Sinfonia n. 31 (Mozart)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinfonia n. 31
Parigi
Kv297 manuscript.jpg
Manoscritto del primo movimento
Compositore Wolfgang Amadeus Mozart
Tonalità Re maggiore
Tipo di composizione Sinfonia
Numero d'opera K 297 / 300a, Catalogo Köchel
Epoca di composizione Parigi, 1778
Prima esecuzione Privata: Parigi, 12 giugno 1778
Pubblica: Parigi, 18 giugno 1778
Pubblicazione Sieber, Parigi 1788
Organico

2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, archi

Movimenti
  • I Allegro assai
  • II Andantino
  • III Allegro

La Sinfonia n. 31 in Re maggiore K 297 (K6 300a), nota anche come Pariser Sinfonie (Sinfonia Parigi), fu composta da Wolfgang Amadeus Mozart a Parigi nel 1778. Essa rappresenta la carta di presentazione di Mozart nel mondo musicale parigino.

Storia e prima rappresentazione[modifica | modifica sorgente]

L'opera fu composta durante l'infruttuoso viaggio di Mozart a Parigi, nel tentativo di cercare un'occupazione migliore di quella che aveva a Salisburgo (musicista di corte presso il principe arcivescovo Hieronymus von Colloredo). Il compositore all'epoca aveva 22 anni.

La sinfonia fu commissionata a Mozart da Jean Le Gros, direttore dei Concert Spirituel. La première ebbe luogo il 12 giugno 1778 in un concerto privato presso l'abitazione del conte Karl Heinrich Joseph von Sickingen, ambasciatore dell'Elettorato del Palatinato. La prima rappresentazione pubblica, invece, si ebbe sei giorni dopo durante i Concert Spirituel.[1]

La sinfonia ricevette critiche positive in un articolo del 26 giugno del Courier de l'Europe, pubblicato a Londra:

« I Concert Spirituel del giorno del Corpus Domini sono iniziati con una sinfonia del signor Mozart. Codesto artista, che fin dalla più tenera età si è fatto un nome tra i più grandi clavicembalisti, può oggi essere considerato uno dei migliori compositori esistenti.[2] »

La sinfonia fu nuovamente suonata durante i Concert Spirituel il 15 agosto. Per questa occasione, Mozart sostituì il secondo movimento (originariamente un Andantino in 6/8) con un Andante. Secondo il musicologo Otto Erich Deutsch l'Andantino "non era riuscito a piacere abbastanza".[3]

La Sinfonia n. 31 divenne in breve tempo popolare. Deutsch elenca numerose ulteriori rappresentazioni durante i Concert Spirituel del 1779, precisamente il 18 e 23 marzo, 23 maggio, 3 giugno, e ancora il 14 maggio 1780.[4] L'opera fu pubblicata a Parigi da Sieber e pronta per le vendite il 20 febbraio 1779. Dal 1782 al 1788, il catalogo di Sieber la descrive come "una sinfonia ormai facente parte del repertorio dei Concert Spirituel".[5]

Struttura[modifica | modifica sorgente]

La strumentazione prevede due flauti, due oboi, due clarinetti, due fagotti, due corni, due trombe e archi. L'organico è particolarmente ampio, in quanto Mozart a Parigi aveva a disposizione orchestre piuttosto grandi. Inoltre questa è la prima sinfonia di Mozart che preveda l'uso di clarinetti.

Mozart SY31 Incipit.gif

Sono presenti tre movimenti:

  1. Allegro assai, 4/4
  2. Andante, 3/4
  3. Allegro, 2/2

Il primo movimento si apre con una rapida e crescente scala in Re maggiore, effetto noto come razzo di Mannheim e presente anche nell'apertura della Sinfonia n. 25. La prima versione del secondo movimento (Andantino, in 6/8) non è andata perduta.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Deutsch 1965, 174, 176
  2. ^ Originale in Francese; testo tratto da Deutsch (1965, 174)
  3. ^ Deutsch (1965, 178)
  4. ^ Deutsch (1965, 185, 188)
  5. ^ Deutsch (1965, 183)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Deutsch, Otto Erich, Mozart: A Documentary Biography. Stanford: Stanford University Press, 1965

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica