Sinfonia n. 12 (Mozart)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinfonia n. 12
Mozart at Melk09.jpg
Ritratto di Mozart nel 1770
Compositore Wolfgang Amadeus Mozart
Tonalità Sol maggiore
Tipo di composizione Sinfonia
Numero d'opera K110/75b, Catalogo Köchel
Epoca di composizione Salisburgo, 1770
Organico

due oboi, due corni, due fagotto, due flauti, archi, basso continuo

Movimenti

Allegro, Andante, Minuetto e Trio, Allegro

La Sinfonia n. 12 in Sol maggiore K 110/75b di Wolfgang Amadeus Mozart, fu composta a Salisburgo nell'estate del 1771. Fu quindi completata subito prima del secondo viaggio di Mozart in Italia, che si sarebbe svolto tra agosto e dicembre 1771.[1]

Struttura[modifica | modifica sorgente]

La sinfonia prevede quattro movimenti, il primo dei quali (Allegro) è il più lungo che Mozart avesse mai scritto fino a quel momento. L'opera costituisce la prima di una serie di composizioni "dipinte su una tela più grande, raggiungendo una maggiore ricerca individuale rispetto agli esuberanti brani precedenti".[2]

La strumentazione consiste in: due oboi, due corni, due fagotto, due flauti, archi e basso continuo.[1]

Mozart SY12 Incipit.gif

I movimenti sono i seguenti:

Il Minuetto presenta un canone tra gli archi, con intervallo di una singola battuta. È abbastanza probabile che Mozart avesse attinto questa tecnica dalla sinfonia n. 23 di Joseph Haydn del 1764 (anch'essa in Sol maggiore).[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Zaslaw, pp. 209–12
  2. ^ Kenyon, p. 156
  3. ^ H. C. Robbins Landon, Haydn: Chronicle and Works, 5 vols, (Bloomington and London: Indiana University Press, 1976-) v. 1, Haydn: the Early Years, 1732-1765

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica