Teodoro II del Monferrato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marchesato del Monferrato
Paleologi
Paleologi Monferrato.gif

Teodoro I
Giovanni II
Ottone III
Giovanni III
Teodoro II
Giovanni Giacomo
Giovanni IV
Guglielmo VIII
Bonifacio III
Guglielmo IX
Bonifacio IV
Giovanni Giorgio
Modifica

Teodoro II Paleologo (136426 aprile 1418) fu marchese del Monferrato dal 1381. Era figlio terzogenito del marchese Giovanni II (1321 – 1372) e di Elisabetta di Maiorca (1337 – 1406).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Moneta di Teodoro II, Capitano della Repubblica di Genova tra il 1409 e il 1413.

Teodoro II venne nominato governatore del marchesato dopo la morte del giovane fratello Giovanni III (13621381). Dopo la scomparsa di quest'ultimo, il Monferrato si era trovato in una crisi gravissima, dalla quale non era ancora stato in grado di uscire: i due marchesi succedutisi nel giro di un decennio non avevano avuto autorità sufficiente a gestire le problematiche contese internazionali nelle quali era stato calato il paese.

Durante la sua età giovanile Teodoro II venne affidato alla tutela di Gian Galeazzo Visconti. Ben presto parve che la figura del nuovo marchese fosse debole come quella dei fratelli: dopo aver sposato Argentina di Lunigiana († 1387), figlia del marchese della Lunigiana Leonardo Malaspina, per volontà, sembra, dei milanesi, Teodoro dovette cedere a Gian Galeazzo anche Asti.

Dopo la morte della prima moglie Argentina, dalla quale non ebbe figli, Teodoro sposò Giovanna di Bar († 1402) dalla quale ebbe tre figli. Incominciò allora una guerra tra Teodoro II e Amedeo VIII, che ebbe tra i protagonisti anche Facino Cane ed i Visconti: Filippo Maria Visconti aveva infatti promesso al marchese il suo sostegno nella guerra per l'aiuto ricevuto nel consolidamento del potere visconteo sul milanese. Nel 1400 Teodoro assegnò Borgo San Martino a Facino Cane per i suoi fedeli servigi. Il 17 febbraio 1403 Teodoro sposò la figlia del principe di Acaia, Margherita di Savoia. Anche da questo matrimonio non nacquero figli.[1]

Nel 1409 Teodoro e Facino riuscirono a prendere possesso di Milano e Genova, ma Teodoro, che resse la città fino al 1413, dovette poi abbandonarla incapace di gestirla insieme ai suoi domini piemontesi ma ricevendo comunque in cambio una forte somma.

Dopo la morte di Facino, Teodoro continuò a combattere in Piemonte contro i Visconti, con i quali raggiunse un accordo solo nel 1417, un anno prima della sua morte.

Dal matrimonio con Giovanna di Bar nacquero:

  • Giangiacomo (13951445), suo successore;
  • Sibilla (Casale 1397 – ivi 1401);
  • Sofia (1396/99 – 1437), che sposò (1419 circa) Giovanni VIII Paleologo, erede dell'imperatore di Bisanzio e poi imperatore lui stesso con il titolo di Giovanni VIII.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La vedova Margherita di Savoia venne beatificata da papa Clemente X nel 1669.

Successioni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Marchese del Monferrato Successore Paleologi Monferrato.gif
Giovanni III 13811418 Giangiacomo