Carnival Corporation & plc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Carnival Corporation & Plc)
Jump to navigation Jump to search
Carnival Corporation & plc
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariasocietà per azioni
Borse valori
ISINGB0031215220
Fondazione1972
Fondata daTed Arison
Sede principaleMiami
FilialiLondra
Persone chiave
SettoreTurismo
ProdottiCrociere
Fatturato16,389 mld di $ (2016)
Utile netto2,779 mld di $ (2016)
Dipendenti86.000 (2008)
Sito web

Carnival Corporation & plc, società anglo-statunitense, è il più grande operatore al mondo nel settore delle crociere.

Assetto[modifica | modifica wikitesto]

La società è una dual-listed company, ovvero un'azienda formata da due società (Carnival Corporation e Carnival plc) quotate in borsa separatamente e con management e struttura azionaria separata ma che operano sul mercato come un'unica società.

Le due società hanno sede a Miami (Florida) e a Londra (Regno Unito), la Carnival plc è quotata sia al LSE che al NYSE (in entrambi i mercati con la sigla CCL), mentre la Carnival Corporation è quotata solo al NYSE (con la sigla CUK)

La Carnival Corporation è la più grande delle due società capogruppo.

La Carnival tramite le sue controllate possiede oltre 100 navi da crociera per un totale di oltre 226.000 posti letto[1], trasporta più di 2 milioni di passeggeri all'anno.

Società controllate[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Carnival Corporation[modifica | modifica wikitesto]

Carnival Corporation è stata fondata nel 1972 con il nome di Carnival Cruise Lines dal pioniere dell'industria crocieristica Ted Arison. Dopo aver acquisito una posizione di grande prestigio diventando una delle compagnie crocieristiche di maggior successo fu eseguita l'offerta pubblica iniziale sul 20% delle azioni nel 1987. Con il capitale derivante dalla quotazione in borsa la Carnival riuscì ad iniziare un periodo di espansione tramite l'acquisizione di compagnie rivali. Il primo acquisto fu la Holland America Line (comprendente Windstar Cruises e Holland America Tours) nel 1989 e in seguito la Seabourn Cruise Line nel 1992. Nel 1993 il nome venne cambiato in Carnival Corporation per riflettere il cambiamento da azienda crocieristica singola a gruppo comprendente diversi marchi. La politica di espansione venne continuata con l'acquisto di Cunard Line nel 1998[2] e Costa Crociere nel 2000.[3]

Il presidente Micky Arison, figlio del fondatore, possiede il 47% di Carnival Corporation.

Carnival plc[modifica | modifica wikitesto]

La Carnival plc trae la sua origine dalla fondazione della P&O Princess Cruises durante gli anni 1840, già al momento della fondazione era una delle compagnie più importanti dell'Impero britannico nel settore viaggiando in tutto il globo.

Nell'ottobre del 2000 la P&O Princess Cruises plc fu separata dalla compagnia madre Peninsular & Oriental Steam Navigation Company.[4]

Fusione[modifica | modifica wikitesto]

Carnival Corporation e P&O Princess Cruises plc si fusero il 17 aprile 2003 dando vita al più grande gruppo crocieristica del mondo. Al momento della fusione la P&O Princess Cruises plc venne ribattezzata Carnival plc.[5]

Ocean Village[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia ha operato nella Carnival Corporation dal 2003 al 2010.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988, Carnival Cruise Lines entrò nel settore dei voli charter con l'acquisto della Pacific Interstate Airlines, in seguito rinominata Carnival Air Lines nel 1989.[6] Nel settembre 1997 la compagnia aerea fu venduta alla Pan Am[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Annual Report 2016 - Carnival Corporation (PDF), su http://www.annualreports.com/. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  2. ^ Cruise critic, su cruisecritic.co.uk.
  3. ^ Cruisemate, su cruisemates.com (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2011).
  4. ^ P&O to demerge its cruise business
  5. ^ Carnival cruises to P&O deal
  6. ^ Airline data, su airlinedata.com (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2009).
  7. ^ Pan Am in deal to acquire Carnival Air, su query.nytimes.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]