Edvard Lasota

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edvard Lasota
Nazionalità Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Rep. Ceca Rep. Ceca (dal 1993)
Altezza 184 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2007
Carriera
Giovanili
1979-1989 Fotbal Třinec
Squadre di club1
1989 Zbrojovka Brno 1 (0)
1990-1991 Dukla Praga 20 (6)
1991-1993 Zbrojovka Brno 36 (14)
1994-1995 Sigma Olomouc 25 (2)
1995-1996 Petra Drnovice 43 (9)
1996-1998 Slavia Praga 45 (2)
1998-1999 Reggiana 7 (0)
2000 Opava 13 (1)
2000-2001 Reggiana 18 (2)
2001 Salernitana 0 (0)
2001-2002 Drnovice 23 (5)
2002-2006 Tescoma Zlín 82 (13)
2006-2007 Fotbal Třinec ? (?)
Nazionale
1995-1997 Rep. Ceca Rep. Ceca 15 (2)
Palmarès
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Arabia Saudita 1997
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 luglio 2009

Edvard Lasota (Třinec, 7 marzo 1971) è un ex calciatore ceco di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 180 partite e 38 gol nella massima divisione del calcio ceco, Lasota si trasferisce alla Reggiana. All'epoca era alto 176 cm e pesava 74 kg.[1] Varrella lo schiera esterno nel suo 3-4-3.[2] Nel marzo 2001 Lasota fa un provino alla Salernitana[3], che in seguito lo acquista senza farlo mai scendere in campo. Ritornato in patria, chiude la carriera nel 2007.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1995 e il 1997 gioca 15 incontri internazionali e sigla 2 gol: nella Confederations Cup 1997, consente alla Repubblica Ceca di arrivare al terzo posto battendo l'Uruguay nella finale di consolazione (1-0), proprio grazie a un suo gol.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Slavia Praga: 1996-1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arrivi e partenze, www2.raisport.rai.it, 15 luglio 1998. URL consultato il 13 settembre 2014.
  2. ^ la Reggiana applaude subito Lemme, in La Gazzetta dello Sport, 5 agosto 1998. URL consultato il 13 settembre 2014.
  3. ^ Marco Azzi, Napoli, inferno Edmundo, in La Repubblica, 22 marzo 2001. URL consultato il 13 settembre 2014.
  4. ^ Ronaldo intanto faceva il Fenomeno in Arabia, in Il Corriere della Sera, 22 dicembre 1997. URL consultato il 13 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il pre 1/1/2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Edvard Lasota, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • Edvard Lasota, su Calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata