Foresta a galleria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Foresta-galleria che si forma dalla confluenza di due corsi d'acqua. (Putnam County, Ohio, USA)

Si parla di foresta a galleria quando la volta di una foresta, la canopea, si chiude al di sopra di un fiume, di un piccolo corso d'acqua o di una zona umida (la presenza dell'acqua può anche essere temporanea).

Caratteristiche ecologiche[modifica | modifica sorgente]

Dal punto di vista dell'ecologia del paesaggio, la foresta a galleria costituisce un tipo particolare di corridoio biologico: insieme forestale e acquatico o palustre. Con la sua volta, essa facilita l'attraversamento del corso d'acqua a svariate specie, sia tramite la canopea (scoiattoli, piccoli mammiferi, insetti), sia lungo i numerosi tronchi d'albero morti o vivi che fanno "ponte" sul fiume. La foresta a galleria mantiene un microclima più temperato al di sopra del fiume.

Nell'emisfero nord, in presenza di castori, questi ultimi mantengono delle discontinuità aperte nella foresta, favorendo l'aumento della biodiversità. Se le loro dighe sono molto grandi, possono anche far scomparire la parte di foresta più vicina alla riva, sommergendola.

In zone a clima tropicale, l'ombra è permanente; laddove il clima è temperato o continentale l'ombra è fitta soltanto in estate e il gran numero di foglie morte che cadono in acqua conferisce caratteristiche differenti agli habitat acquatici sottostanti.

Questo tipo di foresta si è notevolmente ridotto in Europa ed in tutte le zone antropizzate del mondo. Si tenta di ripristinarla, ad esempio, lungo i bracci morti o gli affluenti del Reno.