Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Clitoride

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clitoride
Clitoris inner anatomy numbers.png
1 Glande clitorideo -

2 corpo cavernoso - 3 crus della clitoride - 4 uretra - 5 bulbo vestibolare -

6 apertura vaginale
Anatomia del Gray (EN) Pagina 1266
Arteria Dorsal artery of clitoris
Vena Superficial dorsal veins of clitoris
Identificatori
MeSH A05.360.319.887.436
TA A09.2.02.001
FMA 9909

La clitoride (dal greco κλειτορἰς, -ἰδος, kleitorís, -ídos, dal significato di "collinetta"[1]) è un organo dell'apparato genitale femminile ed è il principale organo erettile della donna, posto sulla parte anteriore superiore della vulva, dove si uniscono le piccole labbra della vagina e sotto una piega della pelle che la copre, chiamata cappuccio (prepuzio).

Il vocabolo clitoride è un sostantivo femminile come l'originale termine greco, tuttavia ne è attestato l'uso anche in forma maschile per influenza della lingua francese.[2]

Il primo anatomista a darne una completa descrizione anatomica e funzionale è stato Georg Ludwig Kobelt.[3]

Anatomia e fisiologia[modifica | modifica wikitesto]

La clitoride è costituita da due radici di corpi cavernosi, che formano un organo unico, di forma cilindrica, detto corpo della clitoride, che si porta in alto e in avanti, per ripiegare poi in basso, terminando con un glande sormontato da un prepuzio clitorideo. Misura circa 2/4 mm di cui 3 nascosti dietro le grandi labbra e ha circa 8.000 terminazioni nervose.[4]

Quando non è in stato di eccitazione, la clitoride è ricoperta dal prepuzio clitorideo (costituito da un lembo di pelle formato dalle piccole labbra).

Dal punto di vista dello sviluppo embrionale la clitoride ha la stessa origine del pene[5]. È infatti anche chiamata "pene arcaico".

Orgasmo "clitorideo"[modifica | modifica wikitesto]

La clitoride non partecipa alla funzione riproduttiva.[6] Un'opportuna stimolazione attuata presso il glande della clitoride porta la donna all' orgasmo. Fino a tempi recenti venivano definiti erroneamente due tipi di orgasmo per la donna, quello clitorideo e quello vaginale. Uno studio condotto su un campione di volontarie da Foldes e Buisson e intitolato Il complesso clitorideo: uno studio ecografico dinamico[7] porta al superamento della distinzione tra i due orgasmi, sostenendo che l'orgasmo è sempre generato dalla clitoride. L'orgasmo impropriamente detto vaginale sarebbe provocato dalla stimolazione per sfregamento indiretto della clitoride stessa.[8]

Mutilazioni clitoridee[modifica | modifica wikitesto]

L'escissione della clitoride è erroneamente chiamata circoncisione femminile. Quando, oltre all'escissione della clitoride, si ha l'ablazione delle grandi labbra e il restringimento con sommario intervento chirurgico occlusivo dell'orifizio vaginale, si parla di infibulazione.

Tali pratiche sono attuate in alcuni paesi arabi e africani per

  • impedire la riproduzione, con l'infibulazione,
  • assicurare l'"igiene" intima, con la clitoridectomia.

Esse comportano una diminuzione e talvolta un'alienazione della capacità della donna di raggiungere l'orgasmo. Inoltre la ferita cicatrizzata provocata dall'infibulazione si riapre in maniera molto dolorosa con la deflorazione.

L'articolo 583-bis del codice penale italiano punisce entrambe le pratiche.[9] La legislazione coranica non prevede interventi mutilatori, mentre è "raccomandata" (sunna), la circoncisione. La tradizione in alcune parti dell'Egitto e nel Corno d'Africa fa sopravvivere tali pratiche, talora eseguite anche dopo il trasferimento all'estero per motivi legati al fenomeno migratorio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sapere.it dizionario etimologico[1]
  2. ^ Treccani [2]
  3. ^ Kobelt, Georg Ludwig, Die männlichen und weiblichen Wollust-Organe des Menschen und einiger Säugethiere, Anatomisch-physiolog. Freiburg, 1844
  4. ^ Tutto sul clitoride e l'orgasmo clitorideo www.condomia.it
  5. ^ senza fonte
  6. ^ INAIL - Appendice - Cenni di anatomia e fisiologia dell'apparato riproduttivo maschile e femminile
  7. ^ Pierre Foldes M.D., Odile Buisson M.D., The Clitoral Complex: A Dynamic Sonographic Study, The Journal of Sexual Medicine, volume 6, issue 5, maggio 2009, pp. 1223-1231
  8. ^ L'orgasmo vaginale? È clitorideo, Donna Moderna.
  9. ^ Legge 9 gennaio 2006, n. 7: "Disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile" - Art. 583-bis.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4225476-0