KiKi Layne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kiki Layne ai Premi Oscar 2019

KiKi Layne, pseudonimo di Kiandra Layne (Cincinnati, 10 dicembre 1991), è un'attrice e modella statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Cincinnati, nell'Ohio, si laurea in recitazione alla DePaul University nel 2014.[1] Debutta in televisione nel 2016, interpretando il ruolo di Emmie Miles in Chicago Med e apparando nel cortometraggio Veracity di Seith Mann.[2]

Nel 2018 recita nel ruolo di protagonista al fianco di Regina King e Stephan James nel film, candidato agli Oscar, Se la strada potesse parlare diretto da Barry Jenkins.[3] Il ruolo porta all'attrice a essere riconosciuta con il Black Reel Award come miglior attrice e nomine ai NAACP Image Award e Gotham Awards.[4][5]

Nel corso del 2019 è presente nel cast del film Native Son e di Captive State, diretto da Rupert Wyatt.[6][7] Nello stesso anno esce il cortometraggio The Staggering Girl del regista italiano Luca Guadagnino, dove la Layne recita al fianco di Julianne Moore e Marthe Keller.[8] Viene inoltre scelta come protagonista della campagna autunno / inverno del marchio Kate Spade New York insieme a Julia Garner e Sadie Sink.[9]

Ritorna sul grande schermo nel 2020 col film The Old Guard, ruolo che le fa ottenere nomine ai Critics' Choice Super Awards e Black Reel Awards.[10] Nel 2021 recita al fianco di Eddie Murphy, Arsenio Hall e Jermaine Fowler nel film Il principe cerca figlio (Coming 2 America).[11]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2018 - Florida Film Critics Circle
    • Candidatura per il miglior interprete emergente per Se la strada potesse parlare
  • 2018 - Gotham Independent Film Awards[12]
    • Candidatura per il miglior interprete emergente per Se la strada potesse parlare
  • 2018 - Philadelphia Film Critics Circle[13]
    • Miglior performance rivelazione per Se la strada potesse parlare
  • 2018 - Savannah Film Festival
    • Miglior performance rivelazione per Se la strada potesse parlare
  • 2018 - Women Film Critics Circle[14]
    • Miglior coppia con Stephan James per Se la strada potesse parlare
  • 2019 - Alliance of Women Film Journalists
    • Candidatura per la miglior performance rivelazione per Se la strada potesse parlare
  • 2019 - Black Reel Awards
    • Miglior attrice per Se la strada potesse parlare
    • Candidatura per la miglior performance rivelazione femminile per Se la strada potesse parlare
  • 2019 - Georgia Film Critics Association
    • Candidatura per il miglior interprete emergente per Se la strada potesse parlare
  • 2019 - NAACP Image Award
    • Candidatura per il miglior interprete emergente per Se la strada potesse parlare
    • Candidatura per la migliore attrice in un film per Se la strada potesse parlare
  • 2019 - Online Film & Television Association
    • Candidatura per la miglior performance rivelazione femminile per Se la strada potesse parlare
  • 2020 - CinEuphoria Awards
    • Candidatura per la miglior coppia internazionale con Stephan James per Se la strada potesse parlare

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Taylor Bryant, KIKI LAYNE ON THE POWER OF SEEING BLACK LOVE ONSCREEN, su nylon.com. URL consultato il 20 luglio 2020.
  2. ^ (EN) Claire Shaffer,Kimberly Aleah, Claire Shaffer, Kimberly Aleah, 'The First Time' With Kiki Layne, su Rolling Stone, 10 luglio 2020. URL consultato il 2 aprile 2021.
  3. ^ (EN) Krista Smith, KiKi Layne, Star of If Beale Street Could Talk, Knows How to Own a Room, su Vanity Fair, 17 settembre 2018. URL consultato il 20 luglio 2020.
  4. ^ (EN) Tambay Obenson, Tambay Obenson, 50th NAACP Image Awards: ‘Black Panther,’ ‘black-ish’ Dominate, su IndieWire, 31 marzo 2019. URL consultato il 2 aprile 2021.
  5. ^ ‘Black Panther,’ ‘Beale Street’ lead Black Reel Awards nominations – AwardsWatch, su web.archive.org, 29 dicembre 2018. URL consultato il 2 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 29 dicembre 2018).
  6. ^ (EN) The Old Guard's KiKi Layne Calls For More Black Women in Comic Book Movies, su Movies. URL consultato il 2 aprile 2021.
  7. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Anthony D'Alessandro, ‘Captain Marvel’ Rises To Second Best 2nd Weekend In March With $69M+ – Sunday AM Update, su Deadline, 17 marzo 2019. URL consultato il 2 aprile 2021.
  8. ^ Luca Guadagnino a Cannes, 'The staggering girl' con Julianne Moore nel mondo della moda, su la Repubblica, 24 aprile 2019. URL consultato il 2 aprile 2021.
  9. ^ (EN) Yasmin Omar, Kiki Layne: "Fashion is the first way we can really express ourselves", su harpersbazaar.com, 19 agosto 2019. URL consultato il 20 luglio 2020.
  10. ^ Katie Walsh, ‘The Old Guard’ review: Sci-fi action film elevated by exploring morality of immortality, su chicagotribune.com. URL consultato il 2 aprile 2021.
  11. ^ (EN) Amanda N'Duka, Amanda N'Duka, ‘Power’ Star Rotimi Boards ‘Coming 2 America’, su Deadline, 20 agosto 2019. URL consultato il 2 aprile 2021.
  12. ^ (EN) ‘First Reformed’ And ‘The Favourite’ Top Gotham Awards Nominations, su deadline.com, 18 ottobre 2018. URL consultato il 18 ottobre 2018.
  13. ^ Andrea Francesco Berni, Roma conquista i premi della critica di Chicago, Los Angeles, Toronto, New York, Philadelpha, su badtaste.it. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  14. ^ (EN) 2018 Women Film Critic Circle Award Winners – Reel Honest Reviews, su reelhonestreviews.com. URL consultato il 31 marzo 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4071157040169967040008 · LCCN (ENno2019044760 · GND (DE1196034206 · WorldCat Identities (ENlccn-no2019044760