Dassault Falcon 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dassault Falcon 2000
Dassault Falcon 2000
Dassault Falcon 2000
Descrizione
Tipo business jet
Equipaggio 2 piloti e gli assistenti di volo
Costruttore Francia Dassault Aviation
Data primo volo 4 marzo 1993
Data entrata in servizio 1999
Altri utilizzatori #Utilizzatori
Esemplari oltre 490
Sviluppato dal Dassault Falcon 900
Altre varianti #Versioni
Dimensioni e pesi
Lunghezza 20,23 m
Apertura alare 21,38 m
Altezza 7,06 m
Peso a vuoto 10 644 kg
Peso carico 13 472 kg
Peso max al decollo 19 142 kg
Passeggeri 6 (fino a 19)
Capacità combustibile 7 557 kg
Propulsione
Motore 2 P&W Canada 308C
Spinta 31,14 kN (7 000 lbf) ciascuno
Prestazioni
Velocità di crociera 0,80 Mach
Autonomia 7 410 km (4 000 nm)
Avionica Cockpit EASy
Note dati riferibili alla variante 2000LX

i dati sono tratti dal sito Dassault Aviation[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Dassault Falcon 2000 è un business jet bimotore della famiglia Dassault Falcon prodotto dalla azienda francese Dassault Aviation.

Alenia (Leonardo-Finmeccanica) ha acquisito la quota del 25% del programma sottoscritto nel 1990 per la realizzazione delle gondole dei motori, gli inversori di spinta e di tutta la coda.[2]

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Dopo a presentazione al Salone Internazionale dell'Aeronautica e dello Spazio di Parigi-Le Bourget del 1989 con il nome in codice Falcon X, il Falcon 2000 ha effettuato il suo primo volo pilotato da Jean Pus e Guy Mitaux-Maurouard il 4 marzo 1993 presso l'aeroporto di Bordeaux Mérignac.[3]

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'aereo è caratterizzato da un'ala bassa a freccia e da 2 turbofan CFE CFE738 montati nella sezione di coda della fusoliera, oggi sostituiti dai Pratt & Whitney P-W308C.

Interior of Dassault Falcon 2000 LX cabin.JPG

È stato sviluppato dal trimotore Dassault Falcon 900 del quale è una versione leggermente più piccola pur mantenendo un raggio d'azione transcontinentale. Anche anche se lo spazio interno del Falcon 2000 è circa il 20% in meno del Falcon 900, apertura alare e lunghezza sono praticamente identiche. Ciò è dovuto alla mancata stabilizzazione che veniva data dal terzo motore montato al disotto della deriva verticale, condizione che ha richiesto di rivedere l'aerodinamica ed ha portato ad una coda più lunga. Questa configurazione, con un interno più piccolo e solo due motori, è stata applicata in vista di una riduzione notevole dei consumi e quindi dei costi di esercizio.

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristica Falcon 2000 Falcon 2000EX (EASy) Falcon 2000DX Falcon 2000LX
Lunghezza: 20,23 m
Altezza: 7,06 m
Apertura alare: 19,33 m 21,38 m
Superficie alare: 49,02 m2
Angolo di freccia: 29°
Diametro fusoliera: 2,5 m
Lunghezza cabina: 7,98 m
Larghezza cabina: 2,35 m
Altezza cabina: 1,88 m
Portata massima: ca. 5.790 km ca. 7.040 km ca. 6.019 km ca. 7.400 km
Velocità massima: Mach 0,85
Rateo di salita: 17,4 m/s
Tangenza: 14.300 m
Peso massimo al decollo: 16.239 kg 18.734 kg 18.597 kg 19.142 kg
Peso a vuoto: 9435 kg 10.519 kg
Equipaggio: 2
PPasseggeri: da 6 a 19
Motori: Due CFE CFE738-1-1B Due Pratt & Whitney PW308C
Spinta: 25,46 kN 31,13 kN
Cockpit del Falcon 2000 LX
PW&C PW308C of a Falcon 2000S (2).jpg

Versioni e varianti[modifica | modifica wikitesto]

2000
È la prima versione originale del Falcon 2000, certificata nel 1994 con motori turbofan CFE (General Electric & AlliedSignal) CFE738-1-1B. Può trasportare 8 passeggeri per 5.555 km a 0,8 Mach.
2000EX
Variante ri-motorizzata certificata nel 2003 con motori turbofan Pratt & Whitney Canada PW308C. Questa versione ha un'autonomia migliorata rispetto al Falcon 2000 grazie ad un serbatorio supplementare.
2000EX EASy
Designazione commerciale, certificata nel 2004, del Falcon 2000EX con alcune modifiche:
  • M1691 "Enhanced Avionics System For F2000EX"
  • M1745 "Oxygen system electro-pneumatic altimetric controller"
  • M1504 "All falcon Common pressurization system"
2000DX
Designazione commerciale, certificata nel 2007, del Falcon 2000EX EASy con alcune modifiche:
  • M3000 "Definition of the F2000DX"
2000LX
Designazione commerciale, certificata nel 2009, del Falcon 2000EX EASy con alcune modifiche:
  • M2846 Winglet installation
  • M3229 New slats
2000 MRA[4]
Versione militare Maritime Reconnaissance Aircraft proposta all'Aéronautique navale per sostituire i suoi Falcon 50 Surmar e i Falcon 200 Gardian[5]. Versione capace di missioni militari di: monitoraggio delle coste, lotta antinave (ASuW), acquisizione di obiettivi Over the Horizon, ELINT / SIGINT, ISR e addestramento delle forze navali; e di operazioni militari diverse dalla guerra come : sorveglianza delle ZEE e dei traffici marittimi, SAR, missioni governative, protezione dell'ambiente, evacuazione medica e trasporto personale.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili / privati[modifica | modifica wikitesto]

Militari / governativi[modifica | modifica wikitesto]

Bulgaria Bulgaria
Francia Francia
  • Armée de l'air • F-RAFC (cn 231) • F-RAFD (cn 237) • i primi 2 di 4 aerei
    • Escadron de Transport, d'Entraînement et de Calibration 00.065 "GAËL" (ETEC) sulla BA 107 "Sous-lieutenant Dorme" de Villacoublay dal novembre 2011
Giappone Giappone
Monaco Monaco
Slovenia Slovenia

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Falcon 2000LX, Dassault Aviation. URL consultato il 25 luglio 2010.
  2. ^ tecnologia italiana sul jet Falcon 2000 e Aerostrutture per Dassault Falcon, leonardocompany.com.
  3. ^ Falcon 2000.
  4. ^ (FREN) Falcon 2000 MPA, dassault-aviation.com. URL consultato il 17/07/2016.
  5. ^ Dassault présente un nouvel appareil pour remplacer les Falcon 50 et Guardian e Maquettes du Falcon 2000 MRA au salon IDEX 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video ed immagini[modifica | modifica wikitesto]