Linea di successione al trono britannico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il trono costruito nel 1296, a volte chiamato il "Coronation Chair" o "King Edward's Chair" con la Stone of Scone posizionata sotto la sella, per 700 anni utilizzata per l'incoronazione dei monarchi inglesi, del Regno di Gran Bretagna e del Regno Unito.

La linea di successione al trono britannico è regolata dall'Act of Settlement del 1701, dalla Succession to the Crown Act del 2013 (che ha abrogato il Royal Marriages Act del 1772) e dalla Common law.

La linea di successione è limitata agli eredi di Sofia del Palatinato, norma stabilita nel 1701 per evitare che salisse al trono un sovrano cattolico discendente dalla famiglia Stuart. La successione segue alcuni requisiti:

  • Una persona è sempre immediatamente seguita, nella successione, dal suo discendente più diretto, ad eccezione di eventuali legittimi discendenti che già appaiono più in alto nella linea di successione. I figli più grandi vengono prima dei più giovani. Il figlio maschio di una persona, indipendentemente dall'età, viene prima della figlia (tale norma è valida solo per i nati prima del 28 ottobre 2011. Dopo questa data, infatti, si segue il principio della primogenitura semplice).[1]
  • Occorre il consenso del sovrano per potersi sposare (soltanto per le prime sei persone in linea di successione al trono), pena la decadenza dai diritti dinastici;
  • Una persona nata da genitori non sposati non è inclusa nella linea di successione. L'eventuale successivo matrimonio dei genitori non modifica la situazione.

Oltre a identificare il prossimo sovrano, la linea di successione è utilizzata anche per selezionare gli eventuali reggenti.

Linea di successione[modifica | modifica wikitesto]

Sua altezza reale Carlo, principe di Galles, è il primo in linea di successione al trono britannico dal 1952, da quando Elisabetta II è diventata regina.

Sono elencate le prime 58 persone della linea di successione al trono britannico. La linea di successione, a partire dai discendenti di re Giorgio V del Regno Unito, è la seguente:[2][3][4]

  • Simple silver crown.svg Sua maestà re Edoardo VIII del Regno Unito (18941972), primo figlio di sua maestà re Giorgio V del Regno Unito
  • Simple silver crown.svg Sua maestà re Giorgio VI del Regno Unito (18951952), secondo figlio di re Giorgio V
  • Sua altezza reale il principe Henry, duca di Gloucester (1900-1974), terzo figlio maschio di re Giorgio V
    • Sua altezza reale il principe William di Gloucester (1941-1972), primo figlio del principe Henry
    • 26. Sua altezza reale il principe Richard, duca di Gloucester, nato nel 1944, secondo figlio del principe Henry
      • 27. Alexander Windsor, conte di Ulster, nato nel 1974, figlio del principe Richard
        • 28. Xan Windsor, barone Culloden, nato nel 2007, figlio di Alexander
        • 29. Lady Cosima Windsor, nata nel 2010, figlia di Alexander
      • 30. Lady Davina Lewis, nata nel 1977, prima figlia del principe Richard
        • 31. Senna Lewis, nata nel 2010, figlia di Lady Davina
        • 32. Tane Lewis, nato nel 2012, figlio di Lady Davina
      • 33. Lady Rose Gilman, nata nel 1980, seconda figlia del principe Richard
        • 34. Lyla Gilman, nata nel 2010, figlia di Lady Rose
        • 35. Rufus Gilman, nato nel 2012, figlio di Lady Rose
  • Sua altezza reale il principe George, duca di Kent (1902-1942), quarto figlio maschio di re Giorgio V
    • 36. Sua altezza reale il principe Edward, duca di Kent, nato nel 1935, primo figlio del principe George
      • 37. Giorgio, conte di Sant'Andrea, nato nel 1962, primo figlio del principe Edward[5]
        • Edward, Lord Downpatrick, nato nel 1988, figlio di Giorgio EC
        • Lady Marina Windsor, nata nel 1992, prima figlia di Giorgio EC
        • 38. Lady Amelia Windsor, nata nel 1995, seconda figlia di Giorgio
      • Lord Nicholas Windsor, nato nel 1970, secondo figlio maschio del principe Edward EC
        • 39. Onorevole Albert Windsor, nato nel 2007, primo figlio di Lord Nicholas
        • 40. Onorevole Leopold Windsor, nato nel 2009, secondo figlio di Lord Nicholas
        • 41. Onorevole Louis Windsor, nato nel 2014, terzo figlio di Lord Nicholas
      • 42. Lady Helen Taylor, nata nel 1964, figlia del principe Edward
        • 43. Columbus Taylor, nato nel 1994, primo figlio di Lady Helen
        • 44. Cassius Taylor, nato nel 1996, secondo figlio di Lady Helen
        • 45. Eloise Taylor, nata nel 2003, prima figlia di Lady Helen
        • 46. Estella Taylor, nata nel 2004, seconda figlia di Lady Helen
    • 47. Sua altezza reale il principe Michael di Kent, nato nel 1942, secondo figlio maschio del principe George[5]
      • 48. Lord Frederick Windsor, nato nel 1979, figlio del principe Michael
        • 49. Onorevole Maud Windsor, nata nel 2013, figlia di Lord Frederick
        • 50. Onorevole Isabella Windsor, nata nel 2016, figlia di Lord Frederick
      • 51. Lady Gabriella Windsor, nata nel 1981, figlia del principe Micheal
    • 52. Sua altezza reale la principessa Alexandra, onorevole Lady Ogilvy, nata nel 1936, figlia del principe George
      • 53. James Ogilvy, nato nel 1964, figlio della principessa Alexandra
        • 54. Alexander Ogilvy, nato nel 1996, figlio di James
        • 55. Flora Ogilvy, nata nel 1994, figlia di James
      • 56. Marina Ogilvy, nata nel 1966, figlia della principessa Alexandra
        • 57. Christian Mowatt, nato nel 1993, figlio di Marina
        • 58. Zenouska Mowatt, nata nel 1990, figlia di Marina

Legenda:

  • Simple silver crown.svg: simbolo di un sovrano passato.
  • Simple gold crown.svg: simbolo del sovrano regnante.
  • EC: escluso perché cattolico/a.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Succession to the Crown Act 2013, su services.parliament.uk. URL consultato il 25 luglio 2013.
  2. ^ Fino alla 17ª posizione:
    (EN) Succession – The Royal Family, su royal.uk. URL consultato il 20 maggio 2018.
  3. ^ Fino alla 45ª posizione:
    (EN) The Line of Succession, su debretts.com. URL consultato il 20 maggio.
  4. ^ Fino alla 57ª posizione:
    (EN) Whitaker's Almanack (Londra), Bloomsbury, 2015, p. 22, ISBN 978-1-4729-0929-9.
  5. ^ a b (EN) Royal succession changes now in force, su royalcentral.co.uk.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Portale Regno Unito: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Regno Unito