Signs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Signs
Signs.jpg
Mel Gibson in una scena del film
Titolo originale Signs
Paese di produzione USA
Anno 2002
Durata 106 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantascienza, thriller, drammatico
Regia M. Night Shyamalan
Soggetto M. Night Shyamalan
Sceneggiatura M. Night Shyamalan
Fotografia Tak Fujimoto
Montaggio Barbara Tulliver
Effetti speciali Eric Brevig,Stefen Fangmeier
Musiche James Newton Howard
Scenografia Larry Fulton
Costumi Ann Roth
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Signs è un film del 2002 diretto da M. Night Shyamalan e interpretato da Mel Gibson e Joaquin Phoenix.

Il film è uscito nelle sale negli Stati Uniti d'America il 2 agosto 2002, mentre nelle sale italiane il 17 ottobre 2002.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nella contea di Bucks, Pennsylvania, dei misteriosi cerchi nel grano vengono tracciati sul campo di mais di proprietà di Graham Hess (Mel Gibson), un pastore protestante che ha smarrito la fede dopo la tragica morte della moglie. All'inizio si pensa a uno scherzo di alcuni burloni, che già da tempo prendevano di mira la famiglia Hess, ma poi quando si scopre che i cerchi iniziano a comparire anche in altre parti del mondo cresce la tensione. S'inizia a sospettare sempre più che questi cerchi nel grano siano in realtà dei punti di riferimento sfruttabili da ipotetiche navicelle aliene.

A un primo atteggiamento scettico del religioso, segue l'evidenza dei fatti quando egli stesso è protagonista di un incontro con una creatura aliena tenuta segregata in uno stanzino all'interno della casa di proprietà della persona (M. Night Shyamalan, il regista del film) che involontariamente aveva provocato l'incidente mortale in cui perse la vita la moglie del pastore. Questo incontro avviene a distanza di sicurezza, in quanto Graham non aprirà mai la porta dello stanzino che lo separa dall'alieno, ma ne evincerà fattezze e intenzioni attraverso un'immagine riflessa in un coltello, che Hess fa scorrere sotto la porta.

A seguito di questo gesto, l'alieno (pronto ad attaccarlo), si scaglia verso il coltello e ha la peggio, perdendo alcune dita della mano nel momento in cui questo veniva immediatamente retratto. Tornato a casa, Hess fornisce istruzioni alla famiglia per cercare di affrontare al meglio la questione, barricandosi in casa, viste anche le scene di panico e le notizie diramate dalla televisione. Graham insieme al fratello Merrill Hess (Joaquin Phoenix), un ex giocatore di baseball famoso per la potenza dei suoi tiri, provvede a blindare la casa attraverso l'apposizione di legni e chiodi alle finestre. Quando sopraggiunge la sera però, si accorgono che l'invasione ha avuto inizio e vengono uditi i primi segni della presenza degli alieni: il cane della famiglia era stato dimenticato in giardino. I padroni, barricati in casa, sono costretti a sentire il cane abbaiare e ringhiare sempre più forte.

Si sente il rumore del mais che si muove (la famiglia possiede una fattoria circondata da campi di mais) e in seguito si sente il rumore di alcune botte (precedentemente nel film, il bambino aveva scoperto grazie a un libro sugli alieni, che essi avrebbero potuto attaccare la Terra per utilizzarne le risorse, e per questo non avrebbero potuto usare delle armi, rischiando così l'utilizzo di una bomba nucleare). Si sente il cane guaire e poi solo il rumore di alcuni passi e nella soffitta che, erroneamente, non era stata rinforzata con le assi per impedirne l'apertura. Segue quindi una veloce sequenza di scene alla fine delle quali i protagonisti si ritrovano a essere rinchiusi al buio nella cantina. Passa la notte, durante la quale il figlio del pastore viene colpito da un violento attacco d'asma. L'inalatore non è però a loro disposizione, essendo stato lasciato al piano superiore. Facendo lentamente tranquillizzare il figlio e facendogli fare degli esercizi di respirazione, Graham riesce a far passare l'attacco, ammonendo però che il prossimo potrebbe essergli fatale se non fronteggiato con l'ausilio del medicinale.

