Deep Impact (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Deep Impact
Deep Impact 1998.png
Una scena del film
Titolo originaleDeep Impact
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1998
Durata120 min
Generecatastrofico, drammatico, azione, fantascienza
RegiaMimi Leder
SoggettoBruce Joel Rubin, Michael Tolkin
SceneggiaturaBruce Joel Rubin, Michael Tolkin
Casa di produzioneParamount Pictures, DreamWorks
FotografiaDietrich Lohmann
MontaggioPaul Cichocki
Effetti specialiIndustrial Light & Magic
MusicheJames Horner
ScenografiaLeslie Dilley
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Deep Impact è un film del 1998 diretto da Mimi Leder e prodotto da Steven Spielberg.

Narra delle vicende che precedono lo schianto di una cometa sul pianeta Terra. È uscito quattro anni dopo la caduta della cometa Shoemaker-Levy 9 su Giove, quasi contemporaneamente ad un altro film di fantascienza che tratta un argomento identico, Armageddon - Giudizio finale. I coniugi Eugene e Carolyn S. Shoemaker hanno in effetti lavorato al film come consulenti scientifici.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Leo Beiderman, un quattordicenne con l'hobby dell'astronomia, la sera del 10 maggio 1998, scopre, su un monte dell'Arizona, uno strano corpo celeste mentre è in osservazione astronomica con un gruppo di persone. Il suo insegnante di astronomia Marcus Wolf, astronomo di professione, si rende conto da subito che l'oggetto è una gigantesca cometa in rotta di collisione con la Terra. Wolf nella fretta di avvisare le autorità, muore in un incidente d'auto prima che possa avvertire il mondo. La storia effettua un salto di un anno e le esistenze di vari personaggi si incrociano. Jenny Lerner é una giornalista dell'emittente televisiva MSNBC. Avendo come ruolo quello di seguire i movimenti delle persone all'interno della Casa Bianca, scopre che una delle massime autorità del governo americano, Alan Rittenhouse, ha lasciato la carica per apparenti problemi familiari, che Jenny classifica come scappatelle all'insaputa della moglie. Intervistando una collaboratrice di Rittenhouse, Jenny viene a conoscenza che la presunta amante di Rittenhouse si chiama Ele; la collaboratrice afferma infatti di aver visto il nome comparire più volte sul telefono di una linea privata e misteriosa di Rittenhouse. Jenny capisce che qualcosa non torna e, in preda alla confusione decide di andare a far visita a Rittenhouse. Jenny lo trova su una barca, in partenza e con una quantità di scorte e viveri che non passano inosservati. Non avendo ottenuto nulla dalla visita a Rittenhouse, Jenny decide di rientrare in redazione, ma mentre è in macchina viene spreronata da auto governative. La scena si sposta in un edificio segreto, dove la Lerner è stata accompagnata. Incredibilmente compare davanti a lei il presidente degli Stati Uniti d'America Tom Beck. Beck invita Jenny a presenziare ad un suo discorso alla Casa Bianca confidando nella sua serietà professionale. L'intera umanità sta per scoprire l'incredibile verità: il presidente degli Stati Uniti, con una conferenza in mondo visione, annuncia che il corpo celeste individuato da Leo Biederman un anno prima, è in realtà una cometa, grande quanto il monte Everest, in rotta di collisione con la Terra, con conseguenze devastanti per il nostro pianeta, un Extinction Level Event. Beck comunica che i governi di tutto il mondo hanno unito le loro forze per realizzare un vettore spaziale allo scopo di neutralizzare il meteorite: il vettore chiamato Messia, atterrerà sulla cometa e la farà esplodere con delle testate nucleari. Il presidente presenta l'equipaggio del Messia composto da cinque americani e un russo; a loro il temibile compito di salvare l'intera umanità. Dieci mesi, questo il tempo che la Terra ha a disposizione prima che si verifichi l'impatto, un tempo in cui tutta l'umanità dovrà fare i conti con le più temibili paure ed angosce. Anche Leo Biederman apprende dal discorso del presidente visto alla TV che la cometa da lui individuata é un pericolo catastrofico per il pianeta, ma nonostante ciò, visto il sensazionale ottimismo nella buona riuscita della missione, Leo diventa 'famoso' come scopritore della più grande minaccia della storia dell'umanità. Leo ha una ragazza Sarah, una sorella più piccola e due genitori molto orgogliosi di lui.

Nella stressante attesa dell'imminente catastrofe si scopre invece che Jenny Lerner è in rotta col padre, il quale si è appena risposato con una donna molto più giovane di lui. Jenny, vista la sua presenza a sorpresa alla conferenza stampa di Beck, scala le gerarchie all'interno della MSNBC, diventando il volto delle notizie di prima pagina, diventando il volto della catastrofe. Intanto gli astronauti del Messia, si stanno dirigendo verso lo spazio profondo per intercettare la cometa. A bordo del vettore spaziale si scopre che l'anziano astronauta Spungeon Tanner detto 'fish', inizialmente non molto voluto dal resto dell'equipaggio, comincia ad essere ascoltato per via della sua grande esperienza ricca di ben cinque missioni spaziali e rispettivi allunaggi. Sarà lui a guidare il rendez-vouz spaziale all'interno della coda della cometa e a far atterrare il Messia sulla superficie del sasso spaziale. Arriva la fase cruciale della missione, l'atterraggio sulla cometa e il posizionamento degli ordigni esplosivi. Con molte difficoltà le testate nucleari vengono piazzate, ma al momento del rientro verso la navicella Gus Partenza, l'astronauta e medico di bordo, viene colpito da una deflagrazione esplosiva, dovuta al fatto che gli astronauti, non avendo rispettato i tempi, si sono trovati a fare i conti con la salita del sole dall'orizzonte della cometa, fatto che porta la superficie del meteorite ad un aumento della temperatura improvviso quanto letale. Gus Partenza viene scaraventato nello spazio alla velocità di fuga, non potendo essere più recuperato. Fish, in perenne contatto con Houston, aziona le cariche esplosive; le trasmissioni si interrompono, per via della deflagrazione, sia dalla base di Houston che nelle case di miliardi di spettatori di tutto il mondo che ansiosi stavano assistendo alla missione in diretta. Il volto del presidente degli Stati Uniti d'America, che si avvia verso lo studio per dare al mondo l'esito della missione, è indubbiamente eloquente rispetto a ciò che starà per dire. Il Messia infatti ha fallito, la cometa è stata semplicemente divisa a metà e le due parti, una più piccola e una più grande, sono entrambe ancora dirette verso la Terra. Tom Beck, testimone dolente dell'intera vicenda, annuncia che, nella roccia calcarea del Missouri, il governo americano ha fatto costruire delle caverne sotterranee pronte ad ospitare fino a un milione di persone. La mossa successiva infatti é un massivo lancio di missili Titan che però, per via della gettata, potranno essere azionati solo quando le comete saranno a poche ore dalla Terra. Per questo la prudenza ha portato a garantire la sopravvivenza del genere umano realizzando un sorteggio effettuatoda un computer che 'salverà' 800.000 Americani, che si aggiungeranno ai 200.000 scienziati, medici, fisici, artisti ecc.. precedentemente selezionati per via delle loro capacità e dei loro meriti. Con un discorso commovente il presidente Tom Beck si congeda dalla popolazione dicendo 'io credo in Dio!'. Fra le persone preselezionate vi sono Leo e Jenny. Le settimane passano e le comete sono sempre più vicine alla Terra tanto da essere visibili ad occhio nudo. Jenny, che si trova a fare i conti con la morte improvvisa della madre a poche settimane dall'impatto, vede un riavvicinamento del padre, abbandonato dalla nuova moglie. Leo, per garantire anche a Sarah e alla sua famiglia un posto nelle caverne, decide si sposarla. Arriva la sera della partenza per il Missouri, il mondo é completamente alla deriva come testimoniano le notizie della Lerner oramai immagine di punta della MSNBC. L'esercito passa a recuperare Leo con la sua famiglia, ma non carica la famiglia di Sarah. Leo, giunto alle grotte, all'ultimo momento decide di tornare indietro a riprendere Sarah. È in questo momento di viaggio che i missili Titan vengono lanciati contro le comete. Il mondo è ancora una volta col fiato sospeso e, ancora una volta spetta a Beck comunicare all'umanità anche il fallimento della seconda missione. Le comete Wolf e Biederman sono ancora in rotta di collisione con la Terra, e niente oramai potrà fermarle. Intanto vengono calcolati i punti d'impatto delle comete, la prima, la più piccola, cadrà in mare aperto, al largo delle isole Bermuda. La seconda impatterà nel Canada Occidentale quasi 4 ore dopo la prima. Leo, una volta arrivato non trova Sarah perché è partita per gli Appalachi con la famiglia, per allontanarsi dal percorso distruttivo della cometa. Così la raggiunge, la carica velocemente su una moto e scappa con lei dall'immenso ingorgo di automobili che si é venuto a creare per il panico generale, non prima che Sarah abbia salutato tristemente i propri genitori, già sicuri di non rivederla più. Jenny, invece, sul punto di partire in elicottero per le caverne decide di lasciare il proprio posto ad una collega di lavoro e alla sua bambina, dopodiché (già scossa per la morte della madre) decide di riconciliarsi con suo padre, prima che sia troppo tardi.

L'equipaggio del Messia nota però qualcosa: l'esplosione precedente ha creato nella cometa più grande una cavità: se riuscissero a portare le ultime bombe in quella cavità queste la disintegrerebbero. Non possono fare niente per la cometa più piccola, ma così la Terra avrà una speranza. C'è però un problema: possono portare le bombe nella cavità, ma non avrebbero abbastanza carburante per ripartire, così decidono di sacrificarsi. Intanto, il frammento più piccolo della cometa impatta nell'Oceano Atlantico, creando un enorme tsunami che distrugge ogni cosa sul suo cammino. Onde alte anche 1000 metri si propagano per chilometri nell'entroterra, spazzando via città, grattacieli e arrivando fino alle vallate del Tennessee e dell'Ohio. Leo, Sarah e il suo fratellino sopravvivono, ma Jenny, suo padre, i genitori di Sarah, e milioni di persone lungo le coste atlantiche di tutta America, dell'Europa e dell'Africa muoiono. L'altra parte della cometa, più grossa, che provocherebbe la fine della vita vegetale e animale (quindi dello stesso Genere Umano), sta per colpire la Terra: è adesso che l'equipaggio del Messia (dopo aver dato il drammatico addio alle famiglie) compie l'eroico sacrificio andando a schiantarsi contro di essa facendola esplodere. Dopo qualche tempo, quando le acque dell'Oceano Atlantico si sono ormai ritirate, nonostante l'incalcolabile numero di vittime, il Presidente lancia un commovente messaggio di speranza a tutto il mondo, che esorta a ricominciare una nuova vita.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Deep Impact doveva inizialmente essere diretto da Steven Spielberg, ma gli impegni presi l'anno precedente con Amistad gli impedirono di farlo in tempo, in particolare dopo che la Touchstone Pictures annunciò la produzione di un film con lo stesso tema, Armageddon, anch'esso distribuito nell'estate 1998.[1] Non volendo aspettare, i produttori decisero di ingaggiare Mimi Leder alla regia e mantenere Spielberg come produttore esecutivo.[1]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Deep Impact venne distribuito nei cinema l'8 maggio 1998, circa due mesi prima rispetto al rivale Armageddon - Giudizio finale. Il film debuttò al primo posto del botteghino nordamericano con un incasso di oltre 41 milioni di dollari nel suo primo weekend.[2] Divenne un successo finanziario, incassando 140.464.664 nei soli Stati Uniti e 209.000.000 all'estero, per un totale di 349.464.664 in tutto il mondo.[2] Fu il sesto più alto incasso dell'anno, tuttavia si posizionò dietro Armageddon, che con oltre 553 milioni fu il maggiore successo economico del 1998.[3] Tra i due film fu comunque quello più apprezzato dalla critica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Mark Shapiro, When Worlds Collide Anew (On Location for Deep Impact...), in Starlog (New York, US), Starlog Group, Inc., maggio 1998. URL consultato il 15 luglio 2017.
  2. ^ a b (EN) Deep Impact, su Box Office Mojo. URL consultato il 25 novembre 2018. Modifica su Wikidata
  3. ^ (EN) 1998 Worldwide Grosses, su boxofficemojo.com. URL consultato il 25 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]