Diocesi di Rottenburg-Stoccarda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Rottenburg-Stoccarda
Dioecesis Rottenburgensis-Stutgardiensis
Chiesa latina
Rottenburg Dom (2739749832).jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Friburgo in Brisgovia
Stemma della diocesi
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Gebhard Fürst
Ausiliari Johannes Kreidler,
Thomas Maria Renz
Vescovi emeriti cardinale Walter Kasper
Sacerdoti 1.016 di cui 829 secolari e 187 regolari
1.843 battezzati per sacerdote
Religiosi 228 uomini, 3.140 donne
Diaconi 283 permanenti
Abitanti 5.068.000
Battezzati 1.872.849 (37,0% del totale)
Superficie 19.500 km² in Germania
Parrocchie 1.096 (25 vicariati)
Erezione 16 agosto 1821
Rito romano
Cattedrale San Martino
Concattedrali Sant'Eberardo
Santi patroni San Martino di Tours
Indirizzo Eugen-Bolz-Platz 1, D-72108 Rottenburg am Neckar, Bundesrepublik Deutschland
Sito web www.drs.de
Dati dall'Annuario pontificio 2015 (ch · gc?)
Chiesa cattolica in Germania
Concattedrale di sant'Eberardo a Stoccarda

La diocesi di Rottenburg-Stoccarda (in latino: Dioecesis Rottenburgensis-Stutgardiensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Friburgo in Brisgovia. Nel 2014 contava 1.872.849 battezzati su 5.068.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Gebhard Fürst.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende la parte orientale del Baden-Württemberg ed il suo territorio corrisponde a quello dell'antico regno di Württemberg.

Sede vescovile è la città di Rottenburg am Neckar, dove si trova la cattedrale di San Martino. A Stoccarda sorge la concattedrale di Sant'Eberardo. In diocesi sorgono anche due basiliche minori: Santi Martino e Osvaldo a Weingarten; e San Martino a Ulma. L'ex monastero di Maulbronn è compreso nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Nel territorio della diocesi, a Tubinga, vi è una delle più celebri facoltà di teologia d'Europa. Oggi la facoltà è stata sdoppiata in una facoltà evangelica e in una cattolica.

Il territorio è suddiviso in 25 decanati e in 1.096 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale diocesi è in parte erede dell'antica diocesi di Costanza, eretta tra la fine del VI secolo e gli inizi del VII. La diocesi, una delle più vaste dell'Impero tedesco di cui era parte integrante, comprendeva porzioni consistenti degli odierni territori della Svizzera tedesca, del Baden-Württemberg tedesco e del Vorarlberg austriaco. Dal XIII secolo al 1802, fu anche uno stato del Sacro Romano Impero.

La situazione politica europea alla fine del Settecento, la rivoluzione francese, la Reichsdeputationshauptschluss del 1803 e il congresso di Vienna del 1815 causarono la fine della diocesi di Costanza. In particolare, in seguito alla soppressione del Sacro Romano Impero, il territorio della diocesi si trovò diviso fra due nuove entità politiche, la Confederazione germanica e la Svizzera; per il principio della territorialità delle Chiese, quella di Costanza non poteva più sopravvivere.

Nel 1817 la parte della diocesi di Costanza che ricadeva nel regno di Württemberg fu eretta provvisoriamente in vicariato generale, con sede dapprima ad Ellwangen e poi, nello stesso anno, a Rottenburg.

Il 16 agosto 1821, con la bolla Provida solersque di papa Pio VII, fu eretta la diocesi di Rottenburg, con i precedenti territori della diocesi di Costanza, a cui furono annessi tutti i territori delle diocesi vicine che ricadevano nel regno di Württemberg, ossia porzioni, più o meno consistenti, delle diocesi di Spira, di Worms, di Augusta e di Würzburg. La nuova diocesi, che comprendeva l'intero regno di Württemberg[1], divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Friburgo in Brisgovia, a cui erano stati assegnati i restanti territori tedeschi dell'antica diocesi di Costanza.

A causa della mancanza di un accordo sulla nomina del vescovo e sull'applicazione delle disposizioni della bolla papale, la nomina del primo vescovo dovette essere procrastinata per sette anni, finché nel 1828 fu nominato Johann Baptist Judas Thaddeus von Keller.

Il 18 gennaio 1978, con il decreto In dioecesi Rottenburgensi della Congregazione per i Vescovi, la chiesa di Sant'Eberardo a Stoccarda è stata elevata al rango di concattedrale e la diocesi ha assunto contestualmente il nome di "diocesi di Rottenburg-Stoccarda".

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sede vacante (1821-1828)
  • Johann Baptist Judas Thaddeus von Keller † (28 gennaio 1828 - 17 ottobre 1845 deceduto)
  • Josef von Lipp † (17 dicembre 1847 - 3 maggio 1869 deceduto)
  • Karl Josef von Hefele † (22 novembre 1869 - 5 giugno 1893 deceduto)
  • Wilhelm von Reiser † (5 giugno 1893 succeduto - 11 maggio 1898 deceduto)
  • Franz Xaver Linsenmann † (5 settembre 1898 - 21 settembre 1898 deceduto)
  • Paul Wilhelm Keppler † (28 novembre 1898 - 16 luglio 1926 deceduto)
  • Johannes Baptista Sproll † (29 marzo 1927 - 4 marzo 1949 deceduto)
  • Carl Joseph Leiprecht † (4 luglio 1949 - 4 giugno 1974 dimesso)
  • Georg Moser † (12 marzo 1975 - 9 maggio 1988 deceduto)
  • Walter Kasper (17 aprile 1989 - 31 maggio 1999 dimesso)
  • Gebhard Fürst, dal 7 luglio 2000

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2014 su una popolazione di 5.068.000 persone contava 1.872.849 battezzati, corrispondenti al 37,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 1.302.664 3.316.865 39,3 1.290 1.026 264 1.009 399 5.387 754
1970 1.991.471 4.993.138 39,9 1.634 1.351 283 1.218 20 415 5.597 934
1980 2.118.341 5.349.000 39,6 1.582 1.191 391 1.339 77 500 3.958 981
1990 2.061.936 5.000.000 41,2 1.401 1.051 350 1.471 117 440 3.012 996
1999 2.043.672 5.000.000 40,9 1.211 972 239 1.687 207 334 3.110 996
2000 2.034.518 5.000.000 40,7 1.224 981 243 1.662 199 330 3.110 997
2001 2.025.964 5.000.000 40,5 1.196 958 238 1.693 218 326 3.110 997
2002 2.020.453 5.000.000 40,4 1.162 938 224 1.738 210 311 3.110 997
2003 2.010.661 5.000.000 40,2 1.174 961 213 1.712 205 296 2.978 997
2004 1.998.202 5.000.000 40,0 1.144 929 215 1.746 204 298 2.978 997
2010 1.921.236 5.064.000 37,9 1.099 912 187 1.748 267 228 3.140 1.037
2014 1.872.849 5.068.000 37,0 1.016 829 187 1.843 283 228 3,140 1,096

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Questo spiega l'odierna conformazione territoriale della diocesi.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN167748163 · LCCN: (ENn81009077 · GND: (DE1097762173 · BNF: (FRcb11687778j (data)
Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi