Roger Lumley, XI conte di Scarbrough

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roger Lumley
Coat of Arms of Roger Lumley, 11th Earl of Scarbrough, KG, GCSI, GCIE, GCVO, TD, GCC, PC, DL.png

Governatore di Bombay
Durata mandato 1937 –
1943
Monarca Giorgio VI
Predecessore Michael Knatchbull, V barone Brabourne
Successore David Colville

Lord ciambellano
Durata mandato 1952 –
1963
Monarca Elisabetta II
Predecessore George Villiers, VI conte di Clarendon
Successore Cameron Cobbold, I barone Cobbold

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Suffisso onorifico Conte di Scarbrough
Partito politico Partito Conservatore
Università Magdalen College

Lawrence Roger Lumley, XI conte di Scarbrough (27 luglio 189629 giugno 1969) è stato un generale e politico inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio del generale di brigata Osbert Lumley, figlio di Richard Lumley, IX conte di Scarbrough, e di sua moglie, Constance Ellinor Wilson Patten. Studiò all'Eton College e al Magdalen College.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Lumley seguì le orme del padre entrando nel Royal Military College di Sandhurst. Fu secondo tenente nel 11° Ussari[1] raggiungendo il grado di tenente il 26 luglio 1917[2]. Ha servito in Francia durante la prima guerra mondiale. In seguito venne trasferito nel Yorkshire Dragoons[3]. Dal 1920 al 1921, fu assegnato a un contingente universitario di ufficiale di addestramento (OTC), con il rango di capitano locale[4].

Lumley sedette nella Camera dei comuni come deputato per Hull East (1922-1929) e York (1931-1937). Nel 1923 è stato Sottosegretario privato di William Ormsby-Gore (1924-1926) e successivamente di Anthony Eden. L'8 marzo 1931 fu promosso capitano nelle riserve sia dell'11° Ussari che degli Yorkshire Dragoons[5][6]. Nel 1937, fu nominato Governatore di Bombay, che serve fino al 1943. Al suo ritorno dall'India, Lumley servì come Maggiore Generale nella seconda guerra mondiale. Dopo la guerra divenne colonnello onorario.

Riuscì alla contea di Scarbrough nel 1945 in seguito alla morte di suo zio. Ha servito come Lord ciambellano (1952-1963) e cancelliere dell'Università di Durham (1958-1969).

Al di fuori della politica, il conte ha avuto un forte interesse per gli studi asiatici e africani. Ha presieduto la Commissione interdipartimentale d'indagine sugli studi orientali, slavi, dell'europa orientale e africani dopo la seconda guerra mondiale riflettendo su come la Gran Bretagna avrebbe potuto mantenere e aumentare i rapporti che aveva accumulato durante la guerra nelle aree geografiche in questione da parte della Commissione. Tuttavia, dopo cinque anni di forte crescita a seguito della presentazione del rapporto Scarbrough, nel 1952, gran parte dei finanziamenti sono stati ritirati[7].

Lumley era massone, iniziato nel 1920 nella Apollo University Lodge n. 357, e fu Gran Maestro della Gran Loggia Unita d'Inghilterra (1951-1967)[8].

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 12 luglio 1922, Katherine Isobel McEwen (26 ottobre 1899-1979), figlia di Robert McEwen. Ebbero cinque figli:

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 29 giugno 1969.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca
— 1958

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
— 1948
Gran Commendatore dell'Ordine della Stella d'India - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine della Stella d'India
Gran Commendatore dell'Ordine dell'Impero Indiano - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine dell'Impero Indiano
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 29450, 25 January 1916.
  2. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 30537, 19 February 1918.
  3. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 31369, 30 May 1919.
  4. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 31873, 20 April 1920.
  5. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 33712, 1º May 1931.
  6. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 33782, 22 December 1931.
  7. ^ Report of the Sub-Committee on Oriental, Slavonic, East European and African Studies (Hayter Report), London, Her Majesty's Stationery Office, 1961, pp. 6–40.
  8. ^ Giordano Gamberini, Mille volti di massoni, Roma, Ed. Erasmo, 1975, p. 243.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1085156012400549700006 · BNF (FRcb17810415v (data) · WorldCat Identities (ENviaf-1085156012400549700006