Monte di Venere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Monte di Venere (disambigua).
Monte di Venere

Il monte di Venere, chiamato anche monte del pube, è un deposito di tessuto adiposo situato sopra la vulva e l'osso pubico femminile. Durante la pubertà si ricopre di peli. Il nome deriva da Venere, dea nella mitologia romana.[1][2]

Chirurgia estetica[modifica | modifica wikitesto]

Esiste una tecnica di chirurgia estetica, chiamata in inglese monsplasty, che si applica a questa specifica parte del corpo femminile. Si tratta di rimuovere del tessuto adiposo sottostante la pelle del monte di venere, per renderla più tesa e per avere un ventre e una zona inguinale più magra e sagomata. Questa tecnica è in genere praticata conseguentemente a una improvvisa ed importante perdita di peso, ad esempio dopo un intervento operato precisamente per questo scopo, che può causare nell'individuo una percepita deformità nella zona pubica a causa dell'adipe rimasto in detta zona.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fritz Kahn, Enciclopedia Dell'amore, Edizioni Mediterranee, 1985, ISBN 9788827207024. URL consultato il 17 maggio 2017.
  2. ^ monte di Venere in "Dizionario di Medicina", su www.treccani.it. URL consultato il 17 maggio 2017.
  3. ^ (EN) Aesthetic and functional satisfaction after monsplasty in the massive weight loss population., NCBI. URL consultato il 20 maggio 2017.
  4. ^ (EN) Monsplasty for women after massive weight loss., NCBI. URL consultato il 20 maggio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia