Alessandro Dobici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Dobici 2019

Alessandro Dobici (Roma, 14 dicembre 1970) è un fotografo ritrattista italiano e oltre alla ritrattistica (hanno posato per lui Claudio Baglioni, Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci, Sabrina Ferilli, Alessandro Gassman, Giancarlo Giannini, Valeria Golino, Bigas Luna, Olivier Martinez e Virna Lisi, tra i molti) è affermato anche nel campo della fotografia pubblicitaria e nel settore musicale[1][2]. È stato il primo fotografo italiano la cui opera è stata esposta nell'isola di Cuba[3].

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha intrapreso la carriera di fotografo all'età di 23 anni. Nel 1993 diventa assistente del noto fotografo Giovanni Cozzi. La prima pubblicazione importante arriva nel 1996 con il settimanale Max, è un servizio fotografico ad Alessandro Gassman. Da allora Dobici si impone come ritrattista, amato dai più noti personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e della politica. Nel 1996 realizza le fotografie di scena del film di Bigas Luna Bambola. Trovandosi sul set, la rivista Ciak lo invita a realizzare un servizio di ritratti al regista che rimane colpito dal lavoro di Dobici e lo vuole ancora come fotografo di scena nei film La cameriera del Titanic, con Aitana Sanchez Gijon, e Volaverunt con Penélope Cruz. Nel 1996 diventa il fotografo ufficiale di Claudio Baglioni[4].

Nel 1998 esce C’era un cavaliere in bianco e nero, pubblicato da Mondadori con oltre 250 fotografie di Baglioni tra ritratti e fotografie riprese durante i tour del cantante. Dobici firma anche la direzione creativa del volume insieme a Guido Tognetti.

Nel 2001 fonda a Roma la Contents, uno spazio polifunzionale di 500 mq. Contribuisce al successo di importanti campagne per Fendi, Belstaff, Reebok, Hoya, Tim, Alice, Valtur. Nel 2002 viene chiamato dal noto produttore musicale David Zard per curare l’immagine del musical Notre Dame de Paris. Replica l’esperienza nel 2013 con Romeo e Giulietta - Ama e cambia il mondo.

Dal 2004 al 2006 insegna fotografia alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma.

Nel giugno 2017 è il primo fotografo italiano ad esporre le sue foto a Cuba[5][6][7].

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

La mostra “AlessandroDobici, vent’anni di fotografia” è stata esposta a L’Avana, Cuba, presso l’Istituto Cubano de Amistad con los Pueblos dal 3 al 30 giugno 2017[8][9].

Ha esposto le sue opere nel 2018 presso il Chiostro del Bramante a Roma[10] , nel 2019 a Palermo presso il Real Albergo dei Poveri[11] e nel 2019 presso la Chiesa di San Calogero a Nicosia in Sicilia[12]

«L’indagine di Dobici è rivolta essenzialmente all’individuo. Ritratti in studio e personaggi ambientati nella natura. I soggetti, isolati e strappati dal loro contesto sociale, per indirizzare l’attenzione sulle loro caratteristiche più intime. Nei volti di quelle celebrità o personaggi anonimi, grazie alla sua capacità introspettiva, sa cogliere l’attimo, il moto, l’espressione in cui l'esperienza ha lasciato i segni della condizione umana, comune a tutti noi. I grandi paesaggi, con sconfinate vedute, e gli scorci urbani, situazioni ambientali opposte che, tuttavia, rappresentano l’habitat dell’uomo, sono gli altri temi che Dobici affronta con singolare qualità estetica, e coerenza di ricerca.»

(Giuliana Scimè, Storica e critica della fotografia, curatrice del progetto espositivo)

Documentario[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 la RAI realizza un documentario biografico sulla sua vita e il suo lavoro. A gennaio 2019 viene trasmesso in prima serata su Rai 5[13].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Autore e fotografo:

  • C’era un cavaliere bianco e nero - libro fotografico (Mondadori, 1998)
  • A tempo di musica (Edizioni 2 Effe, Milano, 2003)

Realizzazione cover:

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

https://www.ifotografiabbraccianonicosia.it/ 2019 I fotografi abbracciano Nicosia. Premio alla carriera [1]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Realizzazione cover:

Album di Claudio Baglioni:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Dobici: vent’anni di fotografia italiana a L’Avana, su arte.sky.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  2. ^ Alessandro Dobici, su domusweb.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  3. ^ Alessandro Dobici - Vent’anni di fotografia, su Interni Magazine, 30 maggio 2017. URL consultato l'8 luglio 2019.
  4. ^ DOBICI, LO SGUARDO OLTRE IL VISIBILE, su www.dagospia.com. URL consultato l'8 luglio 2019.
  5. ^ Alessandro Dobici, fotografo delle star e primo italiano in mostra a Cuba, su Corriere.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  6. ^ “Ho scelto di portarmi a casa alcuni scorci di vita degli altri”, su ilfattoquotidiano.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  7. ^ Alessandro Dobici, la prima volta di un artista italiano a Cuba, su style.corriere.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  8. ^ Alessandro Dobici, 20 anni di fotografia in mostra a Cuba, su ansa.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  9. ^ 20 anni di fotografia, su it.granma.cu. URL consultato l'8 luglio 2019.
  10. ^ ALESSANDRO DOBICI SPAZIO GALLERIE / CHIOSTRO DEL BRAMANTE, su chiostrodelbramante.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  11. ^ Alessandro Dobici. Fotografie. Retrospettiva 1995 - 2018, su arte.it. URL consultato l'8 luglio 2019.
  12. ^ vivienna.it, https://www.vivienna.it/2019/10/21/a-nicosia-due-mostre-di-fotografia-dei-maestri-alessandro-dobici-e-franco-turcati/.
  13. ^ Documentario Alessandro Dobici - 20 anni di fotografia, su RaiPlay.it. URL consultato l'8 luglio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]