Wurtzite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wurtzite
Wurtzite-240009.jpg
Classificazione Strunz (ed. 10) 2.CB.45[1]
Formula chimica (Zn,Fe)S[1]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino esagonale[1][2][3]
Classe di simmetria  
Parametri di cella a=3,82, c=6,26, Z=2, V=79,11
Gruppo puntuale 6mm[1]
Gruppo spaziale P 63mc[1]
Proprietà fisiche
Densità secondo alcuni[2] 4.0 g/cm³, secondo altri[1] 3.98-4,08 g/cm³, secondo altri ancora[3] 4-4,1, 4,05 (calcolata)[1] g/cm³
Durezza (Mohs) da 3,5 a 4[1][3][2]
Sfaldatura buona secondo {1010} e {0001}[1], molto buona e facile secondo {1020} difficile secondo {0001}[3]
Frattura irregolare[3][1]
Colore da bruno rossastro scuro a nero,[3] bruno aranciato,[1][3] nero brunastro, bruno rossastro, nero,[1] bruno più o meno chiaro[2]
Lucentezza adamantina, grassa,[1] resinosa[3][2]
Opacità translucida[3][1]
Striscio marrone chiaro[1], marrone[3]
Diffusione assai rara[2]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La wurtzite è un minerale, un solfuro di zinco e e ferro.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il minerale prende il nome dal Charles A. Wurtz.[3][1]

Nome del minerale in altre lingue[3][modifica | modifica wikitesto]

  • Polacco: Wurcyt
  • Tedesco: Wurtzit
  • Olandese: Wurtziet
  • Catalano, spagnolo: Wurzita
  • Ucraino, russo: Вюртцит

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Cristalli radiali, tabulari.[1]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Genesi idrotermale. Reperibile in vene ricche di solfuri.[1] In qualche giacimento metallifero affianca la blenda, marcasite ed altri solfuri, ma si trova anche in marmi e dolomie cristalline.[2] Reperibile in Cecoslovacchia, Germania, Ungheria, Romania, Perù

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

In cristalli piramidali[2], aggregati raggiati o concentrici.

Caratteristiche chimico-fisiche[modifica | modifica wikitesto]

La struttura del minerale consiste in zinco coordinato tetraedricamente e atomi di zolfo che si trovano in un pattern ABABAB. La struttura è strettamente legata a quella della lonsdaleite, o diamante esagonale.

I parametri di cella sono:

  • a = b = 3.82 Å[3] = 382 pm
  • c = 6.26 Å[3] = 626 pm

La wurzite può avere vari altri componenti, incluso AgI, ZnO, CdS, CdSe, GaN, AlN, ed altri semiconduttori. Nella maggior parte dei suddetti casi, la wurzite non la forma più favorita del blocco cristallino, ma può essere favorita in alcune strutture nanocristalline.

Composizione chimica[1]:

  • Zinco 60,96%
  • Ferro 5,79%
  • Zolfo 32,33%

Peso molecolare: 96,50 grammomolecole

Fluorescenza: rosso-aranciata[1]

Dati fotoelettricità[1]:

  • PE = 3,83 barn/cc
  • ρ densità elettroni= 131.76 barn/cc

GRapi = 0 (non radioattiva)[1]

Il minerale è solubile facilmente negli acidi.[2]

Come riconoscere la wurtzite dalla blenda[modifica | modifica wikitesto]

Seppure il colore dei due minerali è simile, la wurtzite è meno cristallizzata della blenda. Tuttavia esiste un minerale intermedio detto schalenblende.[2]

Località di ritrovamento[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v (EN) Dati webmin
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m Carlo Maria Gramaccioli, Würtzite in Come collezionare i minerali dalla A alla Z, vol.I, pag. 86, Peruzzo editore (1988) Milano
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) Dati mindat

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia