Colson Whitehead

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colson Whitehead nel 2009

Colson Whitehead (New York, 6 novembre 1969) è uno scrittore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Colson Whitehead è nato e cresciuto a New York. Dopo essersi laureato all'Università Harvard, ha cominciato a scrivere di libri, televisione e musica per il settimanale The Village Voice.

Nel 1999 ha pubblicato il suo primo romanzo, L'intuizionista (The Intuitionist), finalista del Premio PEN/Hemingway. Due anni dopo è seguito John Henry festival (John Henry Days), finalista del Premio Pulitzer per la narrativa e del National Book Critics Circle Award.

La sua terza opera, Il colosso di New York (The Colossus of New York) (2003), è un libro di saggi sulla sua città natale.

Nel 2012 vince il Premio Dos Passos. Con il suo romanzo The Underground Railroad vince il National Book Award per la narrativa nel 2016; il Premio Pulitzer per la narrativa nel 2017; [1] ; ed infine il Premio Arthur C. Clarke nel 2017 [2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • L'intuizionista (The Intuitionist, 1999), traduzione di K. Bagnoli, Milano, Mondadori, 2000, ISBN 978-88-045-1157-1.
  • John Henry festival (John Henry Days, 2001), traduzione di M. Testa, Roma, Minimum fax, 2002, ISBN 978-88-877-6564-9.
  • Apex nasconde il dolore (Apex Hides the Hurt, 2006), traduzione di K. Bagnoli, Milano, Mondadori, 2007, ISBN 978-88-045-7329-6.
  • Sag Harbor (2009), traduzione di M. C. Dallavalle, Milano, Mondadori, 2010, ISBN 978-88-046-0143-2.
  • Zona uno (Zone One, 2012), traduzione di P. Brusasco, Torino, Einaudi, 2013, ISBN 978-88-062-1314-5.
  • La nobile arte del bluff (The Noble Hustle: Poker, Beef Jerky & Death, 2014), traduzione di P. Brusasco, Torino, Einaudi, 2016, ISBN 978-88-062-2492-9.
  • La ferrovia sotterranea (The Underground Railroad, 2016), traduzione di M. Testa, Roma, Sur, 2017, ISBN 978-88-699-8087-9.

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Colosso di New York (The Colossus of New York, 2003), traduzione di K. Bagnoli, Milano, Mondadori, 2004, ISBN 978-88-045-2466-3.
  • The Noble Hustle: Poker, Beef Jerky, and Death, Doubleday, 2014.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2017 Pulitzer Prize Winner & Finalists, pulitzer.org. URL consultato l'11 aprile 2017.
  2. ^ http://www.clarkeaward.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN69151887 · ISNI: (EN0000 0001 0912 8041 · LCCN: (ENn98027019 · GND: (DE121859606 · BNF: (FRcb14454813z (data)