Curia Cornelia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Curia Cornelia
Curia Hostilia, Comitium, Rostra and Lapis Niger layout.jpg
Collocazione di alcuni edifici del foro romano prima dell'intervento cesariano. In rosso l'antica Curia Hostilia, in blu è visibile lo spazio nel comizio occupato dalla Curia Cornelia. A destra è visibile anche la definitiva Curia Iulia.
CiviltàCiviltà Romana
UtilizzoRiunione del Senato Romano
Epoca52 a.C. - 44 a.C.
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneRoma
Mappa di localizzazione

Coordinate: 41°53′35″N 12°29′07″E / 41.893056°N 12.485278°E41.893056; 12.485278

La Curia Cornelia era il luogo in cui si riuniva il Senato Romano nel periodo compreso tra il 52 a.C. e il 44 a.C. Era la più grande di tutte le Curie presenti a Roma. La sua costruzione occupò gran parte dello spazio anticamente adibito al Comizio, portando dunque la "casa del Senato" in una posizione di centralità nella zona del Foro Romano, che in epoca antica rappresentava il cuore della città di Roma[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'80 a.C Lucio Cornelio Silla decise di ingrandire la preesistente Curia Hostilia in risposta all'aumento considerevole del numero dei senatori della Repubblica Romana. Egli demolì dunque l'edificio originale insieme a parte del vicino Comizio, e, in seguito, costruì il nuovo edificio della Curia che mantenne il nome di Hostilia.

Questa nuova curia fini però distrutta in occasione degli scontri che seguirono il funerale di Publio Clodio Pulcro, nel 52 a.C. Ricostruita da Fausto Cornelio Silla, discendente del famoso dictator, le venne attribuito in suo onore il nome di Curia Cornelia.

Nel 44 a.C. la Curia Cornelia venne però convertita in tempio da parte di Gaio Giulio Cesare a seguito del suo programma di rinnovamento urbanistico del Foro Romano, che lo portò a spostare il luogo in cui il Senato teneva le sue assemblee in un nuovo edificio, che dal dittatore romano prese il nome di Curia Iulia. Da quel momento in poi, per tutta l'epoca imperiale, il senato si riunì in questo edificio, che risulta tutt'ora visibile e in buono stato di conservazione.

Ad oggi non si sa con esattezza quando la Curia Cornelia fu definitivamente demolita, ma la sua collocazione, in relazione a quella del Foro di Cesare, lascia pensare che questo avvenne durante o immediatamente dopo la costruzione del primo Foro Imperiale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matthew Bunson, A Dictionary Of The Roman empire, Oxford Univesity Press, p. 120.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]