Barry Jenkins (regista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Barry Jenkins (Miami, 19 novembre 1979) è un regista e sceneggiatore statunitense.

Ha ottenuto il plauso per aver scritto e diretto il film Moonlight, vincitore di tre Premi Oscar nel 2017 di cui Jenkins viene candidato nella sezione miglior regista e vince la statuetta come migliore sceneggiatura non originale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto nel quartiere Liberty City di Miami, Jenkins ha studiato alla Miami Northwestern Senior High School e successivamente all'Università statale della Florida a Tallahassee. Dopo aver diretto alcuni cortometraggi, nel 2008 dirige il suo primo lungometraggio Medicine for Melancholy, un film a basso budget appartenente al movimento mumblecore. La pellicola ottiene diversi riconoscimenti, tra cui tre candidature agli Independent Spirit Awards 2009.

Nel 2016 dirige il suo secondo lungometraggio, Moonlight, film con elementi autobiografici che racconta la storia di un ragazzo afroamericano gay alla ricerca del suo posto nel mondo. Il film è stato presentato in anteprima al Telluride Film Festival[1] e nel corso del 2016 ha ottenuto il plauso della critica e diversi riconoscimenti, tra cui l'Oscar al miglior film.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • My Josephine (2003) - cortometraggio
  • Little Brown Boy (2003) - cortometraggio
  • A Young Couple (2009) - cortometraggio
  • Tall Enough (2009) - cortometraggio
  • Chlorophyl (2011) - cortometraggio

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN1071148814289245330009 · LCCN: (ENno2017022085