Campionato Primavera 2018-2019 (calcio femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato Primavera 2018-2019
Competizione Campionato Primavera (calcio femminile)
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 20ª
Organizzatore FIGC
Date dal 14 ottobre 2018
al 15 aprile 2019
Luogo Italia Italia
Partecipanti 24
Risultati
Vincitore Inter
(1º titolo)
Secondo Roma
Terzo Juventus
Quarto Pink Sport Time
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2017-2018 2019-2020 Right arrow.svg

L'edizione 2018-2019 è stata la ventesima nella storia del Campionato Primavera Femminile. Questa edizione è stata la prima in assoluto ad essere organizzata direttamente dalla FIGC. Vi hanno preso parte le 24 squadre che hanno acquisito il titolo sportivo a partecipare ai campionati di Serie A 2018-2019 e Serie B 2018-2019. Ad aggiudicarsi l'edizione, per la prima volta nella sua storia, è stata l'Inter, che ha sconfitto in finale la Roma per 9-8 dopo i calci di rigore.[1]

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Il Campionato Primavera si articola in tre fasi:

  • Gironi eliminatori (gare di andata e ritorno)
  • Quarti di finale (gare di andata e ritorno)
  • Fase finale a 4 (semifinale e finale per il primo e secondo posto in gara unica).

Le 24 squadre iscritte ed appartenenti ai campionati di Serie A e Serie B sono suddivise, con criteri di vicinanza geografica, in tre gironi da otto squadre ciascuno e si incontrano tra loro in gare di andata e ritorno. Al termine della prima fase del campionato, si qualificano ai quarti di finale le prime due squadre classificate di ciascun girone, la terza classificata del girone 3 e la migliore terza classificata tra i gironi 1 e 2.
Al termine dei gironi eliminatori, verrà stilata una graduatoria di merito tra le squadre prime classificate, seconde classificate (sigla B) e le due migliori terze classificate dei gironi (sigla C), tenendo conto dei seguenti criteri: punti in classifica, miglior differenza reti ottenuta in campionato, maggior numero di reti segnate; in caso perdurasse la parità si ricorrerà al sorteggio.
Al termine dei quarti di finale, si disputerà la fase finale a 4, con le semifinale e la finale per il primo e secondo posto che si disputeranno in gara unica su campo neutro.
Le gare dei gironi eliminatori e dei quarti di finale avranno inizio la domenica alle ore 15:00 e verranno disputate secondo il calendario pubblicato con apposito Comunicato Ufficiale.[2]
Il 31 agosto 2018 la società A.C. Milan ha comunicato la propria rinuncia alla partecipazione al Campionato Primavera.[3]
Il 9 ottobre 2018 la società SS Lazio Women 2015 ha comunicato la propria rinuncia alla partecipazione al Campionato Primavera.[4]
Il 23 ottobre 2018 la società Inter Milano ha comunicato la cessione del titolo sportivo al F.C. Internazionale Milano.[5]
Poco più di un mese dopo, il 27 novembre, il titolo dell'U.S.D. San Zaccaria è stato attribuito alla società Ravenna Women F.C. S.S.D., posseduta dal Ravenna Football Club 1913[6].

Limiti di età[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre partecipanti al Campionato Primavera dovranno essere esclusivamente formate da calciatrici nate dal 1º gennaio 2000 in poi, e che, comunque abbiano compiuto il 14º anno di età, regolarmente tesserate per le rispettive società nella stagione in corso. È consentito l’impiego di due atlete fuori quota, nate dal 1º gennaio 1999. L’inosservanza delle predette disposizioni sarà punita con la sanzione della perdita della gara prevista dall’art. 17, comma 5 del Codice di Giustizia Sportiva. In deroga a quanto previsto dall'art. 34, comma 1, delle N.O.I.F., le società partecipanti con più squadre a campionati diversi possono schierare in campo, nelle gare di campionato di categoria inferiore, le calciatrici indipendentemente dal numero delle gare eventualmente disputate dalle stesse nella squadra che partecipa al campionato di categoria superiore.[2].

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città
Genoa Lavagna (GE)
Inter Milano
Juventus Torino
Milan Ladies Milano
Mozzanica Mozzanica (BG)
Orobica Stezzano (BG)
Sassuolo Sassuolo (MO)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Juventus 36 12 12 0 0 52 5 +47
1rightarrow.png 2. Inter 28 12 9 1 2 53 11 +42
3. Sassuolo 22 12 7 1 4 49 20 +29
4. Mozzanica 19 12 6 1 5 36 21 +15
5. Orobica 13 12 4 1 7 12 45 -33
6. Genoa 6 12 2 0 10 13 34 -21
7. Milan Ladies 0 12 0 0 12 2 81 -79

Legenda:

      Ammessa alla fase finale.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Gen Int Juv Mil Moz Oro Sas
Genoa ----- 0-5 0-1 3-0 1-2 1-2 0-2
Inter 4-0 ----- 1-3 5-0 4-2 9-0 4-1
Juventus 3-0 3-0 ----- 6-0 4-2 8-0 6-1
Milan Ladies 1-5 0-10 0-7 ----- 0-8 1-2 0-8
Mozzanica 5-1 0-1 0-3 9-0 ----- 2-1 2-3
Orobica 3-2 0-8 0-5 3-0 1-1 ----- 0-3
Sassuolo 6-0 2-2 1-3 15-0 2-3 5-0 -----

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città
Castelvecchio Savignano sul Rubicone (RN)
ChievoVerona Valpo Verona
Cittadella Cittadella (PD)
Fortitudo Mozzecane Mozzecane (VR)
Ravenna Ravenna
Tavagnacco Tavagnacco (UD)
Verona Verona

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Tavagnacco 31 12 10 1 1 58 7 +51
1rightarrow.png 2. Verona 26 12 8 2 2 38 16 +22
1rightarrow.png 3. ChievoVerona Valpo 25 12 8 1 3 36 11 +25
4. Fortitudo Mozzecane 19 12 6 1 5 24 19 +5
5. Ravenna 9 12 3 0 9 14 61 -47
6. Castelvecchio 7 12 2 1 9 14 56 -42
7. Cittadella 6 12 2 0 10 18 32 -14

Legenda:

      Ammessa alla fase finale.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Cas Chi Cit FMo Rav Tav Ver
Castelvecchio ----- 1-9 3-2 1-3 0-4 0-10 1-1
ChievoVerona Valpo 6-0 ----- 1-0 3-0 4-0 2-3 3-2
Cittadella 7-1 1-2 ----- 1-2 1-1 0-2 0-4
Fortitudo Mozzecane 1-0 0-0 1-2 ----- 11-0 1-3 0-4
Ravenna 0-6 0-5 6-2 1-3 ----- 0-8 0-1
Tavagnacco 7-0 2-0 4-1 0-1 11-0 ----- 7-1
Verona 3-1 2-1 3-1 4-1 9-0 1-1 -----

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città
Arezzo Arezzo
Empoli Empoli (FI)
Fiorentina Firenze
Florentia Firenze
Pink Sport Time Bari
Roma Roma
Roma CF Roma
Roma XIV Roma

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Roma 40 14 13 1 0 73 2 +71
1rightarrow.png 2. Pink Sport Time 28 14 8 4 2 33 13 +20
1rightarrow.png 3. Fiorentina 27 14 8 3 3 44 14 +30
4. Roma CF 22 14 7 1 6 50 14 +36
5. Empoli 20 14 6 2 6 30 30 0
6. Florentia 15 14 4 3 7 23 28 -5
7. Arezzo 9 14 3 0 11 16 58 -42
8. Roma XIV 0 14 0 0 14 1 111 -110

Legenda:

      Ammessa alla fase finale.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Are Emp Fio Flo PST Rom RCF RXI
Arezzo ----- 1-4 1-9 3-2 1-2 0-5 0-1 6-0
Empoli 5-1 ----- 2-0 2-3 0-2 0-4 2-1 7-1
Fiorentina 4-0 7-0 ----- 0-0 0-0 0-2 2-1 11-0
Florentia 1-0 1-1 0-2 ----- 2-3 0-7 0-4 11-0
Pink Sport Time 2-0 2-2 1-1 3-0 ----- 1-1 1-0 9-0
Roma 13-0 2-1 7-0 2-0 4-0 ----- 2-0 12-0
Roma CF 11-1 6-1 0-1 1-1 2-1 0-1 ----- 14-0
Roma XIV 0-2 0-4 0-8 0-2 0-6 0-11 0-9 -----

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
10 marzo 2019 / 17 marzo 2019
Fiorentina 1 - 6 Juventus 1 - 3 0 - 3
ChievoVerona Valpo 2 - 7 Roma 0 - 2 2 - 5
Pink Sport Time 3 - 2 Tavagnacco 3 - 1 0 - 1
Verona 1 - 6 Inter 0 - 4 1 - 2

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Verona
10 marzo 2019, ore 14:00 CET
Quarti di finale
ChievoVerona Valpo0 – 2
referto
RomaStadio Aldo Olivieri
Arbitro:  Barmasse (Aosta)

San Marcellino
10 marzo 2019, ore 15:00 CET
Quarti di finale
Fiorentina1 – 3
referto
JuventusStadio comunale
Arbitro:  Gavini (Aprilia)

Bitetto
10 marzo 2019, ore 15:00 CET
Quarti di finale
Pink Sport Time3 – 1
referto
TavagnaccoCampo Sportivo Comunale A. Antonucci
Arbitro:  Meo (Isernia)

Verona
10 marzo 2019, ore 16:30 CET
Quarti di finale
Verona0 – 4
referto
InterStadio Aldo Olivieri
Arbitro:  Gagliardini (Macerata)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Vinovo
17 marzo 2019, ore 10:30 CET
Quarti di finale
Juventus3 – 0
referto
FiorentinaCampo Chisola
Arbitro:  Franzoni (Lovere)

Roma
17 marzo 2019, ore 15:00 CET
Quarti di finale
Roma5 – 2
referto
ChievoVerona ValpoC.S. Don Orione
Arbitro:  Matina (Palermo)

Tavagnacco
17 marzo 2019, ore 15:00 CET
Quarti di finale
Tavagnacco1 – 0
referto
Pink Sport TimeStadio comunale
Arbitro:  Foresti (Bergamo)

Sedriano
17 marzo 2019, ore 15:00 CET
Quarti di finale
Inter2 – 1
referto
VeronaC. S. Comunale
Arbitro:  Picardi (Viareggio)

Finale a 4[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
13 aprile 2019
Juventus 0 - 2 Inter
Roma 1 - 1 (6-4 dcr) Pink Sport Time

Tabellini[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
13 aprile 2019, ore 14:00 CET
Semifinali
Juventus0 – 2
referto
InterCentro tecnico federale FIGC
Arbitro:  Di Loreto (Terni)

Firenze
13 aprile 2019, ore 18:00 CET
Semifinali
Roma1 – 1
(d.t.s.)
referto
Pink Sport TimeCentro tecnico federale FIGC
Arbitro:  Moretti (Valdarno)

Finale 3º e 4º posto[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
15 aprile 2019
Juventus 4 - 2 Pink Sport Time

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
15 aprile 2019, ore 10:30 CET
Finale
Juventus4 – 2
referto
Pink Sport TimeCentro tecnico federale FIGC
Arbitro:  Lencioni (Lucca)

Finale 1º e 2º posto[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
15 aprile 2019
Inter 2 - 2 (7-6 dcr) Roma

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
15 aprile 2019, ore 15:45 CET
Finale
Inter2 – 2
(d.t.s.)
referto
RomaCentro tecnico federale FIGC
Arbitro:  Menozzi (Treviso)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Femminile, Primavera: l'Inter batte la Roma ed è CAMPIONE D'ITALIA!, su inter.it, 15 aprile 2019. URL consultato il 15 aprile 2019.
  2. ^ a b ([1])
  3. ^ ([2])
  4. ^ ([3])
  5. ^ Comunicato Ufficiale n. 2/A (PDF), su figc.it, 23 ottobre 2018.
  6. ^ Attribuzione titolo sportivo San Zaccaria a Ravenna Women (PDF), su figc.it, 27 novembre 2018. URL consultato il 28 novembre 2018.