37º in linea di successione al trono britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlio di George, duca di Kent e di Marina di Grecia e quindi nipote di re Giorgio V del Regno Unito e cugino della regina Elisabetta II. Ha ereditato il titolo di duca di Kent dal padre, morto nel 1942. È cugino di primo grado della regina Elisabetta II del Regno Unito. Molto attivo socialmente, il duca è presidente dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club, società organizzatrice del Torneo di Wimbledon, un ruolo che ha ereditato da sua madre, la Principessa Marina. Inoltre è stato a lungo il membro della famiglia reale a ricoprire la carica di Special Representative for International Trade and Investment, abbandonata nel 2001. Patrono del Trinity College London. È Gran Maestro della Gran Loggia Unita di Inghilterra - UGLE, United Grand Lodge of England -, la più antica e prestigiosa obbedienza massonica del mondo. È presidente della Scout Association e del Royal United Services Institute oltre che del Royal Institution. Inoltre ricopre la carica di Field Marshal del British Army.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Il duca di Kent ha sposato l'8 giugno 1961 Katharine Worsley, unica figlia di sir William Arthrington Worsley, e della moglie Joyce Morgan Brunner. Il duca e la duchessa hanno tre figli, nessuno dei quali adempie a servizi reali:

  • George Philip Nicholas Windsor, conte di St Andrews (n. 26 giugno 1962), ha sposato Sylvana Tomaselli
  • Lady Helen Marina Lucy Taylor (n. 28 aprile 1964), ha sposato Timothy Taylor
  • Lord Nicholas Charles Edward Jonathan Windsor (n. 25 luglio 1970), ha sposato nel 2006 Paola Doimi de Lupis di Frankopan, nella Città del Vaticano, divenendo il primo membro della famiglia reale britannica a farlo.

La coppia ha anche avuto un figlio nato e morto, Lord Patrick Windsor (5 ottobre 1977).

Nel 1994 la duchessa si è convertita al cattolicesimo. Nonostante questo, il Duca di Kent non ha perso i suoi diritti nella linea di successione grazie all'Act of Settlement 1701 in quanto egli ha sposato nel 1961 una donna effettivamente appartenente alla Chiesa anglicana, la quale solo successivamente si è convertita al cattolicesimo. L'esclusione dalla linea di successione per chi sposa un cattolico o una cattolica è stato successivamente rimosso nel 2015 (entrata in vigore dell'accordo di Perth siglato nel 2011).

Anche il figlio Lord Nicholas ha seguito l'esempio della madre e si è convertito al cattolicesimo, in questo modo perdendo i diritti di successione al trono britannico.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Edoardo VII del Regno Unito Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha  
 
Vittoria del Regno Unito  
Giorgio V del Regno Unito  
Alessandra di Danimarca Cristiano IX di Danimarca  
 
Luisa d'Assia-Kassel  
Giorgio, duca di Kent  
Francesco di Teck Alessandro di Württemberg  
 
Claudine Rhédey von Kis-Rhéde  
Maria di Teck  
Maria Adelaide di Hannover Adolfo di Hannover  
 
Augusta d'Assia-Kassell  
Edward, duca di Kent  
Giorgio I di Grecia Cristiano IX di Danimarca  
 
Luisa d'Assia-Kassel  
Nicola di Grecia  
Ol'ga Konstantinovna Romanova Konstantin Nikolaevič Romanov  
 
Alessandra di Sassonia-Altenburg  
Marina di Grecia  
Vladimir Aleksandrovič Romanov Alessandro II di Russia  
 
Maria Aleksandrovna  
Elena Vladimirovna Romanova  
Maria di Meclemburgo-Schwerin Federico Francesco II di Meclemburgo-Schwerin  
 
Augusta di Reuss-Köstritz  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Lo stendardo personale del principe Edward, duca di Kent.
Il monogramma personale del principe Edward, duca di Kent.

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano
— 1960
Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio
— 1967
Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
— 1985
Medaglia dell'incoronazione di Giorgio VI - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'incoronazione di Giorgio VI
— 12 maggio 1937
Medaglia dell'incoronazione di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'incoronazione di Elisabetta II
— 2 giugno 1953
Medaglia del giubileo d'argento di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'argento di Elisabetta II
— 6 febbraio 1977
Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II
— 6 febbraio 2002
Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II
— 6 febbraio 2012

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia dell'UNFICYP (ONU) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'UNFICYP (ONU)
— 1970
Cavaliere dell'Ordine di Carlo XIII (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Carlo XIII (Svezia)
— 6 novembre 2000
Gran croce al merito con placca e cordone dell'Ordine al merito della Repubblica Federale Tedesca - nastrino per uniforme ordinaria Gran croce al merito con placca e cordone dell'Ordine al merito della Repubblica Federale Tedesca
— 2005
Canadian Forces Decoration (Canada) - nastrino per uniforme ordinaria Canadian Forces Decoration (Canada)
— 1º ottobre 2010
Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato Libero di Sassonia (Sassonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato Libero di Sassonia (Sassonia)
— 21 maggio 2015[2]
immagine del nastrino non ancora presente Premio Dresda
— Dresda, 2015
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
Gran Cordone Speciale dell'Ordine Supremo del Rinascimento (Giordania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone Speciale dell'Ordine Supremo del Rinascimento (Giordania)
Gran Cordone dell'Ordine della Stella di Giordania - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine della Stella di Giordania
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Stella d'Africa (Liberia) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Stella d'Africa (Liberia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Giorgio e San Costantino (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Giorgio e San Costantino (Regno di Grecia)
Membro di I Classe dell'Ordine dei Tre Poteri Divini (Nepal) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di I Classe dell'Ordine dei Tre Poteri Divini (Nepal)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come tutti membri della famiglia reale che godono del trattamento di altezza reale, Edward formalmente non ha un cognome; nel caso in cui ne serva uno, questo può essere "Windsor".
  2. ^ Duke of Kent awarded Saxonian Order of Merit

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60738417 · ISNI (EN0000 0001 1065 2844 · Europeana agent/base/148262 · LCCN (ENn92049720 · GND (DE143291246 · WorldCat Identities (ENlccn-n92049720
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie