Charles-Amarin Brand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charles-Amarin Brand
arcivescovo della Chiesa cattolica
Mgr Charles-Amarin Brand.jpg
Monsignor Brand il 9 ottobre 1988.
Template-Archbishop of Strasbourg.svg
In nexu communionis
 
Incarichi ricoperti
 
Nato27 giugno 1920 a Mulhouse
Ordinato presbitero11 luglio 1943
Nominato vescovo28 dicembre 1971 da papa Paolo VI
Consacrato vescovo13 febbraio 1972 da papa Paolo VI
Elevato arcivescovo30 luglio 1981 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto31 marzo 2013 (92 anni) a Tolosa
 

Charles-Amarin Brand (Mulhouse, 27 giugno 1920Tolosa, 31 marzo 2013) è stato un arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Monsignor Charles-Amarin Brand nacque a Mulhouse il 27 giugno 1915.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò gli studi presso il seminario di Strasburgo, poi a causa della seconda guerra mondiale li dovette proseguire ad Aix-en-Provence e a Poitiers. Al termine del conflitto ritornò a Strasburgo, dove conseguì il dottorato in teologia. Conseguì anche un diploma di studi superiori in filosofia.

L'11 luglio 1943 fu ordinato presbitero per la diocesi di Strasburgo a Clermont-Ferrand. Nel 1955 si incardinò nella diocesi di Fréjus-Toulon, essendosi reso disponibile già nell'anno della sua ordinazione. Fu segretario del vescovo Auguste Joseph Gaudel e cappellano militare dei campi di Fréjus-Saint-Raphaël, direttore della cappellania dell'educazione pubblica e direttore del centro diocesano, vicario episcopale e vicario generale.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 dicembre 1971 papa Paolo VI lo nominò vescovo ausiliare di Fréjus-Tolone e titolare di Utina. Ricevette l'ordinazione episcopale il 13 febbraio successivo nella basilica di San Pietro in Vaticano dallo stesso pontefice coconsacranti i cardinali Bernard Jan Alfrink, arcivescovo metropolita di Utrecht, e William John Conway, arcivescovo metropolita di Armagh.

Il 18 novembre 1976 papa Paolo VI lo nominò vescovo ausiliare di Strasburgo.

Il 30 luglio 1981 papa Giovanni Paolo II lo nominò arcivescovo di Monaco. Lì attuò la nuova convenzione tra la Santa Sede e il Principato. Il 18 settembre 1982 celebrò le solenni esequie della principessa Grace Kelly.

Il 16 luglio 1984 papa Giovanni Paolo II lo nominò arcivescovo-vescovo di Strasburgo. Prese possesso della diocesi il 20 ottobre successivo. Il 1º giugno 1988 lo stesso pontefice elevò la diocesi ad arcidiocesi. Nell'ottobre dello stesso anno l'arcidiocesi ricevette la visita di papa Giovanni Paolo II. Il suo episcopato fu particolarmente segnato dalla preoccupazione per la formazione, dall'istituzione della commissione sulla vita e sul ministero dei sacerdoti e dalla riflessione sulla ristrutturazione pastorale.

Il 23 ottobre 1997 papa Giovanni Paolo II accettò la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi per raggiunti limiti di età. Si ritirò a vivere tra Colmar e Tolosa.

In seno alla Conferenza episcopale di Francia fu membro e presidente della commissione episcopale presso la Comunità Europea (COMECE). Dal 1986 al 1990 fu vicepresidente e dal 1990 al 1993 presidente della Commissione delle conferenze episcopali della Comunità Europea.

Morì a Tolosa il 31 marzo 2013 all'età di 92 anni.[1] Le esequie si tennero il 5 aprile alle ore 10 nella cattedrale di Strasburgo. Al termine del rito fu sepolto nella cripta dei vescovi dello stesso edificio.[2]

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ France 3 Alsace
  2. ^ (EN) Bishop Charles-Amarin Brand, su findagrave.com. URL consultato il 19 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Utina Successore BishopCoA PioM.svg
Henry Joseph O'Brien 28 dicembre 1971 - 30 luglio 1981 Domenico Amoroso, S.D.B.
Predecessore Arcivescovo di Monaco Successore Archbishop CoA PioM.svg
Edmond Abelé
(vescovo)
30 luglio 1981 - 16 luglio 1984 Joseph-Marie Sardou, S.C.J.
Predecessore Vescovo di Strasburgo
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
Léon-Arthur Elchinger 16 luglio 1984 - 1º giugno 1988 -
Predecessore Vicepresidente della Commissione delle Conferenze Episcopali della Comunità Europea
insieme con il vescovo José da Cruz Policarpo
Successore Mitra heráldica.svg
Dante Bernini
Franz Hengsbach
1986 - 1990 Luc Alfons De Hovre, S.I.
Joseph Duffy
Predecessore Arcivescovo di Strasburgo Successore Archbishop CoA PioM.svg
- 1º giugno 1988 - 23 ottobre 1997 Joseph Pierre Aimé Marie Doré, P.S.S.
Predecessore Presidente della Commissione delle Conferenze Episcopali della Comunità Europea Successore Mitra heráldica.svg
Jean Hengen 1990 - 1993 Josef Homeyer
Controllo di autoritàVIAF (EN2694404 · ISNI (EN0000 0000 7841 5768 · GND (DE121101924 · BNF (FRcb14464680r (data) · WorldCat Identities (ENviaf-2694404