Sinfonia n. 19 (Mozart)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinfonia n. 19
Mozart at Melk09.jpg
Ritratto di Mozart nel 1770
Compositore Wolfgang Amadeus Mozart
Tonalità Mi bemolle maggiore
Tipo di composizione Sinfonia
Numero d'opera K132, Catalogo Köchel
Epoca di composizione Salisburgo, luglio 1772
Organico

due oboi, quattro corni, archi

Movimenti

Allegro, Andante, Minuetto e Trio, Allegro

La Sinfonia n. 19 in Mi bemolle maggiore K 132 fu composta da Wolfgang Amadeus Mozart a Salisburgo nel luglio 1772.[1]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La sinfonia prevede un organico di due oboi, quattro corni (due dei quali suonano unicamente in Mi bemolle maggiore), e archi.

Mozart SY19 Incipit.gif

Sono presenti quattro movimenti:

  1. Allegro, 4/4
  2. Andante, 3/8
  3. Minuetto e Trio, 3/4
  4. Allegro, 2/2

Il primo movimento si apre con un tema che Mozart userà in seguito all'inizio del Concerto per pianoforte e orchestra n. 22, scritto nella stessa tonalità.[2] L'esposizione è breve e non presenta ripetizioni. Lo sviluppo, d'altra parte, si concentra su temi diversi.[2]

Esiste anche un secondo movimento "alternativo", indicato come Andantino grazioso.[1] Nella partitura autografa, le indicazioni agogiche del primo, secondo e quarto movimento sono segnate con la calligrafia di Leopold Mozart.[1]

Il finale è un rondò francese nella forma in sette sezioni (ABACADA). Ogni sezione del rondò è ripetuta, con l'eccezione dell'ultima (A).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Wolfgang Amadeus Mozart, Giglberger, Veronika (preface), Robinson, J. Branford (transl.), Die Sinfonien III., Kassel, Bärenreiter-Verlag, 2005, p. XI, ISBN. ISMN M-006-20466-3
  2. ^ a b c Brown, A. Peter, The Symphonic Repertoire (Volume 2). Indiana University Press (ISBN 0-253-33487-X), pp. 367 (2002).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica