Davide Lamma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Davide Lamma
Nazionalità Italia Italia
Altezza 191 cm
Peso 88 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex playmaker)
Ritirato 2016 - giocatore
Carriera
Giovanili
Fortitudo Bologna
Squadre di club
1993-1995 Fortitudo Bologna 17
1995-1996 A. Costa Imola 34
1996-1997 Celana Bergamo
1998 Fortitudo Bologna 0
1999-2000 Dinamo Sassari 29
2000-2001 Gorizia
2001-2002 Pall. Vigevano
2002-2004 Viola Reggio Cal. 74
2004-2005 Mens Sana Siena 29
2005-2006 Pall. Cantù 23 (157)
2006 Olimpia Milano 1
2006-2007 Reggiana 25
2007-2010 Fortitudo Bologna 55
2010-2011 SG Fortitudo Budrio 23
2012 Pall. Firenze 9
2013 Scaligera Verona 7
2013-2014 Pall. Mantovana 22
2014-2015 Fortitudo Bologna 25
2016 Fortitudo Bologna
Nazionale
2002-2005 Italia Italia 26 (59)
Carriera da allenatore
2017-2018 Pall. Mantovana 12-15
Palmarès
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Bronzo Svezia 2003
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Almería 2005
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 aprile 2018

Davide Lamma (Bologna, 23 aprile 1976) è un allenatore di pallacanestro, ex cestista e dirigente sportivo italiano.

Carriera da giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto del vivaio della Fortitudo Bologna, con essa esordisce in serie A il 23 gennaio 1994. Nel 1995 viene ceduto in prestito alla Casetti Imola dove disputa il campionato di serie A2. Ritornato alla Fortitudo non riesce comunque a trovare spazio in squadra così decide di tornare a giocare nella serie cadetta per il Banco di Sardegna Sassari.

Nel 2002 firma un biennale che lo lega alla Viola Reggio Calabria dove riesce finalmente ad avere un discreto minutaggio anche nella serie maggiore. I buoni risultati ottenuti in questi due anni a Reggio Calabria convincono, nel 2004, i campioni d'Italia del Montepaschi Siena a puntare su di lui. Con la società senese vince subito la Supercoppa italiana (senza però scendere in campo) e fa il suo esordio in Eurolega.

In campionato invece, dopo aver chiuso la regoular season al terzo posto, il Montepaschi viene subito sconfitto nei quarti dalla Lottomatica Roma. L'anno seguente inizia ancora la stagione con Siena ma il suo impiego cala sensibilmente e decide quindi di trasferirsi a Cantù. A fine stagione rimane senza squadra e a novembre viene prima ingaggiato per un brevissimo periodo e con un contratto a gettone dall'Armani Jeans Milano e poi con un contratto fino a fine stagione dalla Bipop Carire Reggio Emilia.

Nell'estate 2007 si realizza il suo sogno, Davide, grande tifoso fortitudino viene ingaggiato, insieme ad Andrea Guolo, dalla squadra bolognese con cui aveva esordito in serie A ed insignito del titolo di capitano. Nella difficile stagione fortitudina è probabilmente il giocatore che si distingue sugli altri per la grinta che ci mette in ogni partita e per l'umiltà, infatti in pochissimo tempo diventa il playmaker titolare ed un idolo della Fossa.

Al termine della stagione, grazie anche al suo apporto, la squadra vince i due derby contro la Virtus e riesce a raggiungere l'ottavo posto utile per disputare i play-off (sconfitti dalla favorita Siena). Nel luglio 2008 rinnova per un altro anno con la Fortitudo, dove resterà anche l'anno successivo in A Dilettanti, ottenendo a fine stagione una vana promozione in LegaDue. L'anno seguente firma in B Dilettanti per la SG Fortitudo Pallacanestro Budrio. Nel febbraio 2012 viene tesserato dalla Pallacanestro Firenze e contribuisce a salvare i toscani dalla retrocessione in DNB. Il 27 marzo 2013 firma con la Tezenis Verona, per poi passare alla Pallacanestro Mantovana in DNA Silver con la quale otterrà un'altra promozione.

Nella stagione 2014-2015 firma nuovamente per la Fortitudo Bologna. Dopo aver conquistato la promozione in A2, si ritira dalla pallacanestro giocata rimanendo comunque in società nelle vesti di direttore sportivo. A distanza di un anno, visti gli infortuni occorsi ad alcuni giocatori in rosa, nel maggio 2016 è tornato in campo in occasione dei play-off 2015-2016.[1]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la nazionale maggiore esordisce a Chiavenna il 1º giugno 2002 contro la Lettonia (realizzando un punto). Ha vinto la medaglia di bronzo all'Eurobasket 2003 e la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo nel 2005 in Spagna.

Carriera da dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la stagione 2014-2015 in Fortitudo con la promozione in A2, si ritira dalla pallacanestro giocata rimanendo comunque in società nelle vesti di direttore sportivo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Siena: 2004

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fortitudo sangue biancoblù di Davide Lamma e Damiano Montanari - Novembre 2016 (Autobiografia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fortitudo, Davide Lamma torna in campo, ilrestodelcarlino.it, 27 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]