Sophie Rhys-Jones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sophie
Sophie, grevinna av Wessex.jpg
Sophie, Contessa di Wessex, nel 2017
Contessa di Wessex
Stemma
In carica dal 19 giugno 1999
Predecessore Edith di Mercia
Successore in carica
Nome completo Sophie Helen[1]
Trattamento Altezza reale
Altri titoli Principessa del Regno Unito
(per matrimonio)
Nascita Radcliffe Infirmary, Oxford, UK, 20 gennaio 1965 (53 anni)
Dinastia Windsor
Padre Christopher Rhys-Jones
Madre Mary Rhys-Jones
Consorte di Edoardo, conte di Wessex
Figli Lady Louise
Visconte James
Religione Anglicanesimo
Motto Cas gŵr ni châr y wlad a'i maco
trad: Odioso è l'uomo che non ama la terra che lo ha generato

Sophie, contessa di Wessex (Sophie Helen, nata Rhys-Jones; Oxford, 20 gennaio 1965), moglie del principe Edoardo, conte di Wessex, è un membro della famiglia reale britannica[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sophie Helen Rhys-Jones nasce al Radcliffe Infirmary ad Oxford il 20 gennaio 1965, la seconda figlia ed unica femmina di Christopher Bournes Rhys-Jones (1931), un venditore di pneumatici in pensione e presidente della King's School, Bruton.[3] Sua madre Mary (nata O'Sullivan; 1934–2005), era una segretaria.[4][5][6] Sophie ha un fratello maggiore, David, e le è stato dato il nome della zia paterna, Helen, morta in un incidente di equitazione nel 1960.

Inizia la sua educazione alla Dulwich Preparatory School, prima di passare al Kent College di Pembury. Sophie ha poi studiato come segretaria al West Kent College di Tonbridge.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Edoardo, conte di Wessex, e la moglie Sophie a Stoccolma in occasione delle nozze della principessa ereditaria Vittoria di Svezia nel 2010.

Dopo la scuola inizia a lavorare nelle pubbliche relazioni,[4] per diverse aziende tra cui quattro anni presso la Capital Radio a Londra, dove era stata assegnata al dipertimento della promozione e della pubblicità.[7][8] Ha lavorato anche come rappresentate di sci in Svizzera ed ha passato un anno a viaggiare ed a lavorare in Australia.

Nel 1996, Rhys-Jones aprì la sua agenzia di pubbbliche relazioni, RJH Public Relations, che ha gestito con la sua socia in affari, Murray Harkin, per cinque anni.[8][9]

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sophie incontra il principe Edoardo, quarto e ultimo figlio della regina Elisabetta II e di Filippo di Edimburgo, per la prima volta nel 1987, quando lui frequentava una sua amica. Si incontrarono nuovamente nel 1993 ad un evento di beneficenza ed iniziarono a frequentarsi poco dopo.

Il 19 giugno 1999 ha sposato il principe Edoardo, conte di Wessex (1964) nella Cappella di San Giorgio del Castello di Windsor.

Nel 2001 la contessa di Wessex ha perso un figlio per una gravidanza extrauterina.[10] L'8 novembre 2003 è nata la figlia Louise Windsor.[11] Il 17 dicembre 2007 è nato il secondo figlio e primo maschio della coppia James, visconte Severn.[12]

Sophie è particolarmente legata alla suocera, la regina Elisabetta II, infatti è uno dei pochissimi membri della famiglia reale che gode del privilegio di salire sulla limousine reale con la regina durante le celebrazioni natalizie a Sandringham. Le fu permesso di utilizzare gli appartamenti reali di Buckingham Palace anche prima del fidanzamento e[13] dopo la morte nel 2002 della Regina Elisabetta, la Regina Madre, Sophie divenne la seconda donna più importante della parìa del Regno Unito dopo la Regina, quando il principe del Galles ed il duca di York erano separati.[14] Attualmente, nell'ordine di precedenza, è dopo le cognate, la principessa reale e la duchessa di Cornovaglia; le nipoti, Beatrice ed Eugenia; le mogli dei nipoti Catherine Middleton e Meghan Markle e la cugina della Regina, la principessa Alexandra, onorevole Lady Ogilvy.[15]

Impegni reali[modifica | modifica wikitesto]

La contessa di Wessex ha cominciato a prendere parte ai doveri reali subito dopo il suo matrimonio, con il suo primo viaggio oltreoceano nella provincia canadese dell'Isola del Principe Edoardo nel 2000. È anche patrono di un certo numero di organizzazioni, tra cui la SAFC Foundation (estensione caritatevole del Sunderland Association Football Club), e Girlguiding UK.

Nel 2006, la contessa ha anche concesso il suo sostegno al progetto di ricerca della Born in Bradford, che sta studiando i neonati pretermine e la mortalità infantile.

Titoli, trattamento e stemma[modifica | modifica wikitesto]

Stemma familiare di Sophie Rhys-Jones prima del matrimonio.

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

  • 20 gennaio 1965 - 19 giugno 1999: Miss Sophie Rhys-Jones
  • 19 giugno 1999 - oggi: Sua Altezza Reale la contessa di Wessex

Il trattamento ed il titolo completo sono: "Sua Altezza Reale Sophie, la contessa di Wessex, viscontessa Severn, dama di gran croce dell'Ordine reale vittoriano, dama di giustizia del Venerabile ordine di San Giovanni".

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Prima del matrimonio le fu concesso uno stemma disegnato da Sir Peter Gwynn-Jones, Re d'armi della Giarrettiera, basandosi su un vecchio modello di 200 anni, chenon era nemmeno stato mai riconosciuto ufficialmente. Il nuovo stemma fu concesso al padre di Sophie, Christopher.[16]

Lo scuso è rosso e blu, i colori del reggimento dei Royal Fusiliers (Reggimento della Città di Londra), in cui hanno servito i membri della sua famiglia. Il leone rappresenta le origini nobiliari gallesi della famiglia e del principe Elystan Glodrydd di Ferrig, fondatore della quinta tribù reale del Galles.[16]

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Sophie Rhys-Jones Padre:
Christopher Rhys-Jones
Nonno paterno:
Theophilius Rhys-Jones
Bisnonno paterno:
Theophilius Rhys-Jones
Trisnonno paterno:
Theophilus Rhys-Jones
Trisnonna paterna:
Emily Amelia Woods
Bisnonna paterna:
Sarah Margaret Tait
Trisnonno paterno:
George Hunter Tait
Trisnonna paterna:
Mary Jane
Nonna paterna:
Margaret Patricia Molesworth
Bisnonno paterno:
Lawrence Teesdale Molesworth
Trisnonno paterno:
John Molesworth
Trisnonna paterna:
Mary Newall
Bisnonna paterna:
Anna Maria Caroline Bournes
Trisnonno paterno:
George Smith Bournes
Trisnonna paterna:
Elizabeth Hartley Wallace
Madre:
Mary O'Sullivan
Nonno materno:
Cornelius Thomas O'Sullivan
Bisnonno materno:
Michael O'Sullivan
Trisnonno materno:
Cornelius O'Sullivan
Trisnonna materna:
Agnes McFeely
Bisnonna materna:
Mary Ann O'Connor
Trisnonno materno:
Daniel O'Connor
Trisnonna materna:
Bridget Power
Nonna materna:
Doris Emma Stokes
Bisnonno materno:
George Frederick Stokes
Trisnonno materno:
Charles Henry Stokes
Trisnonna materna:
Maria Archer
Bisnonna materna:
Emma Saunders
Trisnonno materno:
Alexander Saunders
Trisnonna materna:
Emma Lyne

Antenati[modifica | modifica wikitesto]

Sophie è cugina di undicesimo grado del marito. È di discendenza irlandese e gallese attraverso rispettivamente la madre ed il padre. Suo nonno materno apparteneva ai visconti Molesworth.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II
— 6 febbraio 2002
Dama dell'Ordine famigliare reale della regina Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine famigliare reale della regina Elisabetta II
— 2004
Dama di giustizia del Venerabile ordine di San Giovanni - nastrino per uniforme ordinaria Dama di giustizia del Venerabile ordine di San Giovanni
— 2005
Dama di gran croce dell'Ordine reale vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine reale vittoriano
— 20 gennaio 2010
Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II
— 6 febbraio 2012

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Commemorative Medal for the Centennial of Saskatchewan (Saskatchewan) - nastrino per uniforme ordinaria Commemorative Medal for the Centennial of Saskatchewan (Saskatchewan)
«Saskatchewan»
— 7 giugno 2005
Medaglia per il giubileo d'oro del sultano del Brunei (Brunei) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per il giubileo d'oro del sultano del Brunei (Brunei)
— 5 ottobre 2017[17][18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come tutti membri della famiglia reale che godono del trattamento di altezza reale, Sophie formalmente non ha un cognome; nel caso in cui ne serva uno, questo può essere "Wessex", "Mountbatten-Windsor" oppure "Windsor".
  2. ^ Sophie, countess of Wessex sul sito dell'Encyclopedia Britannica
  3. ^ (EN) Old Brutonian Magazine - 2011, in Issuu, 8 aprile 2016. URL consultato il 2 luglio 2018.
  4. ^ a b c (EN) PR girl turns princess, su BBC News, 11 giugno 1999. URL consultato il 2 luglio 2018.
  5. ^ (EN) Countess of Wessex's mother dies, in BBC News, 29 agosto 2005. URL consultato il 2 luglio 2018.
  6. ^ (EN) Caroline Davies, Countess of Wessex's mother dies at 71, in The Telegraph, 29 agosto 2005. URL consultato il 2 luglio 2018.
  7. ^ (EN) Sun apologises to 'devastated' Sophie Rhys-Jones, su The Guardian, 26 maggio 1999. URL consultato il 2 luglio 2018.
  8. ^ a b (EN) Hannah Furness, Countess of Wessex: the Royal Family's latest style icon?, in The Telegraph, 2 luglio 2012. URL consultato il 2 luglio 2018.
  9. ^ (EN) How 'sensible' and 'royal wedding' add up to 'yawn', su CNN, 17 giugno 1999. URL consultato il 2 luglio 2018.
  10. ^ (EN) Baby joy for Sophie and Edward, in BBC News, 6 maggio 2003. URL consultato il 2 luglio 2018.
  11. ^ (EN) 2003: Royal baby born prematurely, in BBC News, 8 novembre 2003. URL consultato il 2 luglio 2018.
  12. ^ (EN) Baby boy for Countess of Wessex, in BBC News, 17 dicembre 2007. URL consultato il 2 luglio 2018.
  13. ^ (EN) Ingrid Seward, Sophie Wessex: The unsung star of the Royal family, 23 novembre 2013. URL consultato il 2 luglio 2018.
  14. ^ (EN) Hugo Vickers, Sophie Wessex at 50 - a countess the Queen can rely on, su The Telegraph, 17 gennaio 2015. URL consultato il 2 luglio 2017.
  15. ^ (EN) Richard Eden, The Queen tells the Duchess of Cambridge to curtsy to the 'blood princesses’, 24 giugno 2012. URL consultato il 2 luglio 2018.
  16. ^ a b (EN) Sophie's new coat, su BBC News, 19 maggio 1999. URL consultato il 2 luglio 2018.
  17. ^ The Royal Family [RoyalFamily], The Earl and Countess of Wessex are in Brunei to attend The Sultan of Brunei's Golden Jubilee celebrations. (Tweet), su twitter.com, 5 October 2017.
  18. ^ Edward & Sophie attend Sultan of Brunei’s Golden Jubilee celebrations, thecrownchronicles.co.uk. URL consultato il 10 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN161798700 · ISNI (EN0000 0001 1482 8173 · LCCN (ENnb96070044 · GND (DE121871622