Debra Mooney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Debra Mooney, nome d'arte di Debra Vick (Aberdeen, 28 agosto 1947), è un'attrice statunitense, nota principalmente per il ruolo di Edna Harper nella serie televisiva Everwood.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Debra Mooney (all'anagrafe Debra Vick) è nata a Aberdeen, nella Dakota del Sud, da Isabel Smith e Henry M. Vick[1]. Poco dopo la sua nascita la sua famiglia si è trasferita a Ellendale, nella Dakota del Nord, dove inizia ad interessarsi alla recitazione. Conseguita la laurea presso l'Università del Minnesota, Debra decide di intraprendere la carriera di attrice.

Dopo il suo debutto nel 1976, recita in svariati film e serie televisive; tra cui Capitolo secondo, Tootsie, Kate e Allie, L'attimo fuggente, Pappa e ciccia, Il cane di papà, Avvocati a Los Angeles, I racconti della cripta, Willy, il principe di Bel-Air, Dream On, Grace Under Fire, Murphy Brown, Ma che ti passa per la testa?, Hawaii missione speciale, Cinque in famiglia, Un medico tra gli orsi, Una bionda per papà, Sisters, Il tocco di un angelo, Ellen, E vissero infelici per sempre, Anastasia, The Naked Truth, Caroline in the City, E.R. - Medici in prima linea, Will & Grace, The Practice - Professione avvocati, Giudice Amy, Da un giorno all'altro, Tutti amano Raymond, Everwood, Joan of Arcadia, The Closer, Psych, Private Practice, Boston Legal, Pushing Daisies, Cold Case - Delitti irrisolti, Eleventh Hour, Grey's Anatomy, Fratello scout, Hawthorne - Angeli in corsia e Bones.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Debra è sposata col produttore cinematografico Porter Van Zandt. La coppia ha una figlia, consulente artistica cinematografica, Kirstin Mooney, cui hanno messo per cognome quello d'arte della madre.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96870049 · LCCN (ENno2009128996 · WorldCat Identities (ENno2009-128996