La mattina seguente il pastore e suo fratello, non sentendo più rumori provenire dal piano di sopra, si avventurano nella casa e scoprono attraverso la televisione che l'invasione era terminata in quanto gli alieni avevano riscontrato sulla Terra un insormontabile problema. Nella breve euforia generale accade però nuovamente l'inaspettato: il figlio di Graham, nuovamente in crisi asmatica, viene preso in braccio da una creatura aliena, identificata da Hess come quella precedentemente chiusa nello stanzino a causa della mancanza di alcune dita in una mano. A questo punto il pastore si ricorda delle parole pronunciate da sue moglie qualche istante prima di morire: erano riferite al fratello di Graham e lo invitavano a "colpire forte". Graham chiede al fratello di impugnare la mazza da baseball appesa al muro e di colpire forte l'alieno che un attimo prima aveva spruzzato un gas velenoso in faccia al bambino.

Con un primo colpo lo costringe a buttarlo giù dalle braccia e con i successivi, urta accidentalmente uno dei bicchieri colmi d'acqua posti nelle varie mensole e ripiani di casa, in quanto la figlia del pastore, Bo, chiedeva sempre un nuovo bicchiere d'acqua quando doveva bere. Il colpo della mazza fa rompere il bicchiere e l'acqua in esso contenuta schizza sull'alieno ferendolo. Conosciuto il punto debole, tutti i successivi colpi di mazza sono diretti ai bicchieri in maniera tale da far schizzare addosso all'extraterrestre l'acqua in essi contenuta. Ucciso l'alieno, ultimo rimasto sulla Terra della sua specie, l'attenzione si concentra sul bambino di cui ancora non si conoscono le sorti dopo le esalazioni tossiche dell'alieno. A seguito del suo attacco d'asma precedente, il bambino non era stato posto nella condizione di respirare quel veleno e quindi era salvo.

Dopo alcuni mesi dai fatti narrati, Graham si sistema la toga pastorale davanti ad uno specchio, a dimostrazione che ha recuperato la fede persa e, pertanto, ripreso ad esercitare il proprio ministero.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il regista M. Night Shyamalan appare nel film nel ruolo della persona che aveva causato l'incidente, in cui morì la moglie di Graham Hess. Il nome della persona interpretata dal regista pare essere "Ray Reddy", come dichiarato da Graham a suo fratello.
  • Il film Scary Movie 3 - Una risata vi seppellirà è in parte una parodia del film.
  • L'interpretazione del film è assai complessa e contribuisce a rendere "Signs" un'esperienza decisamenre affascinante. Il film può infatti essere considerato come una catena di successive "previsioni", ossia fatti o atti dei protagonisti che rendono comprensibili sviluppi successivi della trama. Un primo esempio : la figura di Boe. La bambina ,essendo l'infanzia un elemento ricorrente in altri celebri e noti film del visionario regista, è una figura essenziale per la trama. Essa è infatti spesso Voce comunicante e rivelatrice di molti eventi paranormali della trama : suo è il grido che sveglia il padre nella prima scena , suo è il baby monitor con cui la famiglia capta le voci degli alieni, per sua notizia la famiglia e lo sceriffo Caroline seguono il terrificante reportage a reti unificate sui Cerchi nel grano. Significativa è inoltre la scena in cui Boe e Morgan discutono delle facoltà semidivinatorie della prima, la quale è solita avere certi "presentimenti". In secondo luogo, sempre confermando la tesi iniziale della "catena di previsioni", si nota che l'intera trama del film ha una determinata "finalità". Infatti gli eventi che la costituiscono sembrano tutti essere tesi alla realizzazione di una sola cosa : l'evoluzione della famiglia protagonista. Solo un evento straordinario ed eccezionale come una invasione aliena può infatti far accettare ai suoi membri la drammatica morte della madre, può far riacquistare la fede ormai perduta a Graham e far recuperare la fiducia in se stesso all'apatico Merril.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema