Apatosaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Apatosaurus
Stato di conservazione: Fossile
Apatosaurus.gif
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
Famiglia Diplodocidae
Sottofamiglia Apatosaurinae
Genere Apatosaurus
Nomenclatura binomiale
Apatosaurus ajax
Othniel Charles Marsh, 1877
Sinonimi
Specie
  • A. excelsus
  • A. ajax
  • A. louisae

L'Apatosauro (Apatosaurus ajax MARSH, 1877), noto anche con il nome di Brontosauro, era un dinosauro vissuto nel Giurassico superiore nell'America settentrionale.

Un gigante dal collo lungo[modifica | modifica sorgente]

Questo grande dinosauro quadrupede fa parte di un gruppo di erbivori chiamati sauropodi, la cui caratteristica principale, oltre alle enormi dimensioni, era quella di avere il collo e la coda particolarmente lunghi. L'Apatosaurus, in particolare, con i suoi 24 metri di lunghezza, gli 8 metri di altezza e le 35 tonnellate di peso, era decisamente rispettabile, ma altri giganti lo superavano: citiamo il Supersaurus, il Brachiosaurus e l'Amphicoelias, solo per rimanere nel Giurassico superiore nordamericano. Fossili di questo animale sono stati rinvenuti in Wyoming, Colorado, Oklahoma e Utah.

Scheletro di Apatosaurus excelsus in esposizione presso il Natural History Museum di New York

Lunghezza e peso[modifica | modifica sorgente]

L'apatosauro era davvero un animale imponente: non solo per la lunghezza, comunque del tutto rispettabile anche tra i sauropodi, quanto per la costituzione: il corpo, infatti, era tra i più pesanti di tutti i diplodocidi, e il collo era formato da enormi vertebre. Longitudinalmente, l'intero corpo di questo sauropode era probabilmente percorso da una serie di spine simili a quelle dell'iguana. La testa era piccola e dotata di narici alla sommità del muso. I denti erano deboli e adatti a strappare tenere foglie.

Scheletro di Apatosaurus louisae

Brontosauro o Apatosauro?[modifica | modifica sorgente]

La storia tassonomica di Apatosaurus è piuttosto complicata, per via della confusione tra Apatosaurus e Brontosaurus. Nel 1877, Othniel Charles Marsh scoprì tre gigantesche vertebre nella Morrison Formation a cui dette il nome di Apatosaurus ajax, ovvero "lucertola ingannatrice". Pochi anni dopo (1879), lo stesso paleontologo trovò un enorme scheletro quasi completo, e lo chiamò Brontosaurus excelsus ("lucertola del tuono"). Fu solo nel 1903 che gli studiosi si accorsero che le due specie appartenevano in realtà a un unico genere; Brontosaurus, benché ormai ben noto alla comunità scientifica ed entrato a far parte addirittura della cultura popolare, fu relegato a nome desueto di Apatosaurus per questioni di precedenza tassonomica.

Un cranio sbagliato[modifica | modifica sorgente]

Questo animale è stato il protagonista involontario di un altro clamoroso caso di identificazione sbagliata di un fossile: quando Marsh scoprì lo scheletro quasi completo, si accorse che mancava il cranio dell'animale e, arbitrariamente, scelse un teschio dalla forma accorciata e robusta che era stato rinvenuto più o meno nella stessa zona. Solo un secolo dopo due studiosi, McIntosh e Berman, si accorsero che il cranio di Marsh apparteneva a un altro dinosauro, Camarasaurus; il vero aspetto del cranio di Apatosaurus, nel frattempo rinvenuto e dimenticato in un museo, era invece lungo e snello, simile a quello dell'affine Diplodocus. Anche la parte finale della coda era stata basata su quella di Camarasaurus: ora si sa che l'apatosauro possedeva, come tutti i diplodocidi, una coda a frusta.

Diverse ricostruzioni del cranio dell'Apatosaurus, quella in alto è quella considerata corretta


Tre specie[modifica | modifica sorgente]

Le specie appartenenti al genere Apatosaurus sono tre:

  • A. ajax: la più lunga, fino a 25 metri, è la specie tipo e prende il nome da Aiace Telamonio, un eroe della mitologia greca. Conosciuta tramite due scheletri parziali e un cranio.
  • A. excelsus: in realtà la più piccola, lunga 18 metri; conosciuta attraverso sei scheletri e un cranio. Nota in Oklahoma, Wyoming e Utah.
  • A. louisae: la più robusta, descritta da Holland nel 1915 in onore della moglie del magnate dell'acciaio Andrew Carnegie. Rinvenuta in Colorado.

Recentemente, in strati poco più antichi, è stato rinvenuto un presunto antenato di questi animali, al quale è stato dato il nome di Eobrontosaurus yahnahpin. Una vertebra caudale di un animale simile ad Apatosaurus è stata rinvenuta in terreni del Giurassico superiore della Georgia europea.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Frank V. Paladino, James R. Spotila, Peter Dodson, 34: A Blueprint for Giants: Modeling the Physiology of Large Dinosaurs in James O. Farlow and M.K. Brett-Surman (a cura di), The Complete Dinosaur, Indiana University Press, 1997, pp. 491-504. ISBN 0-253-33349-0.
  • The Dinosaur Heresies: New Theories Unlocking the Mystery of the Dinosaurs and Their Extinction, Robert Bakker, 1986 (on Evo-wiki)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]