...e poi lo chiamarono il Magnifico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
...e poi lo chiamarono il Magnifico
E poi lo chiamarono il Magnifico.jpg
Una scena del film
Titolo originale...e poi lo chiamarono il Magnifico
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia, Jugoslavia, Francia
Anno1972
Durata118 min
Rapporto2.35:1
Generewestern
RegiaE.B. Clucher
SoggettoE.B. Clucher
SceneggiaturaE.B. Clucher
ProduttoreAlberto Grimaldi
Casa di produzioneJadran Film, Les Productions Artistes Associés, Produzioni Europee Associati (PEA)
Distribuzione (Italia)UA EUROPA
FotografiaAldo Giordani
MontaggioEugenio Alabiso
Effetti specialiSergio Chiusi
MusicheGuido e Maurizio De Angelis
ScenografiaStefano Bulgarelli
CostumiEnzo Bulgarelli
TruccoLuciano Giustini, Giancarlo Marin, Alfio Meniconi, Giovanni Morosi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

...e poi lo chiamarono il Magnifico è un film western del 1972 del regista E.B. Clucher (Enzo Barboni) con Terence Hill nel ruolo di protagonista.

Il titolo venne deciso per far tesoro della popolarità della fortunata serie di Lo chiamavano Trinità... e ...continuavano a chiamarlo Trinità, nonostante la trama e i protagonisti siano differenti e nel cast non sia presente Bud Spencer ma Gregory Walcott (doppiato dal doppiatore di Bud Spencer, Glauco Onorato).

In questo film, per la prima e unica volta Riccardo Pizzuti, volto noto delle pellicole di Bud Spencer e Terence Hill, diventa l'antagonista principale. Negli altri film ha sempre interpretato, invece, il braccio destro del cattivo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il visconte Sir Thomas Moore, un educato ragazzo secondo la rigida cultura anglosassone, parte per l'America per prendere possesso dell'eredità lasciatagli dal padre, un nobile inglese. Si ritrova nel selvaggio west, e si innamora di Candida, giovane figlia di un proprietario terriero, già corteggiata da un altro cowboy, Morton. Tre ribaldi amici del defunto padre, Bull, Holy e Monkey, gli insegneranno a sparare, fino a farlo diventare un temibile pistolero, tanto da poter affrontare il rivale in duello per l'amata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema