Amici come prima (film 2018)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amici come prima
Amici come prima (2018).PNG
Titoli dal trailer del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2018
Durata85 min
Generecommedia
RegiaChristian De Sica, Brando De Sica (non accreditato)[1]
SoggettoAlessandro Bardani, Fausto Brizzi, Christian De Sica, Edoardo Falcone, Marco Martani
SceneggiaturaAlessandro Bardani, Christian De Sica, Edoardo Falcone, Marco Martani
ProduttoreBenedetto Habib, Fabrizio Donvito, Marco Cohen
Produttore esecutivoFerdinando Bonifazi, Daniel Campos Pavoncelli
Casa di produzioneIndiana Production, Medusa Film
Distribuzione in italianoMedusa Film
FotografiaAndrea Arnone
MontaggioFrancesco Galli
MusicheBruno Zambrini
ScenografiaPaolo Sansoni
CostumiNicoletta Ercole, Francesca Brunori
StoryboardAndrea Arnone
Interpreti e personaggi

Amici come prima è un film del 2018 diretto da Christian De Sica con protagonisti Massimo Boldi e lo stesso De Sica, che tornano a lavorare insieme dopo 13 anni.[2][3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cesare Proietti è il direttore di un prestigioso albergo appartenente all'imprenditore Massimo Colombo e alla figlia Luciana. In seguito al passaggio ad altro gruppo aziendale, Cesare viene retrocesso ad altro ruolo, ma dopo l'iniziale rifiuto, a causa delle pressanti richieste di denaro da parte della moglie Carla e del figlio Matteo, quest'ultimo in procinto di esordire come cantante con un proprio brano, Cesare si vede costretto a rassegnarsi ad accettare. Quando Cesare però si presenta a Luciana Colombo, è troppo tardi perché il posto come responsabile alla lavanderia dell'albergo è stato assegnato al suo amico, ex portiere dello stesso albergo, Marco Gallo.

Dopo aver bussato a parecchie porte e malgrado le referenze impeccabili, Cesare trova difficoltà a trovare un impiego simile a quello perduto; non potendo contare neppure sulle basi di una cospicua liquidazione, in quanto già defalcata in precedenza per varie esigenze, Cesare coglie l'occasione giusta per salvare le apparenze con la sua famiglia quando l'amico Marco gli comunica che Luciana Colombo è disposta a pagare bene una badante per il padre Massimo che si finge paraplegico per pigrizia.

L'idea di Cesare è quella di fingersi una altolocata signora di mezza età che possa prendere il posto offerto da Luciana e, dopo essere stato assunto sotto le mentite spoglie di Lisa Sandrelli, il gioco regge, fino a quando Massimo e la figlia non organizzano una sfarzosa festa per il compleanno dello stesso Massimo nell'albergo. Essendo ancora ignara del fatto che il marito sia stato licenziato, Carla, la moglie di Cesare, esige di voler presenziare al ricevimento per lanciare il brano del figlio Matteo e farlo conoscere a gente importante.

Cesare, dopo aver assecondato le abitudini, alcune anche malsane, di Massimo, per far sì di non essere scoperto, è costretto a presentarsi alla festa nel doppio ruolo suo e di Lisa, alternandosi di volta in volta, aiutato dall'amico Marco che lo ha sempre spalleggiato anche nello scegliere l'abbigliamento adatto per il ruolo della badante. A causa di una banalità, Cesare viene scoperto da Carla e Massimo e in un sol colpo perde moglie e lavoro, ritrovandosi, suo malgrado ad arrangiarsi come può svolgendo servizio ai tavoli per un chiosco ambulante, appoggiandosi temporaneamente da Marco per quanto riguarda l'alloggio.

Rimasto solo, Massimo sente la mancanza dell'esuberanza di Cesare, seppur sotto mentite spoglie e quando si rende conto di essere prossimo all'interdizione da parte della figlia Luciana che decide di agire così in seguito alla mancata firma del contratto di cessione dell'albergo, contatta Cesare per chiedergli aiuto, ma questi, inizialmente rifiuta sperando di riconciliarsi, invece, con la moglie Carla. Quando anche Cesare non ha nulla da perdere e Massimo gli concede l'ultimo regalo di reintegrarlo nello staff dell'albergo nello stesso ruolo che ricopriva, si precipita ad aiutarlo inscenando una finta morte per un fittizio incidente stradale.

Luciana, sicura della morte del padre Massimo, crede di poter finalmente gestirne in pieno le ricchezze, ma rimane di stucco quando scopre che il padre ha versato 50 milioni di euro in un conto estero senza sapere il nome del beneficiario. La morte inscenata da Massimo è stata l'idea per liberarsi dalle grinfie della figlia Luciana e vivere serenamente in compagnia di Cesare che al contempo decide, come già fatto da Massimo con la figlia, di scaricare Carla, la quale aveva deciso di rintracciarlo dopo essere venuta a conoscenza della notizia del suo reintegro come direttore dell'albergo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate l'11 giugno 2018 e sono state effettuate a Milano, Cassano d’Adda, Como, Monza e a Cuba. Sono terminate il 28 luglio.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 19 dicembre 2018.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno di Natale è stato il film più visto nelle sale con 1 334 836 euro di incasso. In totale il film ha incassato 8 238 631 euro.[4]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Amici come prima": ma non abbiamo mai litigato.
  2. ^ Calendario film uscita dicembre 2018, MYmovies.it. URL consultato il 25 novembre 2018.
  3. ^ Amici come prima: Boldi e De Sica parlano del loro ritorno al cinepanettone, su comingsoon.it.
  4. ^ Paola Casella, Amici come prima, su MYmovies.it, 11 dicembre 2018. URL consultato il 30 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema