Dassault MD 315 Flamant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dassault MD 315 Flamant
Un Flamant dipinto con livrea sudvietnamita alla mostra internazionale dell'aeronautica e dello spazio di Berlino del 2010
Un Flamant dipinto con livrea sudvietnamita alla mostra internazionale dell'aeronautica e dello spazio di Berlino del 2010
Descrizione
Tipo aereo da trasporto
Equipaggio 1-2 [1]
Costruttore Francia Dassault
Data primo volo 6 luglio 1947 [2]
Data entrata in servizio 1949
Utilizzatore principale Francia Armée de l'air
Esemplari 135 [2]
Dimensioni e pesi
Tavole prospettiche
Lunghezza 12,58 m
Apertura alare 20,70 m
Altezza 4,53 m
Superficie alare 47,20 [3]
Peso a vuoto 4 250 kg [2]
Peso carico 6 400 kg
Peso max al decollo 5 800 kg [1]
Passeggeri 10 o
Capacità 1 100 kg di carico
Propulsione
Motore 2 Snecma/Renault 12S-02-201
Potenza 580 CV (427 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 380 km/h a 1 000 m [2]
Velocità di crociera 300 km/h [1][2]
Autonomia 1 500 km
Raggio di azione 656 km [1]
Tangenza 8 000 m [1]
4 350 m (pratica)
Note dati riferiti alla versione MD 315

i dati sono estratti da avionslegendaires.net[4] integrati dove indicato

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Dassault MD 315 Flamant (dal francese: fenicottero) era un bimotore da trasporto ad ala bassa prodotto dall'azienda aeronautica francese Avions Marcel Dassault dalla seconda metà degli anni quaranta.

Sviluppo della famiglia MD 300, l'MD 315 venne utilizzato principalmente dall'Armée de l'air, oltre che nelle aeronautiche militari di Cambogia, Madagascar, Tunisia e Vietnam, rimanendo in servizio fino al 1981.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un primo volo effettuato il 6 luglio 1947 il MD 315, fu immediatamente scelto per entrare in servizio con l'aviazione francese l'anno successivo. L'aereo era impiegato per l'addestramento dei piloti al bombardamento, alla sorveglianza marittima e come trasporto.

Durante la guerra d'indipendenza dell'Algeria l'aereo fu utilizzato, equipaggiato con missili SS11 o con mitragliatrici e bombe, per l'attacco al suolo.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Un MD 311, la versione da addestramento del Flamant.
Un MD 312, la versione da trasporto e da collegamento del Flamant fotografato nel 1977 all'aeroporto di Basilea-Mulhouse-Friburgo.
MD 303
prototipo.
MD 311
versione da addestramento caratterizzata dal muso vetrato, destinata alla formazione dei navigatori e degli equipaggi dei reparti di bombardamento.[5]
MD 312
versione da addestramento e da collegamento.[5]
MD 315
versione da trasporto a lungo raggio e missioni MEDEVAC.[5]
MD 316
sviluppo dell'MD 315 equipaggiato con due motori radiali Snecma 14X Super Mars da 830 CV (610 kW).
MD 316T
prototipo dotato di un impennaggio di coda a deriva unica e due motori radiali Wright R-1300-CB7A1 Cyclone da 800 hp (597 kW).

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Cambogia Cambogia
Camerun Camerun
Francia Francia
Madagascar Madagascar
Tunisia Tunisia
Vietnam del Sud Vietnam del Sud

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Dassault MD.315 Flamant in Уголок неба.
  2. ^ a b c d e Dassault MD-315 'Flamant' I in Aviafrance.
  3. ^ Dassault M.D.315 Flamant in Virtual Aircraft Museum.
  4. ^ Dassault MD.315 Flamant in avionslegendaires.net.
  5. ^ a b c MD 311-312-315 Flamant in Dassault Aviation.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Achille Boroli, Adolfo Boroli, L'Aviazione (Vol.6), Novara, Istituto Geografico De Agostini, 1983, p.15.
  • (FR) Carlier, Claude e Luc Berger. Dassault: 50 ans d'aventure aéronautique, 1945-1995. Editions du Chêne. T1: ISBN 2-84277-009-9 T2: ISBN 2-84277-017-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]