Cicciabomba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cicciabomba
Titolo originaleCicciabomba
Paese di produzioneItalia
Anno1982
Durata91 min
Generecommedia
RegiaUmberto Lenzi
SoggettoMarino Onorati
SceneggiaturaMauro Mariani
FotografiaFausto Zuccoli
MontaggioEnzo Meniconi
MusicheRoberto Pregadio
ScenografiaClaudio Cinini
CostumiVera Cozzolino
Interpreti e personaggi

Cicciabomba è un film comico del 1982 diretto da Umberto Lenzi.

La protagonista è Donatella Rettore nella parte di Miris Bigolin, una ragazza simpatica ma bruttina (e parecchio sovrappeso) conosciuta in paese col nomignolo di "cicciabomba".

Il film ha avuto una distribuzione brevissima nelle sale cinematografiche. Originariamente la pellicola avrebbe dovuto intitolarsi Grassezza fa bellezza.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Miris è l'opposto di sua sorella Deborah, che è appariscente, viziata, ammirata da tutti e che ha una storia con Mirco Mariani, il ragazzo più bello del paese. Miris, invece, vive per la musica, frequenta solo le sue amiche bruttine, viene spesso presa in giro a causa del suo peso e lavora come speaker in una piccola radio locale. Tramite la sua rubrica, Miris ascolta e dà consigli alle persone che soffrono.

Un giorno il fidanzato di Deborah, per vendicarsi di uno scherzo di Miris, la chiama in diretta spacciandosi per un ragazzo timido, dolce e balbuziente; lei finisce per invaghirsene. Quando si presenta all'appuntamento col ragazzo, Miris scopre di essere stata presa in giro: umiliata, decide di suicidarsi mangiando cioccolatini e respirando gas fino a morire. Ma nella scatola scopre un biglietto che le fa vincere un viaggio a New York.

All'aeroporto incontra per caso la baronessa Von Kemps, che è in cerca di una testimonial obesa per il lancio della sua nuova cura dimagrante. Dopo alcune settimane la cura ha effetto e Miris, dopo aver perso ben quaranta chili, diventa una fotomodella, invaghendosi nel frattempo del dottor Arthur.

Torna però in Veneto, appena in tempo per salvare la sorella che sta per suicidarsi poiché abbandonata da Mirco, che sta per sposare, per convenienza, la figlia del sindaco. A quel punto la nuova Miris decide di vendicarsi per la sorella e per tutte le umiliazioni subite in passato. Riuscita nel suo scopo, dopo avere umiliato lo spaccone, Miris riparte per l'America con Arthur.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

I brani che fanno da colonna sonora al film sono:

  1. This Time - Rettore
  2. M'è scoppiata la testa - Rettore
  3. I'm gonna be crazed (traduzione inglese del brano M'è scoppiata la testa) - Rettore
  4. Canta Sempre - Rettore
  5. Heavy Metal Black and Silver - Blue Öyster Cult
  6. Fire of Unknown Origin - Blue Öyster Cult
  7. Motorcycle man - Saxon
  8. 747 (strangers in the night) - Saxon
  9. Wheels of steel - Saxon
  10. Machine gun - Saxon

Nel corso del film si possono individuare strascichi di altri 2 pezzi di Rettore, ovvero Il Mimo (dall'album Brivido Divino) e Le Mani (da Magnifico Delirio).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema