...e poi lo chiamarono il Magnifico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
...e poi lo chiamarono il Magnifico
E poi lo chiamarono il Magnifico.jpg
Una scena del film
Titolo originale...e poi lo chiamarono il Magnifico
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia, Jugoslavia, Francia
Anno1972
Durata118 min
Rapporto2.35:1
Generewestern
RegiaE.B. Clucher
SoggettoE.B. Clucher
SceneggiaturaE.B. Clucher
ProduttoreAlberto Grimaldi
Casa di produzioneJadran Film, Les Productions Artistes Associés, Produzioni Europee Associati (PEA)
Distribuzione (Italia)United Artists Europa
FotografiaAldo Giordani
MontaggioEugenio Alabiso
Effetti specialiSergio Chiusi
MusicheGuido e Maurizio De Angelis
ScenografiaStefano Bulgarelli
CostumiEnzo Bulgarelli
TruccoLuciano Giustini, Giancarlo Marin, Alfio Meniconi, Giovanni Morosi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

...e poi lo chiamarono il Magnifico è un film western del 1972 del regista E.B. Clucher (Enzo Barboni) con Terence Hill nel ruolo di protagonista.

Il titolo venne deciso per far tesoro della popolarità della fortunata serie di Lo chiamavano Trinità... e ...continuavano a chiamarlo Trinità, nonostante la trama e i protagonisti siano differenti e nel cast non sia presente Bud Spencer ma Gregory Walcott (doppiato dal doppiatore di Bud Spencer, Glauco Onorato).

In questo film, per la prima e unica volta Riccardo Pizzuti, volto noto delle pellicole di Bud Spencer e Terence Hill, diventa l'antagonista principale. Negli altri film ha sempre interpretato, invece, il braccio destro del cattivo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il visconte Sir Thomas Moore, un ragazzo educato secondo la cultura dell'alta società anglosassone, arriva nel west americano nel 1880 per prendere possesso dell'eredità lasciatagli dal padre, un nobile inglese.

Durante il suo tragitto i compagni del padre si riuniscono: Bull apprende la notizia della morte del compagno inglese e recupera lo strambo predicatore Holy Joe e il detenuto Monkey, con lo scopo di organizzare nuovi colpi, rapinando lo stesso Thomas Moore durante il suo tragitto in diligenza. Thomas raggiunge i tre in una casa in mezzo al bosco e non riconoscendoli si presenta, descrivendogli di come il viaggio sia stato veloce ed emozionante, essendo stato rapinato, ma di aver salvato la maggior parte dei soldi.

La convivenza mette subito in risalto le differenze nobili e moderne di Tom e quelle povere e di avversione alla modernità dei suoi compagni. Tom consegna loro una lettera del padre, in cui esalta la loro amicizia e che chiede un supporto al maturamento del figlio, per farlo diventare un "vero uomo". Dovendosi preparare per nuove rapine i tre nascondono a Tom le loro intenzioni e raggiungono assieme il paese, Tom in bicicletta e i tre in cavallo. In un emporio Tom conosce Candida, appassionata di Lord Byron e figlia dell'allevatore Frank Olsen, innamorandosene. Nel saloon si ricongiunge al gruppo, dove però viene preso di mira da Morton, mandriano sotto Olsen a cui è destinata Candida e fa scoppiare una rissa.

I quattro ne escono vincitori e il giorno successivo Olsen chiede a Moore la vendita del suo terreno, ma questi rifiuta. Per distogliere Tom dalle sue ricerche sulle formiche, Bull gli dona un cavallo rubato, scoprendo la sua abilità nel cavalcare, ma ottenendo ancora un rifiuto sull'uso delle armi da fuoco. Tom si incontra con Candida e i due si dichiarano l'amore, aumentando le ire di Morton. Quest'ultimo lo sfida a duello, ma Tom rifiuta, perdendo la stima del padre di Candida. La ragazza gli comunica che il padre vuole per lei un uomo risoluto e Tom decide di allenarsi per battere Morton: si veste da cowboy, incomincia a sparare e apprende la lotta.

Dopo un mese Monkey comunica a Morton che il ragazzo prenderà la diligenza per lasciare il paese e tutti si riuniscono per l'evento. Tom lo sfida mostrando le sue abilità nell'uso della pistola e lo batte a pugni, guadagnandosi l'approvazione di Olsen. Monkey e gli altri portano Morton sulla diligenza, rivelando al giovane che Morton era un ricercato e volevano vedere se Tom ce l'avrebbe fatta senza quell'aiuto. Gli comunicano inoltre che devono separarsi, poiché vogliono vivere l'avventura spostandosi sempre più a ovest evitando la modernità e Tom li saluta aspettando un loro ritorno. Durante il tragitto, si accorgono però di aver raggiunto la fine con l'oceano Pacifico e decidono di ritornare indietro.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato nell'ex-stato della Jugoslavia presso il parco nazionale di Plitvice.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ...e poi lo chiamarono il Magnifico, su Terence Hill Sito Ufficiale. URL consultato il 15 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema