Sogno di una notte di mezza estate (film 1999)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sogno di una notte di mezza estate
Sdundme.png
Una scena del film
Titolo originale Midsummer Night's Dream
Paese di produzione USA
Anno 1999
Durata 123 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Michael Hoffman
Soggetto William Shakespeare
Sceneggiatura Luciana Arrighi
Fotografia Oliver Stapleton
Montaggio Garth Craven
Musiche Simon Boswell
Scenografia Luciana Arrighi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sogno di una notte di mezza estate (Midsummer Night's Dream) è un film del 1999 diretto da Michael Hoffman, adattamento cinematografico dell'omonima commedia teatrale di William Shakespeare.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film narra di tre storie (due amorose e una comica) che s'intrecciano in un bosco fatato. Nel Monte Atena, in Italia, i giovani amanti Lisandro (Dominic West) ed Ermia (Anna Friel) scappano nella foresta per evitare i severi ordini del padre di Ermia secondo cui quest'ultima deve essere fidanzata con Demetrio (Christian Bale), un altro giovanotto innamorato di lei. Demetrio li segue, essendo stato messo al corrente del piano da Elena (Calista Flockhart), una giovane donna disperatamente innamorata di lui. Una volta nella foresta i giovani vagano nel mondo fatato, governato da Re Oberon (Rupert Everett) e Regina Titania (Michelle Pfeiffer), le due divinità locali. A questo punto Oberon ed il suo folletto-servo di nome Puck (Stanley Tucci), causano una serie di equivoci armeggiando con la magia: per mezzo di un fiore magico, sia Lisandro che Demetrio vengono fatti innamorare erroneamente di Elena, giungendo ad uno scontro tra gli innamorati che culmina con una scena in cui tutti e quattro lottano nel fango. Nel mentre Oberon ammalia Titania con la stessa pozione, portandola ad innamorarsi di un tessitore e attore dilettante locale, Nick Bottom (Kevin Kline), che si trovava nella foresta per provare con la sua compagnia teatrale, e il quale è stato fornito di orecchie d'asino da Puck. Titania corteggia Bottom nel suo salottino privato, servita dalle fate. Oberon però si stanca di tutto questo caos e decide di riportare ogni cosa alla normalità, accoppiando Lisandro con Ermia e Demetrio con Elena, e riconciliandosi con la sua regina Titania. Nella parte finale, Bottom e la sua compagnia mettono in scena la loro opera dilettantistica, basata sulla tragedia di Piramo e Tisbe, producendo involontariamente una commedia.

Luoghi di ripresa[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato completamente in Italia, in particolare:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